Benefici della salute dell'olio d'oliva

I benefici per la salute dell'olio d'oliva derivano principalmente da grassi monoinsaturi e polifenoli. Tuttavia, non tutti gli oli d'oliva sono creati allo stesso modo.

Di Daniel Dawson
10 dicembre 2022 09:05 UTC
7K legge
7033

L'olio d'oliva è stato a lungo considerato il grasso più sano in circolazione. Lo chiamava il poeta greco Omero "oro liquido”, mentre Ippocrate, ampiamente considerato il padre della medicina, lo chiamava "il grande guaritore”.

Tuttavia, non tutto l'olio d'oliva viene creato allo stesso modo. I più celebri benefici per la salute dell'olio d'oliva appartengono ad un solo grado: olio extra vergine di oliva (EVOO).

L'olio extra vergine di oliva è prodotto esclusivamente con metodi meccanici, senza calore o potenti solventi petrolchimici utilizzati per produrre olio d'oliva raffinato e quasi ogni altro olio commestibile. Di conseguenza, l'olio extra vergine di oliva conserva i composti che conferiscono i suoi numerosi benefici per la salute.

Vedi anche:I benefici dell'olio di cocco sulla salute: fatti e finzione

Sono stati pubblicati migliaia di studi che collegano il consumo di olio extra vergine di oliva a una vasta gamma di benefici, dalle sue ben note qualità salutari per il cuore a quelle più oscure, come aumentando il testosterone negli uomini con livelli insufficienti.

Ma cos'è che rende l'olio extravergine d'oliva migliore del resto? E perché esattamente è di Homer "oro liquido” va bene per te?

I grassi monoinsaturi promuovono la salute del cuore

Per migliaia di anni, le popolazioni del bacino del Mediterraneo hanno consumato l'olio d'oliva come principale fonte di grasso alimentare.

Prove aneddotiche suggerivano che vivessero vite più lunghe e più sane rispetto ai loro vicini consumatori di grassi animali a nord e dall'altra parte dell'Atlantico.

Nel 1958, Ancel Keys, un fisiologo dell'Università del Minnesota, postulò una correlazione tra le diete delle persone e gli incidenti osservati di malattia coronarica.

Punto di riferimento delle chiavi Studio di sette Paesi è stato il primo a suggerire che non tutti i grassi alimentari sono uguali.

I risultati dello studio hanno mostrato che i greci avevano tassi più bassi di malattie cardiache nonostante la loro dieta ricca di grassi, con l'olio d'oliva come principale fonte di grasso.

Altri paesi con diete ricche di grassi a base di carne avevano tassi più elevati di malattie cardiache, suggerendo che il tipo di grasso consumato faceva la differenza. I risultati hanno spinto il Dieta mediterranea alla popolarità e alla fama al di fuori del bacino del Mediterraneo.

Vedi anche:MedDiet Notizia e Aggiornamenti

L'olio d'oliva contiene circa il 73% di grassi monoinsaturi in volume. L'altro 25% è costituito da grassi saturi (14%) e polinsaturi (11%).

I grassi monoinsaturi sono molecole di grasso con meno atomi di idrogeno legati alla loro catena di carbonio e un doppio legame curvo di carbonio, che li rende liquidi a temperatura ambiente.

pubblicità
pubblicità

Tutti i grassi, dai saturi e trans ai monoinsaturi e ai polinsaturi, aiutano il corpo ad assorbire vitamine e minerali, a costruire le membrane cellulari e sono essenziali per i meccanismi che causano la coagulazione del sangue, il movimento muscolare e l'infiammazione.

La sostituzione di grassi saturi e trans con grassi monoinsaturi aiuta ad abbassare il colesterolo LDL, noto anche come 'colesterolo cattivo", che riduce il rischio di malattie cardiache e ictus.

In breve, il tipo di grasso dell'olio extra vergine di oliva è in gran parte contenuto è parzialmente responsabile dei suoi benefici per la salute cardiovascolare.

I polifenoli sono i potenti antiossidanti che rendono l'EVOO superiore

Mentre il suo contenuto di grassi monoinsaturi è sicuramente uno dei principali fattori alla base della salute del cuore dell'olio d'oliva, la sua miriade di altri benefici sono attribuiti al suo contenuto fenolico.

Polifenoli sono attribuiti al 99 percento dei benefici per la salute dell'olio d'oliva, secondo Nasir Malik, fisiologo vegetale presso il servizio di ricerca del Dipartimento dell'agricoltura degli Stati Uniti.

Il polifenolo è un termine generico per una classe di sostanze chimiche organiche presenti in diversi tipi di piante e funziona come un potente antiossidante. Sono stati identificati più di 8,000 polifenoli e EVOO ha 25 diversi polifenoli.

Centinaia di studi nel corso degli anni hanno dimostrato che i polifenoli sono responsabili di una serie di benefici dalla riduzione del rischio di cancro alla prostata e al seno alla mitigazione degli effetti della demenza.

Cosa dicono le ultime ricerche sui benefici per la salute dell'olio extra vergine di oliva?

Nuova ricerca sul benefici per la salute dell'olio d'oliva viene costantemente pubblicato da enti pubblici e privati. Di seguito abbiamo incluso alcuni dei punti più salienti per aiutare ad analizzare la grande quantità di informazioni disponibili sull'argomento.

Olio extravergine di oliva e malattie cardiovascolari

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Salute, malattia cardiovascolare è la principale causa di morte a livello globale.

Solo nel 2019, si stima che 17.9 milioni di persone siano morte per malattie cardiovascolari, inclusi infarti e ictus. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che le malattie cardiovascolari siano state responsabili di quasi un terzo dei decessi globali quell’anno.

Vedi anche:L'olio d'oliva un fattore di straordinaria longevità di alcuni residenti sardi

Tuttavia, un Studio di aprile 2020 pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology ha concluso che consumare solo mezzo cucchiaio da tavola (8.8 millilitri) di olio d'oliva ogni giorno potrebbe ridurre il rischio di contrarre malattie cardiache del 14%. I ricercatori sono arrivati ​​a questo risultato dopo aver monitorato i dati sulla salute e sulla dieta di 93,000 adulti per 24 anni.

Anche se i ricercatori hanno detto Olive Oil Times che era impossibile sapere quale qualità di olio d'oliva consumavano i partecipanti (cioè raffinato, vergine o extra vergine), hanno affermato che era più probabile che i benefici provenissero dall'EVOO.

Il consumo di olio extra vergine di oliva aiuta a ridurre il rischio di contrarre malattie cardiovascolari in alcuni modi chiave.

EVOO migliora la funzione endoteliale

Uno studio su piccola scala pubblicato dallo Yale-Griffin Prevention Center presso la Yale University nel febbraio 2021 ha rilevato che il consumo di olio extra vergine di oliva ad alto contenuto di polifenoli ha migliorato la funzione endoteliale negli adulti a rischio di contrarre diabete di tipo 2.

La funzione endoteliale misura quanto bene i vasi sanguigni si espandono quando il sangue viene pompato attraverso di essi ed è un predittore indipendente di malattie cardiovascolari.

I polifenoli nell'olio extra vergine di oliva modulano lo stress ossidativo nei vasi sanguigni, riducendo l'infiammazione, un sintomo comune in molti pazienti con malattie cardiache e ictus.

Il consumo di olio extra vergine di oliva riduce la pressione sanguigna

A studio separato da ricercatori in Australia hanno scoperto che consumare quattro cucchiai (60 millilitri) di olio extra vergine di oliva ad alto contenuto di polifenoli "significativamente ridotta” pressione arteriosa sistolica periferica e centrale.

Una precedente ricerca pubblicata su The Lancet ha dimostrato che l'abbassamento della pressione arteriosa sistolica riduce il rischio di malattie cardiovascolari, coronaropatie, ictus e insufficienza cardiaca.

EVOO si abbassa 'colesterolo cattivo e aumenta 'colesterolo buono

Il colesterolo è una sostanza cerosa che circola nel sangue e aiuta a costruire cellule, produrre vitamine e produrre ormoni. Esistono due tipi di colesterolo: LDL o 'colesterolo cattivo e lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) o 'colesterolo buono.

Alti livelli di colesterolo LDL sono dannosi per il sistema cardiovascolare perché contribuiscono agli accumuli di grasso nelle arterie, noti come aterosclerosi – che aumenta il rischio di infarto e ictus.

D'altra parte, il colesterolo HDL trasporta il colesterolo LDL lontano dalle arterie e lo porta al fegato per essere scomposto e rimosso dal corpo.

Come accennato in precedenza, il grasso monoinsaturo nell'olio extravergine di oliva aiuta anche ad abbassare il colesterolo LDL.

Tuttavia, un uno studio del 2015 determinato che anche i polifenoli presenti nell'olio extravergine di oliva svolgono un ruolo significativo prevenendo il danneggiamento del colesterolo HDL dallo stress ossidativo, che migliora la sua capacità di trasportare il colesterolo LDL lontano dalle pareti arteriose.

L'olio extra vergine di oliva aiuta a regolare i livelli di glucosio nel sangue

Si stima che circa 422 milioni di persone abbiano il diabete a livello globale. Di questi, circa il 90% ha il diabete di tipo 2.

Il diabete di tipo 2 è causato quando le cellule del corpo normalmente non rispondono all'insulina, quindi il pancreas continua a produrne di più per cercare di suscitare una risposta.

Ciò fa salire gli zuccheri nel sangue a livelli malsani, portando ad altri problemi di salute come malattie cardiache, perdita della vista e malattie renali.

Non esiste una cura per il diabete, ma il consumo di olio extra vergine di oliva è stato collegato ad alcuni benefici nelle persone diabetiche.

Vedi anche:Olio d'oliva e dieta chetogenica

A uno studio del 2017 ha scoperto che i partecipanti che consumavano alti livelli di polifenoli avevano una probabilità inferiore del 57% di sviluppare il diabete di tipo 2 nell'arco di due o quattro anni.

Uno dei motivi per cui il consumo di polifenoli ha ridotto le possibilità di sviluppare il diabete di tipo 2 di un individuo potrebbe essere che i polifenoli aiutano stimolare la secrezione di insulina, che sposta lo zucchero dal flusso sanguigno e lo deposita nelle cellule. Ciò mantiene stabili i livelli di zucchero nel sangue.

Inoltre, un Meta-analisi del 2017 di quattro studi di coorte comprendenti 15,784 partecipanti hanno scoperto che le persone che consumavano i livelli più alti di olio d'oliva avevano un rischio ridotto del 16% di diabete di tipo 2 rispetto a coloro che ne consumavano le quantità più basse.

Le diete ricche di polifenoli lo sono connesso per abbassare i livelli di zucchero nel sangue a digiuno e una maggiore tolleranza al glucosio, riducendo il rischio di contrarre il diabete di tipo 2.

Olio d'oliva e prevenzione del cancro

Insieme alle malattie cardiovascolari, cancro è una delle principali cause di morte nel mondo. Secondo l'OMS, nel 10 sono morte di cancro 2020 milioni di persone.

Però, i ricerca fondamentale nel 2015 ha dimostrato che oleocanthal, un polifenolo presente nell'olio extra vergine di oliva, può distruggere e persino uccidere le cellule tumorali.

L'oleocantale fa questo provocando una rottura in una parte delle cellule cancerose, che rilascia un enzima che provoca la morte della cellula senza danneggiare le cellule sane.

I trattamenti a base di EVOO mostrano risultati promettenti nella lotta contro il cancro al seno e al colon

Questo studio ha avuto un effetto valanga nel mondo della ricerca sul cancro e ha portato allo sviluppo di trattamenti a base di oleocantali contro alcune forme di cancro al seno.

I ricercatori dell'Università della Louisiana-Monroe hanno precedentemente scoperto che un trattamento a base di oleocantale può sopprimere l'inizio e la progressione di cancro al seno triplo negativo, il tipo più mortale.

Precedenti studi epidemiologici sulle popolazioni mediterranee che seguivano una dieta mediterranea tradizionale ricca di olio extravergine di oliva hanno rilevato casi inferiori di cancro al seno e al colon rispetto ad altre popolazioni europee o nordamericane.

A studio pubblicato nel 2014 dimostrato che in un ambiente di laboratorio, idrossitirosolo, secoiridoidi e lignani, tre tipi di polifenoli, hanno inibito la crescita delle cellule del cancro del colon.

I polifenoli lo hanno fatto imitando il segnale inviato dal recettore β degli estrogeni, che è la difesa naturale del corpo contro la crescita delle cellule tumorali nel colon. La malattia inizia a proliferare solo quando i segnali inviati da questo recettore svaniscono.

Secondo l'OMS, il cancro al seno è il tipo più comune di cancro e il quinto più mortale. Il cancro al colon è il terzo più comune e il secondo più mortale.

Dieta mediterranea associata a minor rischio di cancro alla vescica e alla prostata

Dalla scoperta del ruolo dei polifenoli nella lotta allo sviluppo del cancro a metà degli anni 2010, molte ricerche sono state dedicate al ruolo della dieta mediterranea nella lotta contro il cancro.

Insieme a EVOO, il Dieta mediterranea include il consumo di molta frutta, verdura, semi e cereali integrali, molti dei quali contengono altri polifenoli.

Una meta-analisi di 13 studi condotti nel 2019 ha rilevato che l'aderenza medio-alta a una dieta mediterranea tradizionale sembrava avere un effetto protettivo contro il cancro alla vescica.

Vedi anche:La dieta mediterranea riduce il rischio di cancro uterino

Sebbene i ricercatori non siano riusciti a isolare alcun alimento particolare che sembrava avere gli effetti desiderati contro il cancro alla vescica, gli esperti hanno suggerito come gli alimenti combinati durante la digestione e le loro proprietà antinfiammatorie abbiano avuto un ruolo nel produrre i risultati.

Il consumo di una dieta mediterranea è stato anche associato a un ridotto rischio di cancro alla prostata negli uomini. Le diete ricche di grassi trans e grassi saturi portano allo stress ossidativo nelle cellule della vescica, portando a danni al DNA. Questo danno al DNA può portare a mutazioni cellulari, causando tumori cancerosi.

Tuttavia, i polifenoli presenti in EVOO e altri alimenti della dieta mediterranea hanno l'effetto opposto, prevenendo lo stress ossidativo in queste cellule e, quindi, lo sviluppo di tumori cancerosi.

Olio extra vergine di oliva e demenza

I ricercatori avvertono che entro il 2050 più di 153 milioni di persone potrebbero avere demenza mondiale, quasi il triplo rispetto al 2019.

Tuttavia, da molti anni sono stati osservati livelli più bassi di demenza nelle popolazioni che vivono nella regione mediterranea.

Prove osservative e controllate hanno dimostrato che l'adesione alla dieta mediterranea e il consumo di olio extra vergine di oliva è associato miglioramento della memoria e della cognizione negli anziani.

La malattia di Alzheimer è il tipo più comune di demenza. Comincia a verificarsi quando i depositi di proteine ​​​​beta-amiloidi formano una placca nel cervello che alla fine interrompe le funzioni delle cellule nervose e provoca la morte dei neuroni.

Gli esperimenti di laboratorio e sugli animali hanno entrambi dimostrato quell'oleocantale promuove la produzione di altre due proteine ​​che svolgono un ruolo importante nella prevenzione dell'accumulo di placca nel cervello.

Ulteriore ricerca ha anche mostrato che l'oleocantale modula il recettore 3 del peptide complementare C1a (C3AR1).

In Alzheimer pazienti, C3AR1 sovraccarica e provoca infiammazione che compromette la funzione del sistema immunitario innato. Le proprietà antinfiammatorie dell'oleocantale impediscono al C3AR1 di lavorare troppo e riducono l'infiammazione legata all'Alzheimer e ad altre malattie neurodegenerative.

L'EVOO ha anche altri benefici per la salute

Mentre i benefici per la salute dell'olio extra vergine di oliva sono più ampiamente associati alla mitigazione del rischio di malattie cardiovascolari e demenza e alla prevenzione del cancro, numerosi altri studi mostrano una serie di benefici dal suo consumo per altre parti del corpo.

Ad esempio, uno studio del 2021 ha rilevato che seguire la dieta mediterranea può ritardare l'insorgenza del morbo di Parkinson fino a 17 anni per le donne e otto anni per gli uomini.

La malattia di Parkinson è una malattia degenerativa del sistema nervoso centrale per la quale non esiste cura. I ricercatori hanno affermato che i polifenoli presenti nell’olio extra vergine di oliva proteggono dalla malattia riducendo lo stress ossidativo nel cervello.

Vedi anche:Dieta mediterranea collegata a benefici sanitari a lungo termine per gli adolescenti

Un altro studio pubblicato lo scorso anno ha mostrato che le diete ad alto contenuto di monoinsaturi veloci, come la dieta mediterranea, hanno aumentato i livelli di testosterone negli uomini con quantità insufficienti. Bassi livelli di testosterone negli uomini sono stati collegati in studi precedenti a depressione, malattie cardiovascolari, diabete e demenza.

Ricercatori anche in Spagna ha pubblicato uno studio nel 2021 che ha riscontrato che i pazienti con lupus eritematoso sistemico che seguivano la dieta mediterranea hanno sperimentato un miglioramento nel decorso della malattia.

Il lupus, una malattia autoimmune, non ha cura, ma i pazienti che hanno seguito la dieta mediterranea avevano tassi più bassi di obesità e malattie cardiovascolari, entrambe comorbidità comuni per i pazienti.

Questa sezione dell'articolo potrebbe essere estesa in un libro, se non in un'enciclopedia. Alcuni studi collegano l'adesione alla dieta mediterranea con bassi livelli di artrite reumatoide nei fumatori, diminuzione del rischio di piccolo per la condizione dell'età gestazionale nei neonati, una migliore gestione dello stress e batteri intestinali sani ripristinati nel tratto digestivo, che aiuta con la perdita di peso.

Riassumendo tutto

Il contenuto di grassi monoinsaturi dell'olio extravergine di oliva ei suoi polifenoli apportano innumerevoli benefici per la salute.

L'EVOO è l'ingrediente chiave della dieta mediterranea. Non è un caso che il programma alimentare sia stato appena chiamato il la migliore dieta in generale per il quinto anno consecutivo da US Notizia & World Report.

Consumare da uno a quattro cucchiai (18 e 70 millilitri) di EVOO al giorno inizierà a fornire i numerosi benefici per la salute associati a Homer's "oro liquido. "

Tuttavia, EVOO è tutt'altro che un proiettile d'argento. Per godere dei suoi benefici per la salute, il consumo di EVOO dovrebbe far parte di una dieta nutriente insieme a molto esercizio e altre scelte di vita sane (ad esempio, bere alcolici con moderazione, non fumare e trovare modi per rilassarsi).

Dove trovare il miglior olio extravergine di oliva

Il cercatore di vendita al dettaglio sul Guida ufficiale ai migliori oli d'oliva del mondo rende facile trovare oli extra vergini di oliva pluripremiati vicino a te o attraverso i rivenditori online.


Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati