Progetto di legge francese per escludere i prodotti DOP e IGP da Nutri-Score

I creatori di Nutri-Score hanno rimproverato lo sforzo, etichettando le critiche dei rappresentanti come disinformate e irrealistiche per qualsiasi sistema di etichettatura degli alimenti.
Formaggio stagionato, Francia
Può. 3, 2022
Paolo De Andreis

Notizie recenti

I creatori di punteggio Nutri hanno criticato la possibilità che i prodotti con Denominazione di Origine di Protezione (DOP) e Indicazione geografica protetta (IGP) dall'Unione Europea potrebbe essere esentato dal sistema di etichettatura front-of-pack.

L'esenzione è al centro della proposta di legge firmata da 44 membri dell'Assemblea nazionale francese a Parigi. Nella loro introduzione alla Proposition of Law 4941, i rappresentanti hanno affermato che l'applicazione dei gradi Nutri-Score ai prodotti DOP e IGP danneggerebbe l'industria alimentare tradizionale del paese.

Il sistema di etichettatura Nutri-Score, che informa i consumatori sulle qualità nutrizionali degli alimenti, si sta rivelando inadatto ed estremamente penalizzante per i prodotti alimentari francesi DOP o IGP.- Assemblea nazionale francese, 

Secondo Serge Hercberg, il creatore di Nutri-Score, l'esclusione di questi prodotti dai sistemi di etichettatura a semaforo ignora la natura scientifica della FOPL.

Nutri-Score assegna uno dei cinque colori (dal verde al rosso) e lettere (dalla A alla E) per classificare un prodotto alimentare confezionato in base al suo contenuto di macronutrienti per 100 grammi o 100 millilitri.

business-europa-francese-bolletta-per-escludere-prodotti-dp-e-pgi-da-nutriscore-olive-times

I creatori della FOPL affermano da tempo che l'etichetta ha lo scopo di aiutare i clienti a confrontare diversi prodotti alimentari degli stessi gruppi (ad es. oli commestibili o cereali per la colazione).

Vedi anche:I critici di Nutri-Score chiedono la riforma delle valutazioni degli alimenti DOP e IGP

La Commissione europea ha affermato che sta valutando diversi FOPL e ne selezionerà uno per l'adozione obbligatoria in tutta l'UE entro la fine dell'anno. Il punteggio nutritivo è ampiamente considerato il front runner.

"Il sistema di etichettatura Nutri-Score, che informa i consumatori sulle qualità nutrizionali degli alimenti, si sta rivelando inadatto ed estremamente penalizzante per i prodotti alimentari francesi DOP o IGP, in particolare per i formaggi”, hanno scritto i rappresentanti francesi nella proposta.

pubblicità

"Più del 90 percento di loro ottiene i voti peggiori e sono classificati D o E a causa del loro contenuto di grassi, sale e calorie", hanno aggiunto.

I rappresentanti hanno inoltre criticato Nutri-Score per aver utilizzato una misura di riferimento di 100 grammi o millilitri per giudicare il cibo invece delle dimensioni generali delle porzioni. Hanno citato il formaggio come esempio e hanno detto: "il consumo medio è di circa 35 grammi al giorno in Francia”.

Nutri-Score è anche criticato dalla proposta di legge perché "non fornisce informazioni sul grado di trasformazione del prodotto o la presenza di additivi, coloranti o conservanti, né su di esso impatto sull'ambiente. "

"Pertanto, i formaggi, realizzati con una lista di ingredienti semplici e senza additivi, basati su comprovate ricette tradizionali, sono paradossalmente meno apprezzati di alcuni prodotti industriali iperlavorati", hanno aggiunto i rappresentanti.

I rappresentanti hanno anche criticato Nutri-Score per non aver considerato la presenza di micronutrienti, come vitamine, minerali e oligoelementi, "mentre il formaggio rimane la principale fonte di calcio e fosforo nella nostra dieta”.

Sebbene Nutri-Score si concentri esclusivamente sull'informazione dei consumatori sulla composizione nutrizionale degli alimenti, ciò rappresenta già molto in termini di salute pubblica, come evidenziato dai molteplici studi prospettici di coorte.- Creatori di Nutir-Score, 

I rappresentanti temono che l'adozione di Nutri-Score scoraggerebbe i consumatori dal mangiare prodotti tradizionali, come i formaggi, e vieterebbe ai produttori di pubblicizzarli, poiché l'Agenzia francese per la sanità pubblica ha già raccomandato che gli alimenti classificati con un Orange‑D o un Red‑E non dovrebbe essere pubblicizzato.

In confutazione alle affermazioni e alle accuse dei legislatori sul suo blog, i creatori di Nutri-Score hanno risposto che molti prodotti DOP e IGP non sono esenti da additivi pur essendo soggetti a ultra-trattamento.

I ricercatori hanno aggiunto quanti salumi DOP e IGP includono additivi come i nitriti, che vengono aggiunti dai produttori di alimenti per conservarli.

Il blog Nutri-Score ha anche notato come ultra-elaborazione e composizione nutrizionale "sono due diverse dimensioni degli alimenti, ognuna delle quali ha la capacità di incidere sulla salute degli individui attraverso meccanismi diversi”.

Secondo il team Nutri-Score, il sistema di etichettatura fornisce informazioni esclusivamente sulla composizione nutrizionale degli alimenti, il che significa anche questo "non può includere nel suo calcolo le altre dimensioni salutistiche degli alimenti: ultra-processing, additivi, composti neo-trasformati”.

Vedi anche:I produttori di formaggio DOP affermano che Nutri-Score ignora la tradizione culinaria italiana

I ricercatori hanno affermato che non esiste un logo disponibile da nessuna parte che riassuma tutte le dimensioni degli alimenti attraverso un indicatore unico e affidabile. Questo è un limite dei loghi nutrizionali "questo deve essere accettato”.

"Non è un caso, e non certo per incompetenza, che nessun gruppo di ricerca al mondo, nessuna struttura sanitaria pubblica, nessun comitato di esperti nazionale o internazionale, e nemmeno l'Organizzazione Mondiale della Sanità, sia stato oggi in grado di progettare un indicatore così sintetico, ” hanno scritto i creatori di Nutri-Score.

Rimproverando la tesi della proposta di legge, i ricercatori di Nutri-Score lo hanno affermato "sebbene Nutri-Score si concentri esclusivamente sull'informazione dei consumatori sulla composizione nutrizionale degli alimenti, ciò rappresenta già molto in termini di salute pubblica, come evidenziato dai molteplici studi prospettici di coorte che coinvolgono grandi campioni di popolazione seguiti nel corso di molti anni, mostrando il legame tra il fatto di mangiare generalmente cibi meglio classificati per Nutri-score e il minor rischio di malattie croniche: tumori, malattie cardiovascolari, obesità”.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti