Il nuovo podcast spagnolo approfondisce il mondo dell'olio d'oliva

A la Sombra del Olivo riunisce tre ospiti di diversa estrazione e una vasta gamma di ospiti con l'obiettivo di educare il pubblico sull'olio d'oliva.
Pablo Voitzuk, Mercedes Uceda e Maripaz Aguilera
Di Daniel Dawson
8 luglio 2024 13:45 UTC

Gli olivicoltori, i frantoiani e gli imbottigliatori lamentano costantemente la mancanza di conoscenza dei consumatori in materia olio extravergine d'oliva.

Infatti, il 49 per cento degli intervistati al 2023 Olive Oil Times Sondaggio sul raccolto ha citato la mancanza di conoscenza dei consumatori come una delle loro principali preoccupazioni.

A tal fine, tre professionisti dell'olio d'oliva hanno lanciato un podcast in lingua spagnola per discutere di Basics sull'olio d'oliva con una gamma diversificata di ospiti e creare nuovi appassionati.

Il settore dell’olio d’oliva vergine ha bisogno di molta divulgazione e di persone che si connettano con esso, soprattutto i giovani.- Mercedes Uceda, co-conduttrice, A la Sombra del Olivo

Pablo Voitzuk, educatore, consulente e consulente dell'olio d'oliva NYIOOC World Olive Oil Competition giudice, ha avuto l'idea per Alla Sombra dell'Olivo (All'ombra dell'olivo) nel 2023 e ha scelto Mercedes Uceda e Maripaz Aguilera come suoi co-conduttori.

"Pablo mi ha detto a Natale che voleva fare un podcast ", ha detto Aguilera, specialista tecnico in olio d'oliva presso l'Istituto andaluso di ricerca e formazione agricola e della pesca (IFAPA), capo panel e consulente.

"A causa del nostro lavoro, spesso restiamo a un livello tecnico. Ci rivolgiamo sempre al settore e questo podcast è un modo per diffondere la cultura dell'olio d'oliva a un vasto pubblico ", ha aggiunto.

Vedi anche:Il gruppo commerciale lancia una campagna digitale per promuovere l'olio d'oliva in Australia

Uceda, un assaggiatore certificato la cui società di consulenza ingegneristica a conduzione familiare è dedicata alla costruzione e progettazione di frantoi, è un ascoltatore frequente di podcast ed era entusiasta di partecipare al progetto. Crede che i podcast siano un ottimo modo per intrattenere e informare il pubblico più giovane.

Secondo Spotify, piattaforma di streaming audio, più della metà degli spagnoli ascolta i podcast, mentre un terzo li ascolta abitualmente. Una ricerca separata dell’Osservatorio iVoox, che raccoglie dati sui podcast in lingua spagnola, ha rilevato che il 40% degli ascoltatori ha tra i 18 e i 44 anni.

"Il mondo dei podcast, da cui mi sono appassionato, sembra un ottimo modo per diffondere qualsiasi argomento”, ha detto Uceda.

"Il settore dell'olio d'oliva vergine ha bisogno di molta divulgazione e di persone che si connettano con esso, soprattutto i giovani ", ha aggiunto. "I podcast sono una forma di condivisione della conoscenza o di connessione con diversi argomenti utilizzati dai giovani, quindi mi è sembrata un’ottima idea”.

Uceda ritiene che il formato conversazionale di lunga durata dei podcast, che è tra i generi più popolari, sia ideale per discutere di olio d'oliva, consentendo agli ospiti e ai loro ospiti di esaminare i dettagli e le sfumature di ciascun argomento piuttosto che ricorrere alle frasi ad effetto tipiche dei podcast. notiziari via cavo e programmi radiofonici tradizionali.

"Copriamo molto, ma il podcast è fatto per i non professionisti", ha detto Uceda. "Ha un vocabolario abbastanza trasferibile in modo che tutti possano capirlo. Cerchiamo di evitare l’uso di termini tecnici”.

Aguilera ha convenuto che il podcast dovrebbe essere accessibile al grande pubblico, ma ha aggiunto che anche i professionisti dell'olio d'oliva lo troverebbero interessante. Aguilera ha trascorso tutta la sua vita professionale studiando l'olio d'oliva, ma ha comunque imparato molti fatti intriganti durante la realizzazione del podcast.

"L’obiettivo è raggiungere quante più persone possibile”, ha affermato. "Penso che abbiamo cercato di coinvolgere tutti i tipi di persone, soprattutto le persone che vogliono imparare”.

I tre conduttori hanno registrato sei episodi del podcast, divisi tematicamente. La prima è un'introduzione in cui i conduttori discutono la loro visione del podcast e come sperano che gli ascoltatori inizino a pensare all'olio d'oliva.

Il resto del podcast riguarderà salute, gastronomia, cultura, varietà di olive e marketing. Ogni puntata, della durata di circa un'ora, inizia con un dibattito tra i tre conduttori ed è seguita da un'intervista ad un esperto in ciascun settore.

pubblicità
pubblicità

"Abbiamo cercato ospiti da tutto il mondo, sia dall’Europa che dall’emisfero meridionale, quindi anche il podcast sarebbe stato più ampio”, ha affermato Uceda. "Abbiamo pensato che in questo modo la Spagna avrebbe ascoltato persone e opinioni dal resto del mondo, soprattutto per quanto riguarda le vendite in Sud America, il che è stato molto interessante”.

"Ci sono persone provenienti dal Cile, dall’Argentina, dagli Stati Uniti e dall’Italia”, ha aggiunto Aguilera. "Vale a dire, non volevamo che fosse solo la nostra visione, ma anche una visione che attingesse da diverse parti del mondo”.

Il terzo episodio presenta interviste con Alicia Moya e Carola Dümmer, coautrici del primo film cileno guida all'olio d'oliva, per parlare di retail e cultura.

Filippo Falugiani, presidente fondatore dell'Associazione Internazionale dei Ristoranti dell'Olio d'Oliva, e Dani Garcia Peinado, chef specializzato in olio d'oliva e cuoco della Federcalcio spagnola reale, compaiono nel quarto episodio per discutere del ruolo dei ristoranti come ambasciatori dell'olio d'oliva petrolio a un pubblico più vasto.

"Mi è piaciuto l'episodio con Filipo e Dani perché ha aperto i canali Horeca e della ristorazione", ha detto Uceda. "Diciamo sempre che penetrare nel canale della ristorazione è la cosa più difficile nel mondo dell'olio vergine di oliva e ultimamente abbiamo faticato. Chef e ristoratori sono anche gli scribi del nostro prodotto”.

Altri ospiti includono Nico e Rafael Alonso Barrau del pluripremiato produttore Oro del Desierto, Carmen Nieto di Paraiso Virgen Extra, un rivenditore specializzato, e Juan Pablo Castellano, membro della Camera di commercio dell'olivo di San Juan, Argentina, tra gli altri.

I primi episodi di A la Sombra del Olivo sono già in streaming su Spotify, e le versioni video sono disponibili su YouTube.



pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati