Esplorando i benefici per la salute dell'idrossitirosolo nell'olio extra vergine di oliva

L'idrossitirosolo è tra i 25 composti fenolici presenti nell'olio extravergine di oliva, svolgendo un ruolo nella prevenzione delle malattie non trasmissibili.

Di Paolo DeAndreis
19 luglio 2023 13:25 UTC
11K legge
10967

La Dieta mediterranea è stato a lungo studiato per i suoi benefici per la salute e il legame con la longevità nel cosiddetto "zone blu. "

La significativa presenza di verdura, legumi e frutta e il minore apporto di carne rossa sono da molti considerate le principali fonti di questi benefici.

Tuttavia, Tommaso Beccari, professore di biochimica presso l'Università di Perugia in Italia, afferma che c'è dell'altro. Tra le ragioni principali degli effetti ben documentati di MedDiet sulla salute umana c'è la diffusa presenza di idrossitirosolo.

Vedi anche:Basics sull'olio d'oliva

"La sua presenza nella dieta mediterranea migliora i suoi effetti generali di promozione della salute ", ha detto Beccari Olive Oil Times.

L'idrossitirosolo è presente in vari alimenti che costituiscono il cuore della dieta mediterranea.

"Le fonti dietetiche primarie includono olio extravergine d'oliva, olive, pasta di olive ed estratto di foglie di olivo ", ha detto Beccari. "Questi alimenti sono ricchi di idrossitirosolo, che contribuisce in modo significativo al profilo benefico e salutare della dieta mediterranea”.

Oltre all'olio extra vergine di oliva e ai prodotti derivati ​​dalle olive, anche alcuni vini e frutta, come le ciliegie, forniscono quantità variabili di idrossitirosolo.

In che modo l'idrossitirosolo influisce sulla salute umana

L'idrossitirosolo è uno dei migliaia di fenoli che si trovano naturalmente nelle piante. Le sue caratteristiche lo rendono uno degli antiossidanti più benefici tra i fenoli e gli altri componenti salutari degli oli extravergine di oliva.

La sua biodisponibilità del 99% ne consente l'integrazione quasi completa nel corpo umano al momento del consumo.

Per decenni, gli scienziati hanno esplorato l'impatto dell'idrossitirosolo sulla mitigazione o addirittura sulla prevenzione di malattie come malattie cardiovascolari, disturbi neurodegenerativi, cancro, diabete e patologie polmonari, note come malattie non trasmissibili.

Vedi anche:Saluti Notizia

"Lo studio dell'idrossitirosolo iniziò alla fine degli anni '20th secolo, spinti da un crescente interesse per i benefici per la salute della dieta mediterranea”, ha raccontato Matteo Bertelli, biotecnologo e amministratore delegato di Magisnat, società che ricerca le molecole naturali presenti nella dieta mediterranea Olive Oil Times.

"Fu all'inizio degli anni '1990 che l'idrossitirosolo fu identificato come un componente importante dell'olio d'oliva, portando a un'intensificazione della ricerca sulle sue proprietà e potenziali applicazioni ", ha aggiunto.

Da allora, le indagini scientifiche hanno chiarito i suoi meccanismi molecolari, la biodisponibilità e il potenziale terapeutico nella prevenzione e nel trattamento delle malattie non trasmissibili.

Il ruolo dell'idrossitirosolo nella prevenzione delle malattie non trasmissibili

L'idrossitirosolo, un potente agente antiossidante e antinfiammatorio, è fondamentale nella prevenzione e nella gestione delle malattie non trasmissibili.

"Gli effetti protettivi dell'idrossitirosolo contro [diverse] malattie non trasmissibili sono mitigati dalla sua capacità di eliminare i radicali liberi, ridurre lo stress ossidativo, modulare le risposte infiammatorie e migliorare varie funzioni cellulari", ha affermato Beccari.

pubblicità
pubblicità

Decenni di ricerca hanno permesso agli scienziati di identificare alcuni meccanismi critici innescati dall'assunzione di idrossitirosolo.

"Modulando le vie infiammatorie, l'idrossitirosolo aiuta a mitigare l'infiammazione cronica di basso grado associata a malattie non trasmissibili", ha affermato Beccari.

Le proprietà antinfiammatorie dell'idrossitirosolo inibiscono la produzione di molecole pro-infiammatorie. Nella maggior parte dei casi, le malattie non trasmissibili sono causate da un'infiammazione cronica che si protrae per un certo numero di anni fino al punto di scatenare malattie gravi.

"L'azione antinfiammatoria dell'idrossitirosolo aiuta a mitigare questo processo, riducendo così il rischio di sviluppo della malattia", ha affermato Beccari.

Vedi anche:I polifenoli nell'olio d'oliva aiutano a guarire la pelle danneggiata

"Inoltre, l'idrossitirosolo influenza le vie di segnalazione cellulare, l'espressione genica e le attività enzimatiche, influenzando molteplici processi fisiologici», ha aggiunto.

La ricerca in corso sta studiando ulteriori effetti dell'idrossitirosolo.

Gli studi suggeriscono il suo potenziale per migliorare la protezione contro i processi neurodegenerativi, modulare le risposte immunitarie, inibire la proliferazione delle cellule tumorali e regolare i disordini metabolici.

Inoltre, la ricerca ha dimostrato che il consumo di idrossitirosolo migliora la funzione endoteliale, che svolge un ruolo cruciale nella salute cardiovascolare.

Il consumo di idrossitirosolo favorisce la dilatazione dei vasi sanguigni, migliora il flusso sanguigno e riduce il rischio di disfunzione endoteliale, un fattore chiave nello sviluppo delle malattie cardiovascolari.

"I precisi meccanismi alla base di questi effetti vengono esplorati attivamente per sbloccare il pieno potenziale terapeutico dell'idrossitirosolo", ha affermato Bertelli.

Idrossitirosolo come integratore alimentare

La natura unica del fenolo ha spinto gli scienziati a esplorare nuove formulazioni farmaceutiche o supplementi nutrizionali a base di idrossitirosolo.

Beccari e Bertelli sono tra gli autori di a uno studio del 2020 pubblicato dal Journal of Biotechnology che indaga sulle promettenti attività farmacologiche dell'idrossitirosolo.

Bertelli ha affermato che le proprietà antiossidanti dell'idrossitirosolo potrebbero supportare lo sviluppo di farmaci per ridurre lo stress ossidativo e prevenire o gestire le malattie associate.

Vedi anche:Benefici della salute dell'olio d'oliva per i cani

"Inoltre, i suoi effetti antinfiammatori lo rendono un agente promettente per affrontare le condizioni correlate all'infiammazione cronica", ha affermato Bertelli.

"Sono già disponibili integratori alimentari contenenti idrossitirosolo, che evidenziano il suo potenziale come composto naturale con benefici per la salute", ha aggiunto. "Questi integratori forniscono una dose concentrata di idrossitirosolo, offrendo un mezzo alternativo per sfruttare i suoi effetti protettivi contro le malattie non trasmissibili.

La ricerca in corso sta esplorando nuovi sistemi di rilascio e formulazioni che ottimizzano la biodisponibilità e l'efficacia dell'idrossitirosolo in forma di integratore.

Idrossitirosolo negli oli extra vergini di oliva (EVO)

Negli ultimi decenni, un numero crescente di ricerche ha esplorato gli effetti benefici del consumo di olio extravergine di oliva. Oltre all'idrossitirosolo, EVOO contiene una serie di diversi composti bioattivi.

Mentre i ricercatori hanno esaminato le qualità specifiche dell'idrossitirosolo, hanno anche scoperto che la sua presenza nell'olio extra vergine di oliva migliora gli impatti di altri composti benefici.

"Gli effetti [del consumo di EVOO] sono sfaccettati e l'idrossitirosolo gioca un ruolo significativo nella definizione di questi benefici", ha affermato Beccari.

Vedi anche:I benefici dell'olio di cocco per la salute: fatti e finzione

"Esercita un effetto sinergico con altri composti bioattivi di EVOO, come l'acido oleico e i polifenoli, migliorando i benefici per la salute complessivi associati al suo consumo ", ha aggiunto.

Considerando queste qualità, gli effetti dell'idrossitirosolo contribuiscono in modo significativo agli effetti benefici complessivi del consumo di olio extra vergine di oliva.

"La sua presenza migliora il potenziale antiossidante e antinfiammatorio di EVOO, rendendolo un componente prezioso nella prevenzione e nella gestione delle malattie non trasmissibili ", ha affermato Beccari.

Dato il suo ruolo centrale in benefici per la salute dell'olio d'oliva, diversi metodi per stimare la quantità di idrossitirosolo presente in EVOO sono stati pubblicati dai ricercatori nel corso degli anni.

Oggi questi metodi consentono ai produttori di olio extra vergine di oliva di stabilire i volumi di fenoli e polifenoli nei loro prodotti e come variano nel corso degli anni.

Solo alcuni produttori al momento includere il contenuto di polifenoli delle loro etichette di olio extravergine di oliva. Tuttavia, il profilo fenolico di un EVOO sta diventando sempre più rilevante per i consumatori.


Conoscere le basi

Cose da sapere sull'olio d'oliva, dal Olive Oil Times Education Lab.

  • L'olio extravergine di oliva (EVOO) è semplicemente il succo estratto dalle olive senza alcuna lavorazione industriale o additivi. Deve essere amaro, fruttato e pungente e privo di difetti.

  • Ce ne sono centinaia di varietà di olive utilizzati per produrre oli con profili sensoriali unici, così come molte varietà di uva sono utilizzate nei vini. Un EVOO può essere prodotto con una sola varietà (monovarietali) o più (blend).

  • L'olio extravergine di oliva contiene sano composti fenolici. È stato dimostrato che sostituire solo due cucchiai di EVOO al giorno invece di grassi meno sani migliora la salute.

  • produzione olio extra vergine di oliva di alta qualità è un compito eccezionalmente difficile e costoso. La raccolta anticipata delle olive conserva più sostanze nutritive e prolunga la durata di conservazione, ma la resa è molto inferiore a quella delle olive completamente mature che hanno perso gran parte dei loro composti sani.


Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati