Piogge di fine inverno e abbondanti fioriture annunciano una stagione promettente in California

Un inverno umido e mite seguito da una forte fioritura ha fatto sì che i produttori di olio d'oliva si sentissero bene per il prossimo raccolto.

Di Thomas Sechehaye
26 giugno 2023 14:35 UTC
658

Dopo un annata media 2022/23, i produttori della California affermano che le condizioni nel Golden State sembrano promettenti prima del raccolto 2023/24.

Nell'anno precedente, la California ha prodotto 1.94 milioni di galloni (7.34 milioni di litri) di olio d'oliva, il terzo totale più alto degli ultimi cinque anni e il 20% al di sotto della media quinquennale.

Siamo lieti di segnalare una fioritura degna di nota in tutti i boschetti, a significare un potenziale promettente per il raccolto.- Emma Koefoed, socia di marketing, Cobram Estate

La combinazione di pioggia di fine inverno e le buone condizioni durante la fioritura fanno sentire ottimisti alcuni dei maggiori produttori dello stato.

"Nel complesso, l'imminente raccolto di olive in California sembra piuttosto promettente ", ha detto Samantha Dorsey, presidente del McEvoy Ranch Olive Oil Times. "Al McEvoy Ranch, la fioritura è abbondante e gli alberi sono in ottime condizioni per produrre un altro grande raccolto quest'anno".

Vedi anche:Aggiornamenti del raccolto 2023

Mentre Dorsey ha detto che la fioritura era stata tardiva in tutto lo stato, ha aggiunto che le condizioni meteorologiche erano buone per l'impollinazione e non avevano danneggiato i fiori.

"I nostri alberi fioriscono circa tre settimane dopo rispetto agli anni tipici", ha detto Dorsey. "Fortunatamente, il tempo è stato perfetto mentre i fiori sono stati aperti e impollinatori: negli anni '70 (tra 21 ºC e 26 ºC) con una leggera brezza costiera".

"Speriamo sicuramente in un'estate costantemente calda per aiutare le olive a recuperare il ritardo dal loro inizio tardivo ", ha aggiunto. "Il clima estivo determinerà se raccoglieremo durante la normale finestra di novembre o se la fioritura tardiva spingerà il raccolto a dicembre".

Andrew Sciabica di Sciabica Family Olive Oil, che è stato produce olio d'oliva in California dal 1936, Ha detto Olive Oil Times che vede anche i segni di un grande raccolto dopo una fioritura abbondante.

"La fioritura è un punto cruciale nel determinare la qualità del raccolto", ha affermato. "Durante quel periodo, non abbiamo dovuto affrontare condizioni meteorologiche avverse come gelate, forti piogge e venti caldi, quindi il raccolto è andato bene".

Emma Koefoed, un'associata di marketing presso Cobram Estate a Woodland, in California, ha fatto eco a questi sentimenti.

"Come molti agricoltori della valle, quest'anno abbiamo osservato un ritardo nella fioritura", ha raccontato Olive Oil Times. "Tuttavia, siamo lieti di segnalare una fioritura degna di nota in tutti i boschetti, a significare un potenziale promettente per il raccolto".

"Anche le condizioni favorevoli di impollinazione hanno svolto un ruolo fondamentale nel promuovere uno sviluppo sano delle colture", ha aggiunto. "Mentre continuiamo a monitorare e valutare i boschetti, rimaniamo ottimisti".

Il sano sviluppo delle colture per Cobram Estate, precedentemente noto come Curva limite, arriva nonostante i danni da gelo subiti nei boschetti l'anno scorso.

"I boschetti continuano a mostrare una notevole resilienza indirizzando la loro energia verso una nuova crescita per sostenere il raccolto di quest'anno", ha affermato Koefoed. "È importante notare che gli ulivi mantengono naturalmente una produzione di frutta variabile, seguendo un ciclo di raccolta alternato. Un anno povero è spesso seguito da uno più forte quando gli alberi riacquistano vigore e capacità riproduttiva.

Mentre le piogge primaverili hanno fornito un certo sollievo dalla siccità a lungo termine che ha dominato la California, il tempo irregolare potrebbe aver colpito alcuni boschetti più di altri in tutto lo stato.

"Le abbondanti piogge hanno caricato completamente il profilo del suolo, quindi stiamo entrando nella stagione con tutti i nostri serbatoi a capacità ", ha affermato Dorsey. "Ciò significa che i nostri serbatoi di superficie (stagni) che raccolgono la pioggia e il deflusso per l'irrigazione estiva sono pieni e anche il nostro suolo, che è il nostro più grande serbatoio per l'acqua nel ranch, è a capacità di contenimento.

pubblicità
pubblicità

Gli stagni a piena superficie sono stati in netto contrasto con la situazione nell'estate del 2021 quando Dorsey ha detto Olive Oil Times la fattoria era a corto di circa 22 milioni di galloni (83 milioni di litri) di acqua.

"Entrare in primavera con stagni pieni e terreno umido sembra un enorme sollievo dopo tanti anni di siccità", ha detto.

Tuttavia, Sciabica ha affermato che il clima fresco e umido fino a marzo ha ritardato il raccolto, ma non ha causato grossi inconvenienti.

"La fioritura è un punto cruciale nel determinare la qualità del raccolto", ha affermato. "Durante quel periodo, non abbiamo dovuto affrontare condizioni meteorologiche avverse come gelate, forti piogge e venti caldi, quindi il raccolto si è stabilizzato bene".

Koefoed ha fatto eco al sentimento. "Mentre l'inverno umido e le temperature fresche sperimentate durante l'inizio della primavera hanno ritardato la crescita degli alberi '"al risveglio", il lungo periodo di pioggia e nevicate inaspettate ha causato pochi disagi rispetto allo scorso anno, poiché gli alberi erano già in uno stato di dormienza".

"Man mano che le temperature si riscaldano gradualmente e l'umidità del suolo si stabilizza, gli alberi reagiranno entrando in una fase di crescita attiva, che include lo sviluppo di foglie, germogli e la formazione di boccioli di fiori", ha aggiunto.

Man mano che questa fase si sviluppa, il team sul campo della Cobram Estate trascorrerà il resto dell'anno fornendo agli alberi i giusti nutrienti e fertilizzanti per garantire la massima produzione di frutta.

Nonostante la realtà che gli agricoltori non controllino il tempo, i moscerini della frutta o gli snafus delle attrezzature, i produttori californiani ritengono che diverse cose potrebbero creare condizioni di raccolta ideali.

"Un'estate ideale comporterebbe: un clima mite e caldo, un po' di nebbia mattutina quasi tutti i giorni, un miracoloso calo delle popolazioni di moscerini della frutta e nessuna pompa di irrigazione rotta tutto l'anno ", ha detto Dorsey. "Inoltre, tonnellate di clienti acquistano olio d'oliva per liberare spazio nel serbatoio per il raccolto di questo autunno.

Sciabica conferma: "Dovremmo vedere un buon raccolto se gli alberi ricevono un'adeguata irrigazione e nutrizione".

Tuttavia, Koefoed ha avvertito che la fioritura tardiva ha ridotto il tempo di accumulo dell'olio prima dell'inizio del raccolto.

"Per garantire un raccolto di successo, il nostro obiettivo principale sarà mantenere gli ulivi in ​​condizioni ottimali fornendo loro le risorse e le cure necessarie per svolgere le loro funzioni vitali ", ha affermato. "Ciò comporta principalmente la fornitura di acqua e nutrimento adeguati per sostenere la loro crescita e la produzione di petrolio.

Nel complesso, l'irrigazione, la nutrizione e la cura sono tre chiavi per un raccolto di successo.

"Un aspetto cruciale del mantenimento della salute degli alberi e della promozione dell'accumulo di olio è garantire che gli alberi ricevano acqua sufficiente ", ha affermato Koefoed. "Un'irrigazione adeguata è vitale, specialmente durante i periodi di maggiore caldo o periodi di siccità.

I programmi di irrigazione personalizzati per ogni boschetto prevengono lo stress idrico negli alberi consentendo loro di utilizzare la loro energia per l'accumulo di olio.

"Anche la nutrizione gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo di un raccolto fruttuoso", ha affermato Koefoed. "Ci sforziamo di attuare un programma di fertilizzazione equilibrato adattato alle specifiche esigenze nutritive degli ulivi, contribuendo a una crescita ottimale, allo sviluppo dei fiori e, in definitiva, all'accumulo di olio ".

Ha aggiunto che Cobram Estate testa frequentemente il terreno e utilizza l'analisi satellitare per determinare dove sono necessari i nutrienti nei migliori boschetti dell'azienda.

"Monitoriamo e mitighiamo qualsiasi fonte di stress che possa impedire l'accumulo di petrolio", ha affermato Koefoed. "Ciò include temperature estremamente elevate, parassiti, malattie o ventilazione inadeguata che possono influire negativamente sulla produttività degli alberi".


Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati