Gli scienziati calcolano il contributo dei viaggi aerei ai cambiamenti climatici

L'aviazione globale rappresenta il 4% del riscaldamento globale indotto dall'uomo. Una riduzione dei voli del 2.5% all'anno fermerebbe il contributo dell'aviazione all'ulteriore riscaldamento.

Può. 16, 2022
Di Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Gli scienziati del clima hanno quantificato l'impatto dell'aviazione su cambiamento climatico, scoprendo che i voli passeggeri e commerciali in tutto il mondo rappresentano fino ad oggi circa il 4% del surriscaldamento antropogenico del pianeta.

I viaggi aerei sono anche responsabili del 2.4 percento (circa 1 miliardo di tonnellate) delle emissioni annuali di CO2 generate dall'uomo e si prevede che aumenteranno la temperatura globale di 0.1 ºC entro il 2050, hanno affermato gli scienziati, a condizione che l'aviazione globale continui a crescere a tassi di pandemia.

L'aereo è anche uno dei modi di viaggiare più ad alta intensità di carbonio, emettendo fino a 100 volte di più all'ora rispetto ai viaggi in treno, autobus o auto condivise.

"Questi numeri non sembrano alti, ma ancora una volta, ricorda che è più di quanto emette la maggior parte dei paesi ", ha detto al servizio di notizie sulla conservazione di Mongabay Milan Klöwer, ricercatore post-dottorato presso l'Università di Oxford e uno degli autori dello studio.

Per valutare l'impatto dell'industria aeronautica sui cambiamenti climatici, i ricercatori hanno utilizzato i dati sulla cronologia dei voli ottenuti da organizzazioni e database dell'aviazione internazionale, in combinazione con il consumo annuale di carburante e la distanza percorsa dai viaggi aerei globali derivati ​​da vari studi e articoli scientifici.

Vedi anche:L'aereo passeggeri vola per 560 chilometri utilizzando olio da cucina riciclato

Vostro studio, pubblicato in Environmental Research Letters, è tra i pochi che tentano di calcolare quanto il riscaldamento globale causato dall'uomo possa essere attribuito al viaggio aereo.

"La maggior parte delle persone pensa al riscaldamento in termini di gradi, non di tonnellate di carbonio emesse, quindi volevamo calcolarlo", ha detto Klöwer.

pubblicità

I ricercatori hanno riconosciuto che il volo può essere l'unico mezzo di viaggio disponibile, anche se con una forte impronta di carbonio.

"Volare spesso offre l'unica possibilità di raggiungere località remote entro un lasso di tempo accettabile", hanno osservato. "Tuttavia, volare è anche uno dei modi di viaggiare più ad alta intensità di carbonio, emettendo fino a 100 volte di più all'ora rispetto ai viaggi in treno, autobus o auto condivise".

Oltre alle emissioni di CO2, i ricercatori hanno spiegato che un altro motivo dell'elevato contributo dell'aviazione al surriscaldamento della Terra è il mix di inquinanti climatici che i carburanti per aerei generano durante la combustione.

"Gli ossidi di azoto [gas emessi dai gas di scarico degli aerei] reagiscono nell'atmosfera alterando l'equilibrio radiativo di altri gas, inclusi metano, ozono e vapore acqueo stratosferico e quindi hanno un impatto indiretto sul clima", hanno scritto. "Queste emissioni non di CO2 causano un ulteriore effetto di riscaldamento netto”.

Gli aerei contribuiscono anche al cambiamento climatico attraverso scie di condensazione (scie di condensazione), un fattore significativo nell'impatto dell'aviazione sul clima del pianeta.

Queste evanescenti nuvole di ghiaccio a forma di linea si formano quando la fuliggine dei gas di scarico del motore si mescola con l'aria fredda sono ad alta quota, aumentando la nuvolosità del cielo e intrappolando il calore che si irradia dalla Terra durante la notte.

Lo studio ha suggerito che una diminuzione dei voli del 2.5% all'anno o una transizione verso un mix di carburante a emissioni zero del 90% entro il 2050 potrebbe effettivamente frenare il riscaldamento del pianeta legato all'aviazione.

"Mi limiterò a quelli [voli] che sono davvero importanti e sostituirò gli altri con riunioni virtuali o vacanze più vicino a casa", ha affermato Klöwer, esortando i viaggiatori aerei frequenti a riconsiderare l'imbarco su un aereo se non necessario.

Klöwer ha finalmente riconosciuto che il potere di decarbonizzare i viaggi aerei spetta principalmente all'industria e ai governi. Tuttavia, le persone possono promuovere il cambiamento se tengono conto della loro impronta di carbonio e si impegnano nella discussione.

"Se tutti ne parlano, questo può creare un cambiamento politico", ha detto.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti