`I seminari di New York esplorano la cultura, la salute e la qualità dell'olio d'oliva - Olive Oil Times

Seminari di New York Esplora la cultura, la salute e la qualità dell'olio d'oliva

Aprile 16, 2013
Michael Goodwin

Notizie recenti

Curtis Cord, presidente della New York International Olive Oil Competition

Il Concorso internazionale dell'olio d'oliva di New York è iniziato oggi con oratori che si sono rivolti a un full house al The International Culinary Center.

Curtis Cord, l'organizzatore dell'evento, ha aperto i seminari dando il benvenuto agli ospiti al "competizione mondiale definitiva "nel "la più grande città del mondo. ”Dorothy Hamilton, fondatrice della International Culinary Center, ha inoltre accolto con favore i partecipanti alla conferenza e ha elogiato Cord come a "vero visionario. "

Le parole di Cord sulla grande differenza nel consumo di olio d'oliva tra le nazioni del Mediterraneo ei mercati emergenti del mondo, e i dati sulla salute associati, sono seguite in un discorso da parte dell'esperta degustatrice ed educatrice di olio d'oliva, Lina Smith.

Dorothy Hamilton, fondatrice di The International Culinary Center

Smith, un partecipante al concorso di quest'anno, ha esaminato i dati su consumo, produzione e qualità tra le nazioni del bacino del Mediterraneo e i mercati del Nuovo Mondo. Citando che il 95% dell'olio d'oliva mondiale è ancora consumato nella regione del Mediterraneo, ha sfidato il pubblico a pensare a nazioni come Stati Uniti, Giappone e Cina come mercati dell'olio d'oliva con un enorme potenziale di crescita. I suoi dati hanno rilevato che un gruppo di "le piccole ma dinamiche "industrie nazionali, con una grande attenzione alla qualità, stanno rivoluzionando l'industria nello stesso modo in cui tale "Giocatori del Nuovo Mondo ”hanno trasformato l'industria vinicola negli anni '1960 e '70.

Il discorso di Smith è stato seguito da una presentazione dell'attrice, scrittrice e regista Carol Drinkwater, che ha pubblicato 19 volumi sull'olio d'oliva e il suo viaggio alla scoperta della storia dietro l'olio d'oliva, che ha chiamato "la pietra angolare del Mediterraneo. "

pubblicità

Avendo viaggiato fino al Libano e in Algeria alla ricerca degli ulivi più antichi del mondo, Drinkwater ha raccontato la storia della sua collaborazione con l'UNESCO per creare un sentiero del patrimonio dell'olio d'oliva. Ha anche mostrato filmati del suo recente lavoro sulle storie e le culture dell'olivo in Spagna, Italia, Grecia e Terra Santa.

La conferenza ha anche ascoltato Alexandra Kicenik Devarenne, educatrice e consulente dell'olio d'oliva, sulle qualità dell'olio d'oliva e sui metodi di degustazione. I membri del pubblico sono stati invitati ad assaggiare gli oli d'oliva e ad apprezzarne l'amarezza, il fruttato e il piccante, ea riconoscere il gusto dell'irrancidimento. Il pubblico ha campionato più varietà di olio con un seminario di Paul Vossen, consulente per l'olio d'oliva e degustatore, sulla produzione globale di olio e sui marchi di qualità dell'olio d'oliva.

Keith Ayoob, pediatra, professore ed esperto di dieta ha continuato la conferenza con una discussione sulla dieta mediterranea e sui vari studi medici che hanno dimostrato che è una scelta di vita sana.

Johnny Madge, un esperto di slow food e olio d'oliva, ha tenuto una conferenza sull'amaro dell'olio d'oliva. Notando una correlazione tra amarezza e benefici per la salute, Madge ha attinto fonti sulle preferenze di gusto dall'antica Roma, così come Gino Celletti, presidente della Monocultivar Olive Oil Association e giudice capo della New York International Olive Oil Competition. Celletti ha parlato della complessità dell'olio d'oliva, del carattere e di come elevare al meglio i piatti con note aromatiche di olio d'oliva.

L'ultimo oratore del primo giorno dell'evento è stato Steven Jenkins, di Fairway Market, che ha offerto la sua esperienza come uno dei principali rivenditori di olio d'oliva.

Mentre i panelisti del gusto continuano a provare le centinaia di varietà iscritte al concorso di quest'anno, i partecipanti alla conferenza sentiranno più esperti, educatori e commercianti fino a quando i vincitori non saranno annunciati giovedì sera.

Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti