La Croazia vince il campionato di raccolta delle olive

La squadra di quattro persone di ristoratori locali ha raccolto a mano 48.2 chilogrammi di olive nella sesta edizione del Campionato mondiale di raccolta delle olive.

La squadra del campionato croato
di Nedjeljko Jusup
30 ottobre 2023 15:01 UTC
442
La squadra del campionato croato

Una squadra croata ha vinto la sesta edizione del Campionato mondiale di raccolta delle olive sull'Adriatico isola di Brač.

L'evento unico ha avuto luogo negli uliveti intorno a Postira, sulla costa settentrionale dell'isola croata. 

"Celebriamo l'olivo e diffondiamo la cultura dell'olivo in tutto il mondo", ha detto Ivana Jelinčić, direttrice dell'Ente per il turismo di Postira, che è anche il principale organizzatore del campionato Olive Oil Times.

Vedi anche:Ristoratori, produttori in Croazia discutono sull'addebito di extra per gli oli d'oliva locali

All’evento hanno partecipato undici team provenienti da paesi europei e un team di nomadi digitali con sede sull’isola, che il team croato vinto per la seconda volta.

Quattro ristoratori locali hanno rappresentato la squadra croata. "La coltivazione dell’olivo è nel nostro sangue. Abbiamo scelto come meglio sappiamo”, ha detto Marina Martinić, non nascondendo la sua soddisfazione dopo aver aiutato il conduttore a riconquistare il titolo per la prima volta dal 2017.

la-croazia-mondo-europe-vince-il-campionato-di-raccolta-delle-olive-olive-oil-times

L'inizio del 6th Campionato mondiale di raccolta delle olive

Il compito per i concorrenti non è stato facile, poiché tutta la raccolta è stata effettuata a mano. Ogni squadra, composta da quattro membri (due donne e due uomini), ha raccolto quante più olive possibile in 45 minuti.

La squadra croata ha vinto con un margine considerevole, raccogliendo 13.2 chilogrammi di olive in più rispetto al Montenegro, secondo classificato, che ha vinto l'edizione 2019 dell'evento. Polonia, che vinse il titolo 2021 più 2022, non ha inviato una squadra quest'anno.

postoTeamTotale (kg)
1Croazia48.2
2Montenegro35
3Germania34
4Austria33.8
5Irlanda33.6
6Serbia33
7Bosnia-Erzegovina31.4
8Lituania31.2
9Nomadi digitali30.8
10Lettonia26.2
11Italy26
12Spagna21.8

Sebbene solo una squadra abbia ottenuto il titolo di campionessa della raccolta delle olive, i partecipanti hanno affermato di apprezzare l'energia positiva e la gioia di far parte di una tradizione comunitaria.

"Sono in Croazia per la prima volta e sono entusiasta e felice di essere qui e sostenere questo meraviglioso progetto", ha affermato Virginia Scapinelli, dall'Italia.

Durante il campionato nell'oliveto si è svolto anche un quiz sull'olivicoltura. I rappresentanti del Montenegro hanno vinto il mini-evento e ciascuno ha ricevuto in premio un orologio realizzato con la famosa pietra calcarea bianca dell'isola.

la-croazia-mondo-europe-vince-il-campionato-di-raccolta-delle-olive-olive-oil-times

Il Team Montenegro ha vinto il mini-evento del quiz sull'olivicoltura.

Lontano dalla competizione, i partecipanti hanno potuto degustare i prodotti locali olio extravergine d'oliva, che ha ricevuto a Certificazione Denominazione di Origine Protetta nel 2022, visitare altri boschetti e mulini locali e partecipare a cene e altre attività serali.

Jelinčić ha detto che l'idea è che i visitatori possano vivere un'esperienza coinvolgente nella cultura dell'isola.

"Stiamo dimostrando che l’agricoltura e il turismo possono andare insieme”, ha affermato. "In questo modo garantiamo un’autentica esperienza turistica e una vita sana e piacevole per la gente del posto”.

Insieme ai concorrenti all'evento di quest'anno sono venuti anche i rappresentanti della distilleria Poetica di Vrgorec nella Dalmazia centrale. 

la-croazia-mondo-europe-vince-il-campionato-di-raccolta-delle-olive-olive-oil-times

Un rappresentante della distilleria Poetica di Vrgorec ha promosso un gin a base di foglie di olivo.

In collaborazione con TZO Postira, hanno progettato e prodotto un'edizione esclusiva di 200 bottiglie di gin con foglie di ulivo Postir. Sia il gin che i suoi produttori si inseriscono perfettamente nell'atmosfera insolita dell'evento.

Kaisu Koskela, una donna finlandese del team Digital Nomads, ha partecipato al concorso per la terza volta. "Le olive hanno molteplici significati simbolici che si allineano bene con i nomadi digitali ", ha affermato. "Siamo felici di poterli rappresentare qui”. 

Jelinčić ha celebrato il successo dell'evento, che la Creative Tourism Network ha premiato come la migliore esperienza creativa nel turismo nel 2019 e la fiera del turismo FITUR di Madrid ha premiato nel 2020.

"Il premio è un grande riconoscimento, ma è un obbligo continuare a migliorare”, ha detto Jelinčić.


Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati