L'app per la salute alimentare riceve il via libera in Italia dopo aver ridotto l'influenza del punteggio nutrizionale

L'app Yuka ridurrà l'importanza della classifica del punteggio nutrizionale di un alimento e darà maggiore enfasi ai micronutrienti e agli additivi.
Foto: Yuka
Agosto 3, 2022
Paolo De Andreis

Notizie recenti

Yuka, un'applicazione mobile per la valutazione e la raccomandazione degli alimenti, è stata approvata dall'organismo di vigilanza del mercato italiano dopo aver modificato il modo in cui consiglia i prodotti alimentari ai consumatori.

L'Agenzia Italiana della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha accettato un lungo elenco di modifiche proposte dall'app che dissocia le sue raccomandazioni dai prodotti alimentari punteggio Nutri valutazione.

I creatori di Yuka affermano che l'app è progettata per aiutare i consumatori a identificare scelte alimentari sane in una dozzina di paesi, tra cui Stati Uniti, Australia, Spagna, Francia e Italia.

Vedi anche:Il punteggio nutritivo non penalizza le specialità alimentari tradizionali, rileva l'indagine

Lo scorso novembre l'AGCM ha annunciato un'indagine sull'app mobile. L'agenzia ha citato le sue somiglianze con Nutri-Score, un sistema di classificazione degli alimenti che è caduto immenso scrutinio in Italia, e teme che possa essere di disturbo per alcuni produttori agricoli.

Confagricoltura, associazione di agricoltori e produttori, avverte che Yuka ha allontanato i consumatori dalla certezza "cibi cattivi” e verso gli altri "cibi buoni” in base alla loro valutazione del punteggio nutrizionale. Hanno aggiunto che queste raccomandazioni avrebbero gravi ripercussioni sui produttori di specialità alimentari tradizionali italiane.

pubblicità

Nutri-Score è un'etichetta frontale derivata da un algoritmo che classifica gli alimenti confezionati con uno schema di cinque colori/lettere, dalla A verde più sana alla E rossa meno sana.

I punteggi Nutri-Score sono determinati dal contenuto di zucchero, sale e grassi per porzione da 100 grammi o millilitri.

Olive oil proi produttori di tutta Europa criticano la valutazione Yellow‑C attribuita a tutti gradi di olio d'oliva, sostenendo il benefici alla salute dei suoi micronutrienti vengono ignorati.

Mentre i suoi sostenitori sostengono che Nutri-Score aiuta i consumatori selezionare l'opzione più sana tra specifiche categorie di alimenti (come gli oli commestibili), Yuka offre strumenti di confronto e suggerimenti per l'acquisto in loco.

Per soddisfare i requisiti dell'AGCM, Yuka ha aggiornato le sue politiche e le informazioni che fornisce agli utenti.

Ha ridotto il peso dato alle valutazioni Nutri-Score nella versione italiana dell'app e ora considera il contenuto di micronutrienti di un alimento, come polifenolie additivi.

Come risultato delle modifiche, i creatori dell'app hanno affermato che le bevande analcoliche senza zucchero riceverebbero un punteggio inferiore rispetto alla loro valutazione del punteggio nutrizionale B verde chiaro.

I produttori di app hanno aggiunto che le valutazioni di Nutri-Score sono state ora estrapolate in un punteggio numerico da zero a 100.

Dopo queste modifiche, olio extravergine d'oliva ha ricevuto un punteggio di 75. L'olio extra vergine di oliva biologico è valutato a 85.

L'app mobile è stata inoltre modificata per rimuovere i collegamenti diretti a studi specifici condotti sull'etichettatura degli alimenti in diversi paesi, che secondo l'AGCM potrebbero essere visti come avalli delle valutazioni di Yuka.

Yuka è stata inoltre tenuta ad avvertire i consumatori in Italia che la dieta è solo una componente di uno stile di vita sano, insieme all'esercizio fisico, all'igiene, ai fattori ambientali, al fumo, allo stress e al consumo di alcol e droghe.

"Il punteggio assegnato dall'app rappresenta, quindi, una mera opinione dell'editore basata sulle informazioni disponibili sul prodotto alimentare", hanno affermato i suoi creatori.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti