1087

Basics

Il ruolo degli acidi grassi monoinsaturi nei benefici per la salute dell'olio d'oliva

L'acido oleico, classificato come acido grasso monoinsaturo (MUFA), è stato ampiamente studiato dagli scienziati negli ultimi decenni, dimostrando costantemente numerosi effetti positivi sulla salute umana.
Di Paolo DeAndreis
9 aprile 2024 12:51 UTC

L'eccezionale benefici alla salute of olio extravergine d'oliva sono parzialmente attribuiti ai suoi acidi grassi, in particolare all'acido oleico, che costituisce dal 55 all'83% della composizione totale dell'olio.

L'acido oleico, classificato come acido grasso monoinsaturo (MUFA), è stato ampiamente studiato dagli scienziati negli ultimi decenni, dimostrando costantemente numerosi effetti positivi sulla salute umana.

Ruolo dei grassi monoinsaturi nei benefici per la salute dell'olio d'oliva

La ricerca ha dimostrato che gli acidi grassi monoinsaturi presenti nell’olio d’oliva possono migliorare significativamente la salute del cuore e del sistema cardiovascolare, principalmente abbassando i livelli di colesterolo LDL (cattivo), aumentando i livelli di colesterolo HDL (buono) e riducendo i trigliceridi.

Colesterolo LDL e HDL

LDL (lipoproteine ​​a bassa densità) e HDL (lipoproteine ​​ad alta densità) sono due tipi di colesterolo che svolgono un ruolo cruciale nella nostra salute cardiovascolare. Il colesterolo LDL viene spesso definito come "colesterolo “cattivo” perché livelli elevati possono portare all’accumulo di placche nelle arterie, aumentando il rischio di malattie cardiache e ictus. L'LDL trasporta il colesterolo dal fegato alle cellule di tutto il corpo, ma quando è in eccesso può depositarsi nelle arterie, restringendole e ostacolando il flusso sanguigno. D'altra parte, il colesterolo HDL è noto come "colesterolo “buono” perché aiuta a rimuovere il colesterolo LDL dal flusso sanguigno, trasportandolo al fegato, dove può essere elaborato ed escreto dal corpo. Livelli più elevati di HDL sono associati a un minor rischio di malattie cardiache, poiché agisce come uno spazzino, prevenendo l’accumulo di placche nelle arterie.

Inoltre, l’acido oleico è riconosciuto per le sue proprietà antinfiammatorie, che contribuiscono ulteriormente alla salute del cuore.

Inoltre, preliminare riparazioni suggerisce che l’acido oleico può ridurre il rischio di obesità inducendo una sensazione di pienezza, aiutando nella gestione del peso.

Vedi anche:Saluti Notizia

Per di più, diversi studi hanno indicato che il consumo regolare di quantità moderate di acido oleico può svolgere un ruolo preventivo nella demenza tra gli individui più anziani.

In corso riparazioni esplora anche il potenziale dell'acido oleico nell'inibire la crescita di alcuni tipi di cancro sopprimendo l'espressione dei geni associati alla metastasi delle cellule cancerose.

Cosa sono i MUFA?

"Gli acidi grassi sono componenti essenziali dei lipidi, che sono molecole importanti per la struttura e la funzione delle cellule”, ha detto Nuno Rodrigues, ricercatore presso il Centro de Investigação de Montanha (CIMO) del Politecnico di Bragança, in Portogallo. Olive Oil Times.

La parola "grasso” in questo contesto non si riferisce al contenuto di grasso dell'acido grasso ma alla sua struttura molecolare.

"Gli acidi grassi sono un’importante fonte di energia per l’organismo, essendo immagazzinati nel tessuto adiposo, oltre a svolgere un ruolo essenziale nella struttura delle membrane cellulari”, ha spiegato Rodrigues.

I diversi impatti degli acidi grassi saturi e insaturi risiedono nella loro diversa interazione con la biologia umana.

Gli acidi grassi insaturi contengono un doppio legame, che li rende inclini a interagire con altre molecole. 

pubblicità
pubblicità

D’altro canto, gli acidi grassi saturi (SFA) contengono un solo legame, il che ha conseguenze sul modo in cui vengono digeriti e assorbiti.

Le strutture chimiche degli acidi grassi influenzano il modo in cui vengono metabolizzati e utilizzati dall'organismo.

Vedi anche:Lo studio rivela approfondimenti sull'impatto dei grassi dell'olio d'oliva sulle strutture cellulari essenziali

La struttura chimica degli acidi grassi influenza gli stati della materia degli acidi grassi, influenzando la fluidità delle membrane cellulari e la loro predisposizione all'ossidazione. Queste caratteristiche comportano effetti significativamente diversi sulla salute.

I grassi saturi sono per lo più solidi a temperatura ambiente. Nel frattempo, gli acidi grassi monoinsaturi, che contengono un doppio legame, sono generalmente liquidi a temperatura ambiente e si possono trovare nell’olio d’oliva, in altri oli vegetali e in alimenti come l’avocado e alcune noci.

Gli acidi grassi polinsaturi (PUFA) contengono più di un doppio legame, aumentando ulteriormente il loro potenziale di interazione con altre molecole.

I PUFA includono acidi grassi che il corpo umano non è in grado di sintetizzare, come omega‑3 e omega‑6, presenti nel pesce, nei semi di lino, nelle noci e negli oli vegetali.

Analogamente ai MUFA, anche ai PUFA vengono attribuiti numerosi benefici per la salute, tra cui il sostegno alla salute del cuore e la riduzione dell’infiammazione.

Come si formano gli acidi grassi dell'olio d'oliva

Gli acidi grassi presenti nell'olio d'oliva si formano alla fine del processo di sviluppo delle olive, essenzialmente durante la loro maturazione.

"Nell'olivo, durante la crescita del frutto, la pianta produce carboidrati che vengono poi convertiti in acidi grassi attraverso la fotosintesi”, ha detto Rodrigues. "Gli acidi grassi sono immagazzinati nelle cellule della polpa delle olive sotto forma di trigliceridi e sono le principali molecole di grasso, olio di oliva, presenti nei frutti. 

Vedi anche:Basics sull'olio d'oliva

Dopo la raccolta delle olive, durante il processo di estrazione, l'olio presente nelle cellule della polpa delle olive viene rilasciato ed estratto.

"L'olio d'oliva è composto principalmente da trigliceridi, che consistono in tre acidi grassi legati a una molecola di glicerolo e rappresentano oltre il 97% dell'olio d'oliva ", ha affermato Rodrigues.

Il significato della composizione degli acidi grassi dell'olio d'oliva 

"Poiché gli acidi grassi sono i componenti principali dell'olio d'oliva, sono anche responsabili di alcune delle funzioni più importanti attribuite all'olio d'oliva ", ha affermato Rodrigues.

Secondo il ricercatore, gli acidi grassi sono tra i principali contributori all’impatto positivo che l’olio d’oliva può avere sulla salute.

"Rispetto ad altri oli e grassi, l'olio d'oliva è molto ricco di acidi grassi monoinsaturi, tra il 70 e l'85% degli acidi grassi presenti nell'olio d'oliva, di cui l'acido oleico è il più significativo", ha affermato Rodrigues.

"I MUFA sono di grande importanza dal punto di vista nutrizionale, poiché i lipidi sono il componente principale delle nostre membrane cellulari”, ha aggiunto. "A causa della loro maggiore elasticità, i MUFA conferiscono meno rigidità alle membrane cellulari e quindi agiscono nel prevenzione delle malattie cardiovascolari. "

Sebbene l’olio d’oliva contenga tutti i tipi di acidi grassi, il rapporto tra MUFA, PUFA e SFA ne determina la resistenza all’ossidazione e data di scadenza.

"Gli acidi grassi hanno anche un'importante funzione come precursori di alcuni composti volatili, dove gli acidi grassi sono componenti essenziali delle vie metaboliche che formano gli aromi degli oli d'oliva ", ha affermato Rodrigues.

La composizione dei MUFA differisce tra gli oli d'oliva

Non tutti gli olivi sviluppano quantità simili di acido oleico nei loro frutti. Molti fattori influiscono sulla composizione degli acidi grassi di un olio d'oliva, inclusa l'età dell'albero.

"Il lavoro che abbiamo sviluppato negli ultimi dieci anni mostra che l’età della pianta è un fattore che può influenzare la composizione degli acidi grassi, non gli acidi grassi presenti, ma la quantità relativa di ciascuno di essi”, ha affermato Rodrigues, indicando recente riparazioni pubblicato da Rodrigues e dai suoi colleghi.

Diversi fattori possono influenzare la composizione degli acidi grassi di ciascuna cultivar di olivo.

"Il fattore più importante e determinante è la cultivar di provenienza; cioè, ogni cultivar ha una caratteristica composizione di acidi grassi", ha detto Rodrigues.

Il Consiglio oleicolo internazionale stima più di 1,000 varietà di olivo. Solo poche centinaia, però, vengono coltivate per la produzione di olio d'oliva.

"Ci sono altri fattori importanti, come le pratiche colturali a cui è stato sottoposto l'olivo, cioè se è stato prodotto in agricoltura asciutta o irrigua, se è stato più o meno concimato, le condizioni climatiche, le variazioni climatiche, la latitudine e la altitudine e anche l’età dell’albero”, ha detto Rodrigues.

"Alcuni dei nostri lavori mostrano che gli alberi più vecchi hanno una percentuale maggiore di acido oleico rispetto agli alberi più giovani della stessa cultivar”, ha aggiunto.

Altri fattori che contribuiscono includono la quantità di luce solare durante la maturazione delle olive o la posizione, poiché le olive nelle regioni più fredde tendono ad essere più ricche di acidi grassi insaturi.

"La maturazione delle olive al momento della raccolta può influenzare in modo significativo la composizione degli acidi grassi nell'olio d'oliva ", ha affermato Rodrigues. "Le condizioni di conservazione dell'olio d'oliva, come la temperatura e l'esposizione alla luce e all'ossigeno, possono influenzarne la stabilità e la composizione. Queste variabili possono interagire in modi diversi, risultando in diversi profili di acidi grassi in diversi oli d'oliva. 


Conoscere le basi

Cose da sapere sull'olio d'oliva, dal Olive Oil Times Education Lab.

  • L'olio extravergine di oliva (EVOO) è semplicemente il succo estratto dalle olive senza alcuna lavorazione industriale o additivi. Deve essere amaro, fruttato e pungente e privo di difetti.

  • Ce ne sono centinaia di varietà di olive utilizzati per produrre oli con profili sensoriali unici, così come molte varietà di uva sono utilizzate nei vini. Un EVOO può essere prodotto con una sola varietà (monovarietali) o più (blend).

  • L'olio extravergine di oliva contiene sano composti fenolici. È stato dimostrato che sostituire solo due cucchiai di EVOO al giorno invece di grassi meno sani migliora la salute.

  • produzione olio extra vergine di oliva di alta qualità è un compito eccezionalmente difficile e costoso. La raccolta anticipata delle olive conserva più sostanze nutritive e prolunga la durata di conservazione, ma la resa è molto inferiore a quella delle olive completamente mature che hanno perso gran parte dei loro composti sani.


pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati