I ricercatori identificano i composti per arginare la diffusione del Verticillium Wilt

In un esperimento controllato, i ricercatori dell'Università di Córdoba hanno ridotto lo sviluppo della malattia del 70%.
Verticillosi
Giu. 15, 2022
Ephantus Mukundi

Notizie recenti

Una nuova studio pubblicato su Frontiers in Plant Science dai ricercatori del dipartimento di agronomia dell'Università di Córdoba ha identificato una potenziale strategia per arginare la diffusione del Verticillium wilt.

Considerata la malattia dell'olivo più dirompente a causa dei suoi alti livelli di mortalità e della riduzione della produzione di frutti che si verifica durante l'infezione, l'appassimento del Verticillium può sopravvivere fino a 14 anni nel terreno.

Abbiamo selezionato questi tre composti perché, applicati tramite irrigazione in piantine di olivo inoculate con V. dahliae (il fungo che diffonde la malattia), hanno ridotto lo sviluppo della malattia fino al 70%.- Ana López-Mora, ricercatrice, Università di Córdoba

Di conseguenza, trovare una strategia di mitigazione è stata una priorità assoluta per i ricercatori in olio d'oliva Andalusia;.

Dopo oltre un decennio di ricerche su più di 20 diversi composti, i ricercatori hanno identificato due microrganismi benefici: Aureobasidium pullulans e Bacillus amiloliquefaciens – e un fertilizzante al fosfito di rame che può aiutare a controllare la malattia.

Vedi anche:I ricercatori svelano le ultime tecnologie per aiutare a raccogliere e produrre olio d'oliva

Inizialmente, i ricercatori hanno testato i due microrganismi e un composto in vitro, ma hanno scoperto che non avevano alcun impatto diretto sulla malattia.

Tuttavia, quando applicati agli alberi come misura preventiva, i ricercatori hanno scoperto che miglioravano le difese naturali degli alberi contro la malattia prima che venissero infettati.

pubblicità

"Abbiamo selezionato questi tre composti perché, applicati per via irrigua, in piantine di olivo inoculate con V. dalie [il fungo che diffonde la malattia], hanno ridotto lo sviluppo della malattia fino al 70%", ha affermato Ana López-Moral, ricercatrice dell'università.

I ricercatori hanno poi scoperto che i microrganismi e i composti potrebbero essere applicati efficacemente anche attraverso le foglie degli alberi, il che significa che il trattamento potrebbe essere applicato anche nei boschi non irrigati.

López-Moral ha aggiunto che ogni microrganismo e composto promuove la resistenza degli ulivi attraverso diversi meccanismi, il che spiega in parte la solida efficacia del trattamento nello studio.

"La cosa più sorprendente è stata che l'induzione della resistenza causata dai due microrganismi utilizzati è regolata da diverse vie metaboliche", ha affermato. "Mentre B. amiloliquefaciens innesca l'attivazione delle difese attraverso la via dell'acido salicilico, quando applichiamo A. pullulans, rileviamo che il percorso coinvolto corrisponde a quello regolato dall'acido jasmonico.

Oltre a fornire resistenza all'appassimento del Verticillium, i ricercatori ritengono che i composti possano essere efficaci anche contro altri agenti patogeni, ma hanno sottolineato che sarebbero necessarie ulteriori ricerche per testare questa ipotesi.

Per ora, si stanno concentrando sulla fase successiva di questo esperimento, che prevede prove sul campo negli uliveti in cui crescono diversi climi e tipi di suolo per determinare l'efficacia pratica del trattamento.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti