Il produttore cileno punta molto sulle varietà italiane

Olivos Ruta del Sol sfrutta il terroir del Cile per produrre alcuni dei migliori oli extravergine di oliva del paese.

Olivos Ruta del Sol produce ogni anno 700,000 litri di olio extravergine di oliva da cinque varietà. (Foto: Olivos Ruta del Sol)
Di Costas Vasilopoulos
29 novembre 2023 20:37 UTC
588
Olivos Ruta del Sol produce ogni anno 700,000 litri di olio extravergine di oliva da cinque varietà. (Foto: Olivos Ruta del Sol)

Nel 2006, l'industria dell'olio d'oliva cilena era ancora agli inizi. Quell'anno il paese produsse 3,000 tonnellate di olio d'oliva, mentre gli uliveti esistenti coprivano circa 5,000 ettari.

Vedendo un debole barlume di potenziale di crescita nel nascente settore dell'olio d'oliva del paese, un gruppo di imprenditori ha deciso di avventurarsi nella produzione di olio d'oliva. Olivo Ruta del Sol

"A parte le piantagioni di olive da tavola, all'epoca non c'erano molte informazioni o esperienza aziendale nella produzione di olio d'oliva ", ha detto Fernando Carrasco Spano, amministratore delegato dell'aziendo olive oil Times.

"La storia di Olivos Ruta del Sol è iniziata con un gruppo entusiasta di imprenditori che volevano partecipare all'emergente settore dell'olio d'oliva in Cile e hanno deciso di creare insieme un progetto imprenditoriale ", ha aggiunto. "Affascinati dai vantaggi del prodotto, hanno definito l'obiettivo comune di renderlo di altissimo livello olio extravergine d'oliva. "

Vedi anche:Profili del produttore

Il viaggio dell'azienda verso la produzione di olio d'oliva pluripremiato è iniziato con la ricerca del luogo ideale.

Dopo aver esplorato quasi 20 proprietà in tutto il paese, i soci fondatori di Olivos Ruta del Sol si stabilirono a Huerto La Marquesa de Leyda, nella regione cilena centrale di Valparaíso.

"Sono rimasti affascinati dalle caratteristiche emergenti della valle, hanno scommesso su questa zona essenzialmente inesplorata del Cile e hanno piantato i primi 100 ettari di ulivi nel 2006 ", ha affermato Spano.

Due anni dopo, l'azienda iniziò a piantare il suo secondo uliveto vicino a El Cerrillo nella regione di O'Higgins, che alla fine divenne la sua principale base operativa.

"La zona di El Cerrillo a Pumanque ha un clima mediterraneo molto marcato, con molte ore di luce”, ha detto Spano. "Gradualmente, il centro produttivo e operativo dell'azienda si è spostato in questo frutteto, da dove riforniamo il crescente mercato nazionale e internazionale."

profili-la-migliore-produzione-di-olio-d-oliva-sud-america-il-produttore-cileno-scommette-grande-sulle-varieta-italiane-olive-oil-times

Fernando Carrasco Spano ha co-fondato Olivos Ruta del Sol nel 2006.

Olivos Ruta del Sol, conosciuta anche come Deleyda dalla sua gamma di oli d'oliva, ora coltiva 143,000 alberi di olive Leccino, Frantoio, Coratina, Koroneiki e Arbequina su 205 ettari con la capacità di produrre 700,000 litri di olio extra vergine di oliva ogni anno nei suoi frantoio ad alta tecnologia.

Sebbene nuovi nel campo della produzione di olio d'oliva, i fondatori dell'azienda sapevano fin dall'inizio che la qualità è uno dei fattori principali per trasformare un piccolo ma ambizioso produttore di olio d'oliva in una storia di successo.

"Fin dall'inizio, la nostra convinzione più forte è stata quella di mantenere un progetto coerente sull'olio d'oliva, anche se ciò significa rese inferiori o costi di produzione più elevati ", ha affermato Spano. "La qualità è al centro della nostra convinzione.”

Il paese sudamericano, snello e sinuoso, offre numerosi vantaggi per la coltivazione dell'olivo: la valle centrale, la terra più fertile del Cile e sede della maggior parte degli uliveti, vanta un clima mediterraneo temperato e un terreno roccioso e ben drenato.

pubblicità

Il Cile è il secondo produttore di olio d'oliva nelle Americhe, con 28,000 ettari di uliveti piantati e una produzione media annua di 20,000 tonnellate di olio d'oliva.

Inoltre, le barriere naturali proteggono il Cile da molti dei flagelli che hanno tormentato gli olivicoltori di altri paesi produttori. Uno di questi è il mosca di frutta d'oliva, un parassita che può minare la qualità dell'olio d'oliva.

profili-la-migliore-produzione-di-olio-d-oliva-sud-america-il-produttore-cileno-scommette-grande-sulle-varieta-italiane-olive-oil-times

Spano ha affermato che Olivos Ruta del Sol è stata una delle prime aziende a piantare olivi a Valparaíso.

"La nostra posizione nel Cile centrale offre una forte barriera contro gli agenti patogeni dell'olivo a causa delle Ande ", ha affermato Spano.

"La semina e la coltivazione delle nostre varietà italiane è un buon esempio della nostra fiducia nella qualità e della coerenza nel mantenerla”, ha aggiunto con orgoglio. "Puntiamo su di loro anche se la loro resa è molto inferiore rispetto ad altre varietà. Pochi frutteti in Cile hanno queste varietà; per noi sono fondamentali”.

Cultivar di olivo

Una cultivar di olivo è una varietà coltivata dell'olivo (Olea europaea). Esistono oltre 1,000 cultivar di olivo diverse, ognuna con le proprie caratteristiche uniche. Alcune delle cultivar di olivo più comuni includono:

Le cultivar di olivo prendono generalmente il nome dalla regione in cui hanno avuto origine. Ad esempio, la cultivar Arbequina è originaria della regione spagnola dell'Arbequina.

Le cultivar di olivo sono importanti per la produzione di olio d'oliva e olive da tavola. Il tipo di cultivar di oliva utilizzato può influenzare il sapore, l'aroma e la qualità dell'olio d'oliva o delle olive da tavola.

Le cultivar di olivo sono importanti anche per la resistenza dell'olivo a parassiti e malattie. Alcune cultivar di olivo sono più resistenti ad alcuni parassiti e malattie rispetto ad altre. Questo è importante per gli olivicoltori, poiché può aiutare a proteggere i loro alberi da danni e perdita di rendimento.

Deleyda è riuscita anche a evitare gravi ripercussioni derivanti dalla prolungata siccità che ha colpito gran parte delle zone rurali del Cile per oltre un decennio.

"La siccità è stata una sfida negli ultimi cinque anni qui, ma non ha influenzato il nostro raccolto di olio d'oliva del 2023 ", ha affermato Spano. "In ogni caso, miglioriamo continuamente l’utilizzo dell’acqua nei nostri oliveti per far fronte ad eventuali carenze”.

L'attività produttiva dell'azienda è caratterizzata da un approccio di reciprocità, riconoscendo l'importanza di essere localizzati in un territorio così favorevole per la produzione dell'olio d'oliva.

"Per noi è essenziale avere un impatto positivo sull’ambiente e sulla nostra comunità”, ha affermato Spano.

"Questo è il motivo per cui abbiamo aggiunto diverse strategie per mitigare le nostre emissioni di CO2 e rimanere fedeli al nostro impegno per una produzione di olio d'oliva rispettosa dell'ambiente ", ha aggiunto. "Uno di questi è stato l’installazione di un pannello solare a Pumanque, che ci consente di soddisfare il nostro fabbisogno energetico in modo pulito e responsabile”.

profili-la-migliore-produzione-di-olio-d-oliva-sud-america-il-produttore-cileno-scommette-grande-sulle-varieta-italiane-olive-oil-times

Oltre a seguire le migliori pratiche sostenibili, Spano ha attribuito parte del successo dell'azienda al suo moderno stabilimento.

Deleyda ha anche guadagnato una media di "Sustainable Olive Oil” sigillo dell'associazione di produttori ChileOliva, che certifica il rispetto delle strategie ambientali del Clean Production Agreement operanti in Cile.

Nonostante cambiamento climatico influenzando i tempi di raccolta, l'azienda si è adattata e continua a produrre alcuni dei migliori oli d'oliva del paese.

"Ogni anno la raccolta inizia prima rispetto all'anno precedente", ha affermato Spano. "La raccolta 2023 è andata secondo i piani, con i nostri oli che hanno vantato aromi elevati e grandi caratteristiche organolettiche grazie al clima fresco e alla lenta maturazione delle olive”.

In quest'anno NYIOOC World Olive Oil Competition, le miscele di olio d'oliva Deleyda hanno ottenuto un Gold e un Silver Award, prolungando la serie di vittorie consecutive di Olivos Ruta del Sol al NYIOOC a cinque anni consecutivi.

"Vincere a New York è straordinario, soprattutto perché i nostri mercati sono quasi al 100% esteri”, ha affermato Spano. "Raggiungere la vetta ci motiva a lavorare ancora più duramente ogni anno per fornire i nostri prodotti di qualità”.

La dedizione dell'azienda alla qualità e alla sostenibilità, unita alle caratteristiche uniche del terroir cileno, hanno reso Olivos Ruta del Sol una forza da non sottovalutare tra produttori con sede nel Cono Sud del Sud America.

"Il progetto è cresciuto in sfide e ambizioni, ma sempre con la convinzione che l'unico modo per produrre olio d'oliva eccellente fosse impegnarsi per la qualità ", ha affermato Spano.

"Abbiamo delineato questa visione per la nostra azienda e siamo molto orgogliosi di aver costruito nel tempo un progetto olivicolo coerente, grazie ad un lavoro meticoloso e duro", ha aggiunto. "Vogliamo portare il nostro straordinario olio d'oliva in più posti negli Stati Uniti e nel resto del mondo ".


Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati