La combustione della biomassa in Europa provoca la deforestazione negli Stati Uniti, avvertono gli scienziati

L'industria statunitense dei pellet di legno è il più grande fornitore di centrali elettriche a legna europee, che secondo gli scienziati potrebbero minare gli sforzi per ridurre le emissioni di gas serra.
Gennaio 11, 2022
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Nel tentativo di ridurre le proprie emissioni di gas serra nel contesto dell'Accordo di Parigi sul clima, diversi paesi europei fanno sempre più affidamento sull'energia derivante dalla combustione della legna, o 'biomassa,' come alternativa ai combustibili fossili, come il carbone.

Dobbiamo essere molto chiari nel definire cosa è una biomassa accettabile e cosa no.- Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo, Commissione europea

Soprannominata sia rinnovabile che a emissioni zero, la biomassa può includere qualsiasi cosa, dai tronchi degli alberi e dai residui forestali alle colture energetiche legnose e ai rifiuti delle colture, che di solito vengono compressi in pellet di legno.

Tuttavia, i sostenitori dell'ambiente affermano che la crescente domanda di pellet di legno in Europa pone a minaccia diretta per le foreste e le zone umide delle zone rurali del sud-est degli Stati Uniti, che sono state chiaramente tagliate per alimentare la domanda.

Vedi anche:Amazon registra il più alto tasso di deforestazione in 15 anni

L'industria del pellet di legno nel sud-est degli Stati Uniti è proliferata in meno di un decennio: 23 mulini producono attualmente più di 10 milioni di tonnellate di pellet di legno all'anno, che vengono esportati in Europa, principalmente nel Regno Unito e nei Paesi Bassi.

Inoltre, gli scienziati sostengono che la combustione del legno può minare lo sforzo globale per evitare l'aumento delle temperature aumentando le emissioni invece di ridurle.

pubblicità

Secondo la pratica standard concordata, le emissioni di CO2 dalla biomassa non sono conteggiate come emissioni di gas serra, sulla base del ragionamento che il carbonio emesso dalle piante a legna è compensato da altri alberi che possono crescere e assorbire anidride carbonica.

Tuttavia, controbilanciare il carbonio della combustione del legno non è un processo semplice poiché gli alberi impiegano molto tempo per crescere.

"C'è un debito di carbonio che si verifica quando si raccolgono alberi e ci vuole ancora molto tempo per recuperare lo stock di carbonio perso", ha affermato Rich Birdsey, esperto di budget di carbonio forestale presso il Woodwell Climate Research Center.

D'altra parte, i sostenitori dei biocarburanti legnosi, come Richard Venditti, professore di scienza e ingegneria della cellulosa e della carta presso la North Carolina State University, sostengono che la biomassa favorisce il concetto di economia circolare ed è rinnovabile poiché foreste ben mantenute possono compensare le emissioni di legna che brucia.

Vedi anche:I leader mondiali promettono miliardi per ripristinare le foreste della Terra

Le emissioni di biomassa sono state anche escluse dal sistema di scambio di quote di emissione (ETS) dell'Unione Europea del 2005, un mercato del carbonio progettato per consentire lo scambio di emissioni tra gli Stati membri e, in definitiva, ridurre le emissioni di gas serra.

Di conseguenza, una centrale elettrica a carbone in Europa può passare alla combustione di pellet di legno e teoricamente essere ecologica con zero emissioni di gas.

"L'intera industria del pellet di legno è fondamentalmente guidata da questo", ha affermato Tim Searchinger, esperto di politiche sui cambiamenti climatici presso l'Università di Princeton. "Il semplice fatto che gli Stati Uniti segnalino più emissioni non impedisce all'Europa di incoraggiare [l'industria della biomassa], sostenendo di ridurre le emissioni anche se il vero effetto è aumentarle".

Negli Stati Uniti, 100 scienziati hanno esortato il presidente Joe Biden a rimuovere le disposizioni di due recenti proposte di legge che promuovono l'uso dell'energia da biomassa.

"I sussidi e le politiche di disboscamento e combustibili fossili nei disegni di legge sulla riconciliazione e le infrastrutture non faranno che intensificare la velocità e l'intensità del nostro cambiamento climatico", hanno scritto gli scienziati in una lettera al presidente all'inizio di novembre.

In Europa, dove la biomassa legnosa rappresenta attualmente più della metà delle fonti energetiche rinnovabili dell'UE, le possibilità di rivedere il suo utilizzo per la produzione di energia sembrano scarse.

"Per essere perfettamente schietto con te, la biomassa dovrà far parte del nostro portafoglio energetico se vogliamo rimuovere la nostra dipendenza dai combustibili fossili", ha detto Frans Timmermans, vicepresidente esecutivo della Commissione. Vertice sul clima COP26 a Glasgow.

"Dipende dalla qualità della tua biomassa", ha aggiunto. "Dobbiamo essere molto chiari nel definire cosa è una biomassa accettabile e cosa no. Ecco dove sta il nocciolo della questione”.



pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti