Gli uliveti biologici continuano a fiorire in Spagna

L'Andalusia e l'Aragona hanno registrato gli incrementi più significativi nella coltivazione dell'olivo biologico.

Settembre 29, 2022
Di Daniel Dawson

Notizie recenti

La terra dedicata a uliveti biologici in Spagna è aumentato del 16% nel 2021, secondo il Ministero dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione.

Gli uliveti biologici ora coprono 256,510 ettari in 16 delle 17 comunità autonome della Spagna, un'area più grande del Lussemburgo. La Cantabria, nell'estremo nord del paese, è l'unica regione senza uliveti biologici.

Tuttavia, la coltivazione dell'olivo biologico non è aumentata in modo uniforme in tutto il paese. Tra il 2020 e il 2021, quattro regioni – Paesi Baschi, Castilla-La Mancha, Isole Canarie e Galizia – hanno registrato un calo degli oliveti biologici.

Vedi anche:Le prospettive del raccolto peggiorano in Spagna

Il più pronunciato di questi cali è arrivato in Castilla-La Mancha, la seconda regione spagnola produttrice di olio d'oliva, che ha perso 1,762 ettari di oliveti biologici dal 2020 al 2021, con una diminuzione del 2.4%.

I Paesi Baschi hanno registrato una diminuzione relativa molto più ampia (15%) ma hanno visto solo la copertura di boschetti organici diminuire da 25 a 21 ettari.

pubblicità

Forse non sorprende che sia arrivato il più grande aumento degli oliveti biologici per area Andalusia;, la più grande regione produttrice di olio d'oliva del mondo con un ampio margine. La copertura dell'oliveto biologico è aumentata di quasi un terzo da 88,691 ettari nel 2020 a 117,380 ettari nel 2021.

Tuttavia, l'aumento percentuale maggiore è stato registrato in Aragona, con la coltivazione biologica dell'olivo in aumento del 79 percento da 4,420 a 7,916 ettari nello stesso periodo.

Regione
2021 Biologico (ha)
2020 Biologico (ha)
Variazione%
Andalusia;
117,380
88,691
32.3
Aragona
7,916
4,420
79.1
Asturie
0.04
0.04
-
Isole Baleari;
1,255
1,056
18.9
Paese Basco
21
25
-15.4%
Isole Canarie;
61
62
-0.9%
Castilla-La Mancha
72,392
74,154
-2.4%
Castiglia e León
699
697
0.3
Catalogna;
9,666
8,870
9.0
Estremadura
29,147
29,131
0.1
Galizia
179
179
-
Madrid
3,864
3,716
4.0
Murcia;
5,402
4,583
17.9
Navarra
869
813
6.8
Rioja
754
736
2.4
Valencia;
6,902
5,589
23.5
Fonte: Ministero dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione

L'Estremadura, la terza regione spagnola produttrice di olio d'oliva, ha registrato un lievissimo aumento della coltivazione dell'oliveto biologico.

La Catalogna, un'altra importante regione olivicola, ha visto la sua quota di oliveti biologici aumentare del 9 percento, passando da 8,870 a 9,666 ettari.

Complessivamente, le coltivazioni agricole biologiche in Spagna sono aumentate dell'8% e ora rappresentano quasi l'11% di tutti i terreni agricoli del paese. Il numero di aziende agricole che operano secondo standard biologici è aumentato del 16%.

I maggiori guadagni sono stati registrati nella coltivazione di foraggi animali (39%), noci (35%), banane e frutti subtropicali (25%) e agrumi (21%).



pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti