Mulini comunitari in aumento in Francia

Un raccolto abbondante e prezzi elevati hanno portato a un’impennata dell’attività e degli investimenti negli stabilimenti comunitari.

Conduttura del Moulin du Pré (Foto: Moli D'Oli)
Di Ofeoritse Daibo
13 febbraio 2024 23:40 UTC
355
Conduttura del Moulin du Pré (Foto: Moli D'Oli)

Nel sud della Francia, da ottobre a dicembre, le persone riempivano i cesti di olive, desiderose di trasformarle in olio d'oliva fresco. Migliaia di persone si riuniscono fuori dai frantoi locali in un'atmosfera festosa.

"È una tradizione annuale ", ha detto Alexandra Paris, direttrice della comunicazione di France Olive, un'associazione di produttori Olive Oil Times. "È sempre stato così. Ogni anno, i clienti indipendenti, comprese le famiglie, che possiedono alberi di ulivo si recano nei frantoi.

Non si può negare che in Francia si sia assistito ad una rinascita del settore dell’olio d’oliva.- Alexander Paris, direttore della comunicazione, France Olive

Tra i mulini c'è il Bargemon, di 200 anni, gestito dall'associazione Moli d'Oli. Ospitava folle di persone che avevano raccolto le olive dagli alberi dei loro giardini ed erano ansiose di trasformare il loro prezioso carico in oro verde.

"Questa stagione del raccolto è stata straordinaria", ha detto Catherine Pelissou, presidente dell'associazione Olive Oil Times. "Normalmente spingiamo circa 70 tonnellate di olive, ma quest'anno ne abbiamo spremute 106 tonnellate, producendo 15,000 litri di olio d'oliva, quasi il doppio della quantità a cui siamo abituati. 

Vedi anche:Il cambiamento climatico porta alcuni produttori di vino di Bordeaux a piantare olive

Mentre molti produttori con moderni mulini a dischi o a martelli usano il termine 'pressato' per descrivere il loro processo di produzione dell'olio d'oliva piuttosto che 'schiacciato' o 'trasformato", il Bargemon utilizza ancora il metodo di spremitura tradizionale.

"Persino le macchine da stampa moderne non sono in grado di gestire la domanda”, ha affermato Pelissou. "Quelli che non riuscivano a trovare un posto con loro venivano da me. Non che ci fosse una preferenza particolare: cercavano un luogo, moderno o meno, per frangere le loro olive.

"I tempi di attesa per l’olio proveniente da una pressa tradizionale sono molto più lunghi”, ha aggiunto. "Sono sette ore per una macchina da stampa come la mia e un’ora per una macchina da stampa moderna”.

attività-produttiva-europe-mulini-comunitari-in-ascesa-in-francia-olive-oil-times

Il tradizionale frantoio di Moli D'Oli è molto richiesto. (Foto: Moli D'Oli)

Mentre il raccolto eccezionale della Francia nel Anno del raccolto 2023/24, in cui si prevede che la produzione salirà a 4,400 tonnellate, potrebbe in parte spiegare l'aumento dei clienti presso gli stabilimenti locali, Pelissou ritiene che ciò sia dovuto anche a un cambiamento culturale.

"Le persone sono state molto motivate”, ha detto. "Lo fanno innanzitutto per il piacere e la soddisfazione di possedere il proprio olio d'oliva. Alcuni addirittura vendono l’eccedenza prodotta, tramite noi o in modo indipendente”. 

"In secondo luogo, le persone stanno diventando più consapevoli della qualità e della tracciabilità di ciò che mangiano”, ha aggiunto Pelissou. "In terzo luogo, il buon olio d’oliva è costoso. I prezzi dei supermercati stanno aumentando e qui nel Var, dove le olive crescono naturalmente, le persone stanno cominciando a imparare di più sulla coltivazione e su come spremere il proprio olio.

Pelissou spera di approfittare di questo momento insolito, caratterizzato da un raccolto eccezionale abbinato a prezzi elevati in Francia, per coinvolgere più persone nel settore. 

Ha detto che l'iscrizione annuale all'associazione è di € 10 con un costo aggiuntivo da € 0.50 a € 0.60 per chilogrammo di olive macinate, a seconda che il cliente porti più o meno di 100 chilogrammi.

"Se le olive sono verdi, ci vogliono dagli otto ai nove chilogrammi di olive per produrre un litro di olio d'oliva ", ha detto. "Il sapore è solitamente piuttosto piccante per le olive novelle. Se le olive sono più vecchie, per produrre un litro di olio d'oliva sono necessari dai quattro ai cinque chilogrammi. Il gusto è più morbido di quello delle olive più nuove.

attività-produttiva-europe-mulini-comunitari-in-ascesa-in-francia-olive-oil-times

Nonostante l'attesa di sette ore, i clienti celebrano la trasparenza dei mulini tradizionali. (Foto: Moli D'Oli)

"Stiamo cercando investimenti nel nostro stabilimento e speriamo di ricevere il sostegno della comunità”, ha aggiunto Pelissou. "Investimento in la coltivazione dell'olivo è in crescita nella regione. Ad esempio, a Callas, un frantoio di proprietà della famiglia Bérenguier da quattro generazioni ha recentemente investito in più di 1,000 ulivi. Lo fanno a causa della crescente domanda”.

Secondo gli esperti, le persone preferiscono visitare i frantoi per la tracciabilità e la qualità dell'olio prodotto rispetto a quello che possono trovare nei supermercati. 

Tuttavia, ora quello i prezzi dell'olio d'oliva all'origine hanno raggiunto livelli record, con prezzi che raggiungono i 30 euro al litro per la produzione locale olio extravergine d'oliva, non è chiaro se i prezzi più elevati nei supermercati abbiano influito sulle preferenze di acquisto diretto presso gli stabilimenti.

pubblicità
pubblicità

Un altro presidente dell'associazione, Luc Poulain d'Andecy di Promolive, ha detto ai media locali che in questa stagione del raccolto, un litro di olio prodotto nel suo frantoio di Caveirac costa 3.50 euro per ciascuno dei suoi membri. "Un prezzo imbattibile", ha detto.

"Non è chiaro se più persone si recheranno ai frantoi ora che i prezzi dell'olio d'oliva sono elevati poiché i dati sono ancora in fase di raccolta ", ha affermato Paris. "Non si può negare che recentemente c'è stata una rinascita del settore dell'olio d'oliva in Francia. Tuttavia, ciò che sembra essere più evidente è che sempre più frantoi sembrano accettare le olive per trasformarle in olio d'oliva.

attività-produttiva-europe-mulini-comunitari-in-ascesa-in-francia-olive-oil-times

Sebbene non tutte siano macchine da stampa tradizionali, gli stabilimenti stanno aprendo i battenti nel sud della Francia per soddisfare la crescente domanda. (Foto: Moli D'Oli)

"Ci sono infatti più frantoi rispetto a 15 anni fa e hanno trasformato il settore ", ha aggiunto.

In effetti, lo scorso anno sono stati creati diversi nuovi frantoi e sembrano prosperare. 

L'oleificio Mas Miger ad Alès-Anduze è stato lanciato nell'ottobre 2023 e ha già guadagnato terreno. I tre proprietari stanno investendo 350,000 euro nella costruzione di un nuovo edificio di 400 metri quadrati e 200,000 euro in una nuova linea di produzione.

Nel frattempo, Bernard Saïn ha fondato nell'ottobre 2023 l'unico frantoio della Gironda. Il suo frantoio è "l’unico nella regione” e ha attirato persone "della Dordogna, del Lot-et-Garonne e dei castelli che li avevano piantati per farli belli e che, fino ad ora, hanno guardato cadere le olive.

"La produzione di questi frantoi è principalmente nel sud-ovest della Francia ", ha affermato Paris. "Non è localizzato, tuttavia. Stanno semplicemente spuntando, espandendosi in tutta la regione. Il loro numero è raddoppiato, passando da 105 nel 1995 a 315 oggi. Circa 50 sono gestiti da cooperative, mentre il resto è di proprietà privata”.



Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati