L'Europa inaugura il dashboard climatico per i coltivatori di olive, uva e grano

La nuova dashboard fornirà dati meteorologici a breve termine e dati climatici a lungo termine per aiutare gli agricoltori a piantare nuovi boschi, anticipare le sfide future e prepararsi meglio a parassiti e malattie.

Può. 4, 2022
Di Paolo DeAndreis

Notizie recenti

Dopo quattro anni, l'Unione Europea Progetto Med-Gold è stato completato e i dati sono ora disponibili pubblicamente.

I piccoli, medi e grandi agricoltori e olivicoltori di tutta la regione del Mediterraneo hanno ora accesso a un vasto volume di dati su clima, clima, malattie, produttività prevista e strategie agricole da molteplici fonti autorevoli.

Un servizio climatico efficiente supporta le decisioni e le azioni di adattamento, riduce i rischi, migliora la resilienza e, quando possibile, trasforma il cambiamento climatico in opportunità.- Alessandro Dell'Aquila, ricercatore ENEA

Queste informazioni, disponibili su base stagionale e come proiezioni a lungo termine, possono anche consentire a intere catene di produzione di investire in miglioramenti e ai responsabili politici di indirizzare meglio gli interventi.

Cruscotto Med-Gold, che consente agli agricoltori di partecipare alla comunità Med-Gold e utilizzare i servizi climatici Med-Gold, è una risposta tecnologica e strategica alle sfide poste da cambiamento climatico nella regione.

Vedi anche:Il tempo sta per scadere per prevenire i peggiori impatti dei cambiamenti climatici, afferma l'ONU

"I nuovi strumenti sviluppati dalla comunità Med-Gold, con la collaborazione di aziende agroalimentari europee ed esperti tecnologici, potrebbero migliorare notevolmente la capacità degli agricoltori di mitigare gli effetti della variabilità climatica e di adattarsi ai cambiamenti climatici”, ha affermato Luigi Ponti, ricercatore presso il Centro Ricerche Casaccia dell'Agenzia Italiana per le Nuove Tecnologie, l'Energia e lo Sviluppo Sostenibile (ENEA) e membro del team di coordinamento scientifico Med-Gold, ha detto Olive Oil Times.

L'ENEA ha anche agito come coordinatore del progetto riunendo ricercatori agricoli, climatologi e informatici.

pubblicità

Secondo i suoi creatori, uno dei risultati più significativi di Med-Gold è fornire servizi climatici incentrati sulla terra degli agricoltori, consentendo loro di visualizzare previsioni stagionali precise e proiezioni climatiche a lungo termine.

"Un servizio climatico efficiente supporta le decisioni e le azioni di adattamento, riduce i rischi, migliora la resilienza e, quando possibile, trasforma i cambiamenti climatici in opportunità”, ha affermato Alessandro Dell'Aquila, ricercatore dell'ENEA e membro del team di coordinamento scientifico. "I servizi Med-Gold non mirano solo a rendimenti migliori, ma migliorano anche la sostenibilità".

Ciò significa che gli olivicoltori possono prevedere focolai di parassiti o malattie in modo più accurato e rapido mirare a trattamenti o strategie di mitigazione preventiva. Possono anche stimare il potenziale produttivo della stagione in corso e sapere quando distribuire fertilizzanti o interventi di irrigazione nei loro boschi.

Gli agricoltori possono determinare quanto sarà produttiva un'area specifica nei prossimi 20 o 30 anni o quale tipo di agenti patogeni possono essere previsti a lungo termine.

Possono anche sapere quale varietà di olive si prevede che funzionino meglio a determinate latitudini o altitudini o in che modo le condizioni climatiche influenzeranno i nuovi alberi, informando la loro decisione su come pianificare i nuovi boschi.

Il dashboard fornirà anche agli olivicoltori informazioni su quanto potrebbero essere produttivi i loro oliveti in futuro rispetto al presente e se gli oliveti possono richiedere l'irrigazione.

"I nuovi strumenti non solo sostengono le strategie di adattamento climatico, ma aprono anche la strada per sfruttare le opportunità innescate da eventi meteorologici causati dai cambiamenti climatici”, ha affermato Ponti.

"Uno di questi esempi sono le ondate di caldo a breve termine", ha aggiunto. "Quando si verificano in determinati periodi della stagione vegetativa, il loro effetto sull'oliveto può essere paragonato ad un trattamento specifico contro la mosca di frutta d'oliva, che non sopporta temperature al di sopra di un certo livello per più di qualche giorno”.

Sapere quando tali ondate di caldo potrebbero colpire può offrire nuove opportunità di pianificazione agli agricoltori.

Secondo il partner tecnologico di Med-Gold, Lutech, il cuore del progetto è "trasformare i dati climatici in proiezioni, tendenze, analisi economiche, buone pratiche e consigli, soluzioni innovative e altri servizi connessi al clima che possono essere utili per la società nel suo insieme”.

In una nota, Lutech ha spiegato come la piattaforma tecnologica tenga conto delle esigenze e dei contributi di molti utenti diversi, delle specificità di molteplici dati e risorse e del valore aggiunto creato dalla partecipazione degli utenti alla comunità Med-Gold.

Durante una presentazione di due giorni del dashboard Med-Gold, ricercatori, membri della comunità ed esperti agroalimentari hanno esplorato i nuovi strumenti con la partecipazione di diverse istituzioni, tra cui il Consiglio oleicolo internazionale e l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura.

Le uniche tendenze climatiche e la prevalenza di olive, vino e cereali sono state citate come ragioni per l'inaugurazione del progetto nel bacino del Mediterraneo.

Gli esperti ritengono che la regione costituisce un hotspot climatico, dove i fenomeni di cambiamento climatico potrebbero seguire percorsi diversi o addirittura accelerati rispetto ad altre aree.

"Ciò che i climatologi hanno scoperto è che l'Europa meridionale è un punto caldo climatico molto specifico, dove gli effetti dei cambiamenti climatici sono particolarmente evidenti e si verificano più rapidamente che altrove", ha detto Gianmaria Sannino, oceanografo e direttore del laboratorio di modellazione e impatto climatico dell'ENEA Olive Oil Times in una Intervista di settembre 2021.

Ponti ha anche sottolineato come il forte interesse mostrato da diverse organizzazioni internazionali sia legato alle condizioni uniche del bacino del Mediterraneo, che sta vivendo una serie di conseguenze diverse a causa del cambiamento climatico.

"È anche un hotspot di biodiversità a livello bioculturale, il che significa la diversità degli ecosistemi e il modo in cui si interconnettono con ciò che la specie umana ha fatto nel corso dei millenni”, ha affermato Ponti. "Significa diversità socio-economica e come le risorse sono state utilizzate e hanno raggiunto un livello critico di sfruttamento, ed è così che hanno agito le tante diverse civiltà che abitano una stretta fascia intorno al Mar Mediterraneo”.

"Inoltre, deve essere considerato il clima di transizione della regione tra un clima tropicale e temperato, in modo che qualsiasi equilibrio sia molto incerto e fragile”, ha aggiunto.

Questo è il motivo per cui olive, vino e cereali sono i tre campi di applicazione di partenza su cui gli sviluppatori Med-Gold si sono concentrati per sviluppare nuovi strumenti per migliorare la loro resilienza ai cambiamenti climatici.

Gli esperti di Med-Gold si sono incontrati con diversi stakeholder di altri settori non direttamente coinvolti nello sviluppo dei nuovi strumenti attraverso una serie di workshop.

"Tutti ci hanno detto quanto sia importante che questi nuovi mezzi entrino in campo come standard per la produzione, proprio come è successo con molte altre cose, come la gestione integrata dei fitofagi”, ha affermato Ponti.

"Se ben implementati e basati su una solida ricerca scientifica, gli standard di produzione possono tracciare efficacemente la strada per un settore agricolo", ha aggiunto. "Se dovessero entrare maggiormente a far parte dell'olivicoltura, sarebbe molto positivo".

Ponti ha anche sottolineato quanto sia rilevante la possibilità di indirizzare i nuovi servizi alle esigenze specifiche dell'utente finale. Questi utenti finali entrano a far parte della community e aggiungono valore partecipando alla piattaforma, aggiungendo i propri punti dati.

Mentre qualsiasi parte interessata può accedere facilmente alla comunità Med-Gold, i workshop del progetto hanno mostrato come le organizzazioni di produttori e le associazioni di agricoltori nel settore olivicolo possono svolgere un ruolo fondamentale introducendo i coltivatori nella dashboard e offrendo esperienza tecnica e guida per supportare la loro piena integrazione dei nuovi servizi climatici.

"Come è emerso durante il nostro ultimo incontro di due giorni, mentre è importante dispiegare i nuovi mezzi per l'attuale pratica agricola, è altrettanto importante lavorare sull'istruzione e la formazione”, ha affermato Ponti.

L'idea è di portare i nuovi strumenti e quelli che potrebbero essere ulteriormente sviluppati alla prossima generazione di agricoltori.

"Se gli agricoltori di domani saranno disponibili a utilizzare appieno le informazioni disponibili, probabilmente integreranno questo approccio nel loro normale lavoro, senza dover aspettare un disastro climatico per iniziare a dire che tutto questo può essere utile”, ha concluso Ponti.



pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti