I coltivatori del cortile creano olio d'oliva premiato in Australia

Due organizzazioni australiane stanno lavorando per evitare che le olive che crescono a Melbourne vadano sprecate macinando lotti combinati e restituendo l'olio alla comunità.
(Foto: CERES)
Di Lisa Anderson
Maggio. 23, 2023 23:07 UTC

I residenti di Melbourne, in Australia, stanno facendo spremere le olive del loro cortile per creare una comunità olio extravergine d'oliva in una festa annuale.

L'evento presenta bancarelle informative e consigli sulla cura degli ulivi e ha visto quasi dieci tonnellate di olive spremute dal 2018 per creare un marchio di olio extra vergine di oliva noto come 3000 acri.

"Facciamo parte della più grande famiglia CERES e il 3000 si riferisce al codice postale di Melbourne”, ha spiegato Merrin Layden, responsabile dei sistemi alimentari della comunità di CERES, un centro di imprese sociali che organizza l'evento con 3000 acri.

Vedi anche:Gli agricoltori in Australia aspettano con impazienza un raccolto abbondante

Ha detto che l'olio ha vinto medaglie d'argento e di bronzo al Royal Adelaide Show per due anni consecutivi.

Layden ha affermato che 3000 acri incoraggia le persone a lavorare insieme in tutta la città per raccogliere olive che altrimenti potrebbero andare sprecate.

"L'intento del programma è consentire alle persone di accedere alla spremitura delle olive unendosi alla loro comunità ", ha affermato, "poiché la maggior parte dei processori ha requisiti minimi di dimensione del batch che le persone altrimenti non sarebbero in grado di soddisfare.

Una volta che CERES raccoglie e pesa le olive dei partecipanti il ​​giorno del festival, queste vengono inviate alla vicina Barfold Olives, un produttore a nord-ovest di Melbourne, per essere lavorate. L'olio sarà poi consegnato ai partecipanti entro la fine dell'anno.

Il volume di olio di ciascun partecipante dipenderà dal numero di olive raccolte e da altri fattori, come la varietà di olive.

Layden ha detto che ci sono molte cultivar di olive coltivate a Melbourne. "[C'è] una così grande varietà", ha detto Olive Oil Times, "molti piantati da migranti greci e italiani con talee portate dalle loro case quando sono arrivati ​​decenni fa”.

"Abbiamo Kalamata, Manzanilla, Frantoio, Cerignola, Gordal, Arbequina e sono sicura che molti altri", ha aggiunto. "Ma le consegne sono sempre un mix di calibri, varietà, stadi di maturazione e altro ancora".

Il festival si svolge in due date diverse. Il primo evento si è svolto il 21 maggio nel sobborgo di Brunswick East, mentre il secondo si terrà il 4 giugno nell'area locale di Hobsons Bay.

Gli olivicoltori da cortile interessati a far lavorare le loro olive al prossimo evento di Hobson Bay devono iscriviti entro il 4 giugno per concordare un orario in cui lasciarli.

Le prenotazioni sono essenziali e gratuite per i residenti di Hobsons Bay e $ 15 (AUD) per i partecipanti provenienti da altre aree metropolitane di Melbourne.

"Il contributo medio per prenotazione è di circa 20-30 chilogrammi", ha affermato Layden. "Ma riceviamo solo 200 grammi consegnati da bambini entusiasti e fino a 100 chilogrammi raccolti da gruppi familiari o vicini di casa".

Ha aggiunto che ora limiteranno i contributi delle persone a 50 chilogrammi per famiglia e le olive non dovrebbero essere raccolte prima del 2 giugno.

"Puoi raccogliere le olive a mano singolarmente o in manciate, scuotere i rami o usare un rastrello per tirare giù le olive dall'albero ", ha detto.


pubblicità

Articoli Correlati