5K legge
5371

Notizia Brief

L'azienda israeliana si prepara a lanciare un apparecchio per l'olio d'oliva da banco

L'apparecchio da banco che trasforma le olive in olio d'oliva in meno di un'ora potrebbe essere disponibile nel 2024.
Secondo i suoi creatori, Olive X-Press sarà disponibile per la vendita presso vari rivenditori nel 2024.
Di Daniel Dawson
6 settembre 2023 14:25 UTC

Dopo oltre un decennio di sviluppo, un team di imprenditori israeliani afferma che si stanno preparando a lanciare un apparecchio da banco per la produzione di olio d'oliva: l'Olive X‑Press.

Come Olimaker spagnolo, lanciato nel 2020, il dispositivo consentirebbe ai consumatori di trasformare a casa propria in 3 minuti 45 chilogrammi di olive appena raccolte o trattate appositamente e confezionate sotto vuoto in olio d'oliva.

"Questa è la macchina per la spremitura delle olive più piccola al mondo", ha detto Nir Padan, amministratore delegato di Olive X‑Press Olive Oil Times. "Questo è stato un progetto molto impegnativo. Non è facile creare una macchina del genere”.

Padan ha affermato che l'ostacolo più grande da superare è stato combinare le tre fasi principali della produzione di olio d'oliva - macinazione, gramolatura e decantazione - in un apparecchio da banco "grande quanto una macchina da caffè."

Vedi anche:Il produttore di olio d'oliva raccoglie 500 euro tramite cripto obbligazioni

"Per penetrare nella cucina di casa, vuoi avere un solo motore. Vuoi avere una macchina molto silenziosa, piccola e facile da lavare", ha detto, aggiungendo che devono anche essere facili da montare e smontare. "Questo è un tipo di impresa totalmente diverso.

In un brevetto presentato alle autorità degli Stati Uniti, gli inventori hanno affermato che alla fine hanno deciso di utilizzare la pressione invece dell'attrito, il metodo utilizzato nei mulini a martelli, per estrarre il petrolio. Il primo metodo trasforma le olive a temperature più basse e in modo più silenzioso.

"La presente invenzione ha lo scopo di fornire un processo a bassa velocità e bassa coppia per la rottura del nocciolo d’oliva”, hanno scritto gli inventori nel brevetto. "Il processo a bassa velocità impedisce il surriscaldamento durante la lavorazione delle olive.

"Inoltre, coppia e velocità basse si traducono in un motore piccolo, leggero e a basso consumo energetico, adatto per un elettrodomestico”, hanno aggiunto. "La bassa velocità riduce inoltre i rumori e consente di condividere la stessa velocità di rotazione di diverse fasi del processo”.

L'Olive X‑Press assomiglia a un incrocio tra un normale robot da cucina e una macchina da caffè. Sebbene il progetto finale non sia stato completato, Padan ha indicato che una copertura esterna ospiterà il dispositivo e il suo motore esterno.

"Dopo aver fornito il meccanismo di funzionamento in test diffusi, entreremo nei dettagli sulla forma esterna e sul design, che renderanno il prodotto una macchina molto gradevole per la vendita al dettaglio", ha affermato Padan.

Il dispositivo è un tronco di cono, un cilindro conico con diametro superiore minore e diametro base maggiore. Le olive vengono poste su una piattaforma sul dispositivo e introdotte nel frantoio.

Una volta frantumato il nocciolo, la pasta di olive risultante filtra in una vasca di gramolatura sul fondo del tronco, dove la pasta viene impastata per 30-40 minuti per aumentare la dimensione delle gocce di olio.

Successivamente la pasta gramolata viene pressata per separare la parte solida da quella liquida, acqua e olio d'oliva. Il liquido passa quindi attraverso un filtro verticale e l'olio d'oliva viene ulteriormente separato dall'acqua per densità.

Padan ha affermato che il prototipo sarà sottoposto a test rigorosi e dovrebbe essere pronto per un'introduzione sul mercato limitata prima della raccolta delle olive del 2024. Si aspetta di vendere l'apparecchio per circa 250 dollari (233 euro).

"Prima della prossima stagione del raccolto nell’emisfero settentrionale, venderemo i controsoffitti domestici in tutto il mondo tramite i rivenditori”, ha affermato. "Inizieremo con le persone che coltivano olivi, che vivono vicino agli ulivi.

Oltre alla vendita dell'apparecchio, Padan ha affermato che l'azienda trarrà la maggior parte dei suoi ricavi dalla vendita delle olive confezionate sottovuoto da trasformare nell'apparecchio, confrontando l'approccio con quello delle cialde Nespresso.

pubblicità
pubblicità

"Ciò significa che abbiamo dovuto sviluppare una durata di conservazione prolungata per le olive fresche ", ha affermato. "Il problema che dovevamo risolvere. Precedentemente oggi l’unico modo per spremere un olio di alta qualità era il giorno della raccolta”.

"Per risolvere questo problema, stiamo dando alle olive un trattamento naturale, che non è chimico ", ha aggiunto Padan, "Dopo questo trattamento chiudiamo le olive in una confezione sottovuoto. Inoltre, conserviamo le olive confezionate in frigorifero. Le olive confezionate possono essere utilizzate per più di un anno per spremere un olio d'oliva fresco.

Padan ha affermato che il trattamento comprendeva antiossidanti ma ha rifiutato di entrare nei dettagli, citando la necessità di rimanere competitivi.

L'azienda prevede di concedere in licenza la tecnologia, X‑Tend, per consentire agli olivicoltori di tutto il mondo di preparare le olive per la macchina utilizzando il processo che potrebbe essere venduto ai consumatori.

Padan ha affermato che ciò creerebbe anche un'ampia varietà di opzioni, dal delicato Arbequinas e il pungente Coratina a varietà molto meno comuni solitamente limitate a piccole aree geografiche.

briefs-business-azienda-israeliana-si-prepara-al-lancio-di-un-apparecchio-per-olio-d-oliva-da-banco-olive-oil-times

Olive X‑Press confeziona le olive utilizzando la loro tecnologia brevettata per l'uso nell'apparecchio.

Padan insiste sul fatto che l'olio d'oliva creato da Olive X‑Press ha lo stesso sapore di quello appena macinato olio extravergine d'oliva. La sua affermazione è stata sostenuta da Zohar Kerem, professore di chimica alimentare presso l'Università Ebraica di Gerusalemme, che ha svolto consulenza sul progetto.

Kerem e il suo team hanno analizzato l'olio d'oliva prodotto dall'Olive X‑Press utilizzando test fisico-chimici e organolettici standard per determinare il grado di olio d'oliva e qualità.

Descrivendo i risultati del suo studio in una lettera a Padan, che fu vista do olive oil Times, Kerem ha detto che i livelli di composti che promuovono la salute, compresi polifenoli, nell'olio d'oliva prodotto dall'Olive X‑Press erano simili agli oli extra vergini di oliva freschi.

I ricercatori hanno anche scoperto che l'olio d'oliva prodotto dall'Olive X‑Press ha una durata di conservazione simile all'olio d'oliva prodotto convenzionalmente.

"Un olio prodotto da frutti trattati e conservati come sopra ha una composizione uguale all’olio spremuto oggi dai frantoi commerciali”, ha scritto Kerem. "La nuova tecnologia Olive X‑Tend ha effettivamente esteso la stagione del raccolto e la disponibilità di olio d'oliva fresco da tre mesi a tutto l'anno.

In vista del lancio iniziale della Olive X‑Press per la vendita al dettaglio, Padan è impegnato a viaggiare, alla ricerca di clienti e alla raccolta fondi. Ha detto che la società ha già raccolto 3.5 milioni di dollari (3.26 milioni di euro) per il progetto e prevede di continuare questi sforzi, inclusa una visita a settembre a New York City per incontrare gli investitori.

Quando Olive Oil Times contattato per la prima volta Padan per discutere del dispositivo, ha risposto al telefono da un affollato ristorante di Tokyo dopo aver firmato un memorandum d'intesa con il suo primo cliente.

"Saranno i primi ad acquistare il nostro piano di lavoro e ad andare sul mercato con la macchina”, ha affermato Padan.

Lui lo crede Il Giappone è un mercato ideale per avviare il dispositivo. Secondo il Consiglio oleicolo internazionale, il Giappone ha consumato 57,000 tonnellate di olio d'oliva nella campagna agricola 2021/22. Secondo dati separati dell'Istituto spagnolo di commercio estero, il consumo pro capite rimane pari a 0.4 litri all'anno.

Tuttavia, Padan scommette su Olive X‑Press per fornire i prodotti di alta qualità che i consumatori giapponesi cercano.

"Posso vederlo chiaramente ora alcune volte dopo la visita", ha detto. "Il consumatore giapponese apprezza molto il cibo fresco e di alta qualità ed è disposto a pagare”.


pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati