Gli incendi sottolineano l'importanza dell'assicurazione del raccolto in Croazia

Dopo che un incendio ha danneggiato il 15 per cento del suo boschetto in Dalmazia, un agricoltore croato ha spiegato il ruolo cruciale che l'assicurazione sovvenzionata dal governo svolge per i piccoli agricoltori.
Agosto 18, 2022
Nedjeljko Jusup

Notizie recenti

Con l'avanzare dell'estate, di più incendi bruciano in tutta la Croazia. Gli ultimi incendi hanno inghiottito un uliveto di 2,500 alberi vicino alla città di Polača, nella Dalmazia settentrionale.

"È stato terribile. Scioccante ", ha affermato Josip Kulaš, 50 anni, proprietario del boschetto e produttore di olio d'oliva a OPG Kulaš con la sua famiglia.

Kulaš vide per la prima volta il fuoco avvicinarsi rapidamente ai suoi ulivi attraverso la finestra della sua casa. Senza esitare, si è recato sul posto con il padre di 76 anni, Milo Kulaš.

Vedi anche:Sperimenta con le varietà di olive nordafricane che danno frutti in Croazia

Presto sono arrivati ​​i vigili del fuoco di Polača e delle città circostanti. "Hanno spento il fuoco con sforzi sovrumani", ha detto Kulaš.

L'incendio si è diffuso dal vicino appezzamento di terreno abbandonato, di proprietà privata, con bosco e vegetazione bassa.

pubblicità

Tuttavia, le fiamme hanno rapidamente attraversato la proprietà di Kulaš e hanno iniziato ad inghiottire i suoi alberi, diffondendosi da un baldacchino all'altro.

Prima di essere estinto, l'incendio ha attraversato un filare di 200 alberi di Cipressina e danneggiato tra 300 e 350 alberi nell'oliveto.

"Fortunatamente, non c'è erba secca nell'oliveto, quindi spegnerlo è stato molto più facile ", ha detto un vigile del fuoco.

Kulaš, che possiede anche una piccola società di contabilità, ha deciso di piantare un uliveto biologico 15 anni fa e ha ricevuto 10 ettari di terreno demaniale in un prestito di 50 anni.

"Fin dall'inizio, abbiamo fatto tutto secondo le regole della professione", ha detto. Insieme a lui e suo padre, altri membri della famiglia sono coinvolti nell'attività, tra cui sua madre, Stoja, la moglie, Suzana e le figlie, Antonija e Valentina.

business-europe-wildfires-stress-the-importance-of-crop-insurance-in-croazia-olive-oiltimes

Il business dell'olio d'oliva della famiglia è una parte vitale del loro sostentamento. Si prevedeva di produrre almeno 8,500 litri di petrolio da il raccolto di quest'anno con piani di vendita ai clienti in Istria e Slovenia.

Vedi anche:La stagione degli incendi boschivi 2022 dovrebbe essere la peggiore d'Europa

Il suo marchio Faustina – prodotto con olive Oblica, Leccino e Pendolino – ha vinto diversi premi nazionali e internazionali. "Ci mancherà l'olio dei frutti degli alberi bruciati", ha detto.

Fortunatamente, i frutti e gli alberi del suo uliveto erano assicurati, quindi parte del danno, stimato in oltre 100,000 HRK (13,370 €), sarà risarcito.

Questo è il sesto anno consecutivo che la famiglia Kulaš assicura l'oliveto utilizzando i sussidi del Programma di sviluppo rurale (Misura 17), garantito dal Ministero dell'Agricoltura per l'assicurazione di colture, animali e piante.

"Nel nostro caso, la polizza assicurativa annuale costa HRK 36,388 (€ 4,866). Di questo, il nostro OPG paga 10,000 HRK (1,337 €) o il 30 percento, e l'Agenzia per i pagamenti in agricoltura, pesca e sviluppo rurale all'interno del Ministero dell'Agricoltura paga gli altri 25,472 HRK (3,406 €) o il 70 percento", ha affermato Kulaš.

Raccomanda agli altri agricoltori di assicurare i raccolti e le infrastrutture agricole.

Dopo che gli esperti avranno determinato l'ammontare totale dei danni, Kulaš e la sua famiglia inizieranno il restauro dell'oliveto bruciato.

Rimuoveranno tutte le parti danneggiate degli alberi, a cominciare dalle foglie, i rami più esterni, i rami secondari o scheletrici, il tronco e le radici, a seconda del grado di danno.

Nel caso degli alberi più gravemente danneggiati, rimuoveranno l'intero albero e ne pianteranno di nuovi.


pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti