Le esportazioni di olive nere spagnole negli Stati Uniti continuano a diminuire

La Commissione europea ha avvertito che le tariffe statunitensi violano i regolamenti dell'OMC. Ma non rimborserà i produttori spagnoli per le spese legali.

Di Paolo DeAndreis
30 gennaio 2023 14:48 UTC
839

I produttori di olive da tavola nere in Spagna non riceveranno alcun compenso dal Commissione europea per coprire le spese legali che stanno affrontando mentre combattono il tariffe imposti dagli Stati Uniti sulle loro esportazioni.

All'ultima riunione della Commissione Agricoltura del Parlamento europeo, la Commissione europea ha riconosciuto che la lite tariffaria "è un problema che riguarda non solo la Spagna”. Uno dei suoi massimi funzionari ha notato come sono tali tariffe "inaccettabili” perché adottati "in violazione del Organizzazione mondiale del commercio regolamenti”.

Vedi anche:Spagna, UE Reagisce alle tariffe degli Stati Uniti sulle olive spagnole

Il vicedirettore generale per l'agricoltura e lo sviluppo rurale della Commissione europea, John Clarke, ha sottolineato che i produttori di olive da tavola in Spagna potrebbero trovare un parziale sollievo dall'Unione europea finanziamenti per lo sviluppo rurale.

Ha inoltre osservato che le attuali normative consentono al governo spagnolo di concedere fino a 200 milioni di euro in tre anni per sostenere casi specifici.

Come riportato da Euractiv, Clarke ha insistito sul fatto che l'Unione europea continuerà a lavorare per rimuovere tale tariffe punitive. Tuttavia, ha avvertito che le spese legali non sarebbero state rimborsate.

Prima delle sue osservazioni, i produttori spagnoli di olive da tavola hanno presentato un elenco dettagliato dei danni causati dal Tariffe statunitensi. Nelle loro parole, le tariffe hanno provocato una riduzione del 68% dei volumi di olive nere esportate negli Stati Uniti negli ultimi cinque anni.

Secondo Gabriel Cabello, presidente del dipartimento delle olive da tavola delle cooperative agroalimentari della Spagna, il vuoto lasciato nel mercato delle olive nere degli Stati Uniti viene colmato da concorrenti di altri paesi europei non coinvolti nella disputa commerciale e da Nordafricano produttori.

Cabello ha osservato che il mercato delle olive nere degli Stati Uniti è il più importante al mondo, il che significa che tali tariffe incidono direttamente sullo sviluppo dell'intero settore in Spagna.

Secondo i dati del Consiglio oleicolo internazionale (CIO), olive da tavola i volumi delle importazioni negli Stati Uniti sono cresciuti in modo significativo negli ultimi decenni. Nella stagione 1990/1991, gli Stati Uniti hanno importato 68 mila tonnellate di olive da tavola. Tali cifre sono cresciute a 157.5 mila tonnellate nella stagione 2021/2022. Oggi gli Stati Uniti rappresentano una quota importante delle importazioni globali di olive da tavola.

Come riportato da Agroinformacion, nel suo intervento, Cabello ha avvertito che il "tariffe illegali” imposte dagli Stati Uniti violano la Politica Agricola Comune dell'Unione Europea e le sue sovvenzioni.

"Oggi è un'azione contro un solo stato membro [dell'Unione europea] e un solo settore, ma potrebbe essere applicata in modo più ampio a più settori e più stati membri ", ha affermato Cabello. Ha osservato che da quando sono state imposte le tariffe, sono stati spesi più di 8.5 milioni di euro tribunali americani dall'intero settore spagnolo delle olive da tavola.



Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati