Un Gin A Base Di Olio Extra Vergine Di Oliva

Ettore Pacilli gestisce un wine bar che offre i marchi di gin 130. Ha creato un nuovo disitillato da cereali, botanici e monovarietali Peranzana per aggiungere alla sua collezione e mescolarlo in originali ricette di cocktail.

Febbraio 16, 2017
Di Ylenia Granitto

Notizie recenti

"Tutto è iniziato con i viaggi”, ha raccontato Ettore Pacilli Olive Oil Times. "La mia passione per il gin è nata a Barcellona durante un viaggio con mia moglie, e l'idea di aggiungere olio extra vergine di oliva è nata mentre guidavo attraverso il Salento. Circondato da uliveti e campi di grano, ho pensato di combinare i due prodotti, distillando il grano e infondendo con olio extra vergine di oliva.

A due passi dal Duomo di Foggia, Pacilli gestisce a ristorante e un wine bar che offre oltre cento marche di gin. L'ultima nata della grande collezione è EVO, realizzata con una Peranzana monovarietale prodotto nella città di Apricena.

"Ci sono voluti molti tentativi prima di raggiungere il risultato desiderato", ha rivelato Pacilli a proposito del processo di produzione di EVO che, come un gin tradizionale, inizia con la maltazione del grano.

Bollito in una certa quantità di acqua, il mosto che ne fuoriesce viene distillato fino ad ottenere alcol puro. Questo è infuso con botaniche naturali tra cui ginepro, angelica e cardamomo, e il risultato deve essere soggetto a un'ulteriore distillazione.

A questo punto otteniamo uno spirito dal sapore deciso di ginepro, cioè il gin puro. Questa viene diluita con acqua distillata che ne abbassa la gradazione alcolica e l'infusione con olio extra vergine di oliva è l'ultimo passaggio.

Un alambicco da 60 litri viene utilizzato per la distillazione e alambicchi più piccoli da 10 e 2 litri sono dedicati ai test.

Un particolare procedimento permette al distillato di ottenere aromi intensi. I polifenoli vengono estratti e si legano all'alcol lasciando da parte i grassi e mantenendone la fragranza. Con una gradazione alcolica del 42.7 percento in volume, EVO è ricco di composti aromatici che suscitano soprattutto gli attributi erbacei dell'olio extra vergine di oliva.

Enoteca Uvarara 4 Via Mastrolillo Foggia, Puglia

"Ho ottenuto un prodotto molto buono ma continuo a sperimentare e creare ricette, prima aggiungendo diverse botaniche alla composizione del gin e poi mischiandolo con nuovi ingredienti”, ha rivelato Pacilli, e ci ha suggerito due cocktail dove il gin EVO dà il meglio di sé:

L'olio d'oliva Martini

Riempire un mixing glass di ghiaccio e ricoprire con 2 cl di vermouth dry Carpano e scolare lasciando sul ghiaccio solo la copertura. Aggiungere 0,67 cl di gin EVO e mescolare. Filtrare in un bicchiere da martini e aggiungere qualche goccia di salamoia di olive Peranzana. Guarnire con una scorza di limone.

Gin Tonic all'olio d'oliva

Riempi un bicchiere con del ghiaccio. Aggiungere 4 cl di gin EVO e 1.35 cl di acqua tonica 20. Aggiungere una fetta di mela verde e guarnire con una foglia di basilico.


Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti