Come una fattoria sperimentale in Giappone ha dato origine a un olio d'oliva premiato

Quello che era iniziato come un progetto di ripristino del terreno si è trasformato in una premiata operazione di produzione di olio extravergine di oliva nell'isola giapponese meridionale di Kyushu.

Di Paolo DeAndreis
10 agosto 2023 15:38 UTC
778

Un progetto di ripristino del territorio è alla base di uno dei I migliori oli extra vergini di oliva del Giappone.

Giardino Kunisaki QLiVE, situata a Kyushu, una delle isole principali più meridionali del Giappone, guadagnato un Silver Award Al 2023 NYIOOC World Olive Oil Competition.

Kyushu è ben noto per il suo verde paesaggio montuoso, le sorgenti termali, i vulcani più attivi del Giappone e il suo clima mite. Nella penisola settentrionale di Kunisaki, nella prefettura di Oita, l'olivicoltura ha guadagnato slancio negli ultimi 10 anni.

Vedi anche:Profili del produttore

"La città di Kunisaki si affaccia sul mare di Setonai. È una zona calda con molto sole ", ha detto Takahiro Ohno, direttore generale dell'ufficio di promozione del commercio olivicolo della locale Kyusetsu AQUA Corporation Olive Oil Times.

"Il clima qui è per lo più simile al Mediterraneo, rendendolo adatto alla coltivazione dell'olivo ", ha aggiunto.

Il progetto è iniziato nel 2016 su iniziativa della società Ohno, un'azienda di gestione dei rifiuti che opera in una prefettura vicina.

"L'azienda si occupa della manutenzione e della gestione degli impianti idrici e fognari. Per contribuire alla comunità locale, ha deciso di avventurarsi nell'agricoltura a Kunisaki", ha detto Ohno. "A quel tempo, migliaia di alberelli di olivo furono piantati su un'area di circa 15 ettari.

profili-la-migliore-produzione-di-olio-d-oliva-asia-come-un-azienda-agricola-sperimentale-in-giappone-ha-dato-origine-al-premiato-olio-d-oliva-tempi-dell-olio-d-oliva

Il progetto prende il nome dai suoi obiettivi di ripristino della terra e della comunità. "Il nome QLiVE è stato creato applicando a 'q' alla parola oliva in modo che possa stare per 'live' di buona qualità”, ha detto Ohno.

Negli anni successivi, il crescente interesse per olio extravergine d'oliva e l'esperienza maturata dal personale dell'azienda ha consentito un ulteriore ampliamento degli uliveti.

Oggi, i circa 4,000 ulivi di Kunisaki coprono gli ettari 38, che secondo l'azienda la rendono la più grande azienda olivicola del Giappone.

L'olio d'oliva vincente di QLiVE al NYIOOC era la sua miscela Yumeshizuku, che secondo la giuria aveva la sensazione gustativa di erbe, cicoria, cannella e note mature.

"È un olio extra vergine di oliva caratterizzato da un'acidità molto bassa, che non raggiunge lo 0.1 per cento ", ha aggiunto Ohno. "Le sue qualità derivano dalla miscelazione di olive di cultivar di origine italiana e spagnola. La chiave dei suoi sapori è il perfetto equilibrio tra le sue note amare e piccanti.

Frantoio, Leccino, Pendolino, Nevadillo e Manzanillo sono tra le tante varietà di olive coltivate in azienda per la produzione di olio. Nel frattempo, due varietà italiane, Taggiasca e Santa Caterina, sono principalmente dedicate alla produzione di olive da tavola.

profili-la-migliore-produzione-di-olio-d-oliva-asia-come-un-azienda-agricola-sperimentale-in-giappone-ha-dato-origine-al-premiato-olio-d-oliva-tempi-dell-olio-d-oliva

L'azienda può produrre diverse miscele di olio extra vergine di oliva dalle stesse varietà modificando il periodo di raccolta. Ad esempio, Yumeshizuku Hayazumi è un robusto olio extravergine di oliva ottenuto da olive raccolte in anticipo.

"L'azienda produce anche olio Cleave, che miscela estratti di grano con olio d'oliva prodotto con varietà italiane, nonché oli aromatizzati ottenuti impastando insieme olive e frutta italiane ", ha sottolineato Ohno.

Insieme all'olio extra vergine di oliva e ad altri oli miscelati, l'azienda produce anche polvere di foglie di olivo e prodotti per la cura della pelle a base di olive.

pubblicità
pubblicità

Come in altre regioni olivicole del Giappone, far fronte a livelli elevati di precipitazioni è una delle sfide che Kunisaki QLiVE Garden deve affrontare.

Abbondanti precipitazioni durante la stagione dei monsoni del Giappone spesso interrompe la vendemmia, mentre gli eventi meteorologici estremi occasionalmente creano ostacoli significativi.

"L'anno scorso, circa 800 alberi sono caduti a causa dei danni causati dal tifone. Di recente, c'è stata molta pioggia e vento", ha detto Ohno.

Nella prefettura di Oita, quantità significative di precipitazioni sono tradizionalmente segnalate tra aprile e ottobre. In mesi come giugno le precipitazioni possono superare i 350 millimetri.

In confronto, le precipitazioni medie superano appena i 50 millimetri nello stesso periodo dell'anno a Jaén, in Spagna, la più grande regione produttrice di olio d'oliva al mondo.

"Per garantire il miglior risultato possibile nell'olivicoltura, il nostro personale di coltivazione partecipa regolarmente a sessioni di formazione tecnica ", ha affermato Ohno.

Ha aggiunto come l'azienda segua le migliori pratiche per prendersi cura degli alberi, compresi gli sforzi costanti per ridurre la quantità di pesticidi ed erbicidi utilizzati.

"Ricerchiamo anche tecniche di potatura”, ha affermato Ohno, accennando ai migliori risultati in termini di produzione e salute degli alberi che derivano dal costante miglioramento delle operazioni di potatura.

"Il personale dell'azienda agricola visita regolarmente aziende agricole impegnate in progetti di coltivazione avanzati in modo che possano migliorare costantemente le proprie conoscenze sulle ultime tecniche di coltivazione", ha affermato Ohno.

Un'altra sfida che l'azienda deve affrontare è la carenza di lavoratori. "Data la posizione, a cui non è facile accedere, è difficile assicurarsi una forza lavoro", ha detto Ohno.

Oltre a seguire le migliori pratiche in azienda, Ohno ha affermato che il moderno frantoio dell'azienda svolge un ruolo significativo nella sua capacità di produrre olio extravergine di oliva di alta qualità.

profili-la-migliore-produzione-di-olio-d-oliva-asia-come-un-azienda-agricola-sperimentale-in-giappone-ha-dato-origine-al-premiato-olio-d-oliva-tempi-dell-olio-d-oliva

"Tali macchinari ci consentono di lavorare le olive entro un massimo di 12 ore dalla raccolta, che è anche uno dei motivi per cui ne consegue l'alta qualità e il più basso grado di ossidazione ", ha affermato.

"Le nostre olive vengono raccolte a mano e i frutti vengono selezionati uno per uno, poiché solo quelli buoni vengono identificati e destinati alla nostra produzione di olio extra vergine di oliva ", ha aggiunto Ohno.

Kunisaki QLiVE Garden è anche attivamente impegnato nella diffusione di a cultura della qualità dell'olio di oliva tra i consumatori giapponesi.

"Quello che vediamo accadere molte volte è che i consumatori tendono a confrontare gli oli extra vergini di oliva nazionali di alta qualità con oli di oliva più economici e di qualità inferiore importati dall'estero ", ha affermato Ohno.

Il fattore prezzo entra in gioco per molti consumatori, almeno fino a quando non vengono tentati da una degustazione.

"Tutto cambia con la degustazione ", ha detto. "Quando chiedo ai clienti di assaggiare i nostri oli d'oliva, sono sorpresi di quanto siano deliziosi.

Ohno combina l'esperienza di degustazione con la spiegazione benefici per la salute dell'olio d'oliva più qualità organolettiche. "[Quindi] sono convinti e lo comprano", ha detto.

"Raggiungiamo i consumatori in tutti i tipi di eventi pubblici utili in modo da poter spiegare le differenze tra i gradi di olio d'oliva”, ha aggiunto Ohno.

"I clienti che sono incuriositi dall'olio d'oliva e da come viene prodotto a volte vengono nella nostra azienda agricola per farci visita ", ha spiegato Ohno, accennando all'obiettivo dell'azienda di aprire un agriturismo olivicolo entro i prossimi cinque anni.

"I nostri visitatori sono stupiti dalle dimensioni della nostra fattoria e dalla vista dell'oceano in lontananza", ha concluso.


Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati