Il database della sostenibilità integra le etichette sulla parte anteriore della confezione per dare forma alle decisioni sulla produzione alimentare

Il database Latis fornisce ai produttori di alimenti metriche uniformi per confrontare i loro prodotti con gli standard interni di sostenibilità e le medie del settore.
Dicembre 20, 2021
Paolo De Andreis

Notizie recenti

Latis, il più grande database mondiale sulla sostenibilità dei prodotti, integrerà punteggio Nutri e Punteggio ecologico nella sua piattaforma di intelligence.

La piattaforma consente ai produttori di alimenti di verificare gli impatti sulla salute e sull'ambiente di qualsiasi ingrediente, luogo di origine o standard di sostenibilità su un prodotto. Tra le metriche incluse da HowGood, la società dietro Latis, ci sono emissioni di gas serra, l'uso dell'acqua e il benessere dei lavoratori e degli animali.

I punteggi stimati di Nutri-Score vengono visualizzati nella piattaforma per consentire agli sviluppatori di prodotti di formulare tenendo conto di ciò, ma è fatto in modo da non confondere o confondere la nutrizione con la sostenibilità.- Ethan Soloviev, chief innovation officer, HowGood

Ad oggi, il database comprende più di 33,000 ingredienti, prodotti chimici e materiali utilizzati nel processo di produzione alimentare e due milioni di prodotti alimentari. L'azienda raccoglie informazioni da più di 550 diverse fonti per le sue metriche.

Vedi anche:L'etichetta del punteggio nutrizionale aggiornata indica se il cibo è lavorato, biologico

Ethan Soloviev, chief innovation officer di HowGood, ha detto Olive Oil Times che Latis consente ai produttori di cibo di vedere l'impatto di un singolo ingrediente o di un intero prodotto alimentare sull'ambiente e confrontarlo con gli altri. L'obiettivo è aumentare la trasparenza nel settore della produzione alimentare, consentendo al contempo ai produttori di comprendere l'impatto di ciascun ingrediente su un prodotto complessivo.

"Ad esempio, mentre qualcosa come 'gli aromi naturali possono avere un punteggio basso nella lavorazione, poiché un ingrediente che costituisce meno dell'uno percento della formula, non influenzerebbe il punteggio complessivo di un prodotto allo stesso modo di un ingrediente più vicino alla cima dell'elenco degli ingredienti ", Soloviev disse.

pubblicità

Ha aggiunto che integrando Nutri-Score ed Eco-Score nella piattaforma "fornisce ai clienti metriche uniformi per confrontare l'impatto del loro prodotto con gli obiettivi interni e le medie del settore".

Gli sviluppatori di Latis sperano che questo porti più aziende, come Danone e Walmart, a riformulare le loro offerte alimentari per ottenere punteggi migliori.

Questo fenomeno è già stato osservato con Nutri-Score, un'etichetta frontale a cinque colori (FOPL) che misura la presenza o l'assenza di diversi macro ingredienti chiave, tra cui zucchero, grassi, calorie e sodio, per 100 grammi o 100 millilitri.

Come Nutri-Score, anche Eco-Score valuta il cibo su una scala di colori/lettere. Entrambi i sistemi utilizzano a "Verde A" per etichettare l'opzione più salutare o più rispettosa dell'ambiente e "Red E” per i prodotti meno salutari o rispettosi dell'ambiente.

A differenza di altre etichette, come il Med-Indice, Nutri-Score ha lo scopo di fornire un riepilogo rapido e diretto delle informazioni sul profilo nutrizionale di un prodotto alimentare e non tiene conto della sua sostenibilità.

Soloviev ha detto che Latis ha tenuto conto di questo quando ha deciso come integrare la FOPL nella piattaforma.

Vedi anche:L'etichetta proposta consentirebbe ai consumatori di confrontare la sostenibilità dei prodotti alimentari

"I punteggi stimati di Nutri-Score vengono visualizzati nella piattaforma per consentire agli sviluppatori di prodotti di formulare tenendo conto di ciò, ma è fatto in un modo che non confonda o confondi la nutrizione con la sostenibilità", ha affermato.

Quando Nutri-Score era adottato in Germania nel 2020, il comitato consultivo scientifico del paese per la politica agricola, l'alimentazione e la tutela della salute dei consumatori (WBAE) ha avvertito che anche l'UFPL dovrebbe mostra le emissioni di gas serra relative a qualsiasi prodotto sugli scaffali.

"La promozione di scelte alimentari più sostenibili nell'intero spettro della società richiede un quadro equo che comprenda la fornitura di informazioni solide e comprensibili, un facile accesso a cibi sani, più opzioni di scelta alimentare e incentivi di prezzo che rendano le scelte sostenibili finanziariamente più attraenti per il consumatore", Britta Renner, di WBAE, ha detto all'epoca.

Da quando ha rilasciato questa dichiarazione, Eco-Score è stato sviluppato con l'aiuto di diversi membri di spicco dell'industria alimentare. Ora, un numero crescente di produttori e rivenditori di alimenti in tutta Europa sta adottando le sue etichette.

Mentre i dati su come le scelte dei consumatori sono influenzate dalle nuove etichette non sono stati ancora completamente raccolti e analizzati, un 2020 globale sondaggio di Accenture ha suggerito che il 33% dei consumatori classifica la sostenibilità come uno dei primi tre criteri di acquisto.

Secondo HowGood, il database della sostenibilità aiuterà i produttori a capire meglio come i cambiamenti nel processo di sviluppo del prodotto influenzeranno il modo in cui i consumatori percepiscono i loro prodotti.

"Avendo queste informazioni prontamente disponibili in Latis, i clienti di HowGood possono capire meglio come eventuali modifiche apportate al processo di sviluppo del prodotto possono influire su questi punteggi per garantire che i loro prodotti siano universalmente considerati salutari e rispettosi dell'ambiente", ha affermato la società.


Olive Oil Times Video Serie

Advertisement

pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti