Cengizhan Şimşek rivendica il titolo di Başpehlivan al 661esimo Kırkpınar

Il ventiseienne Cengizhan Şimşek ha sconfitto diversi ex campioni sulla strada per la sua vittoria alla 661a edizione dell'evento sportivo più antico del mondo.

Cengizhan Şimşek
Giu. 5, 2022
Di Daniel Dawson
Cengizhan Şimşek

Notizie recenti

Durante il fine settimana, un pubblico tutto esaurito ha assistito al wrestler turco Cengizhan Şimşek rivendicare la sua prima vittoria in assoluto nel 661stCampionato di wrestling di olio d'oliva Kırkpınar, diventando uno dei campioni più giovani di sempre.

Şimşek ha sconfitto il connazionale Mustafa Taş ai tempi supplementari per rivendicare il titolo di başpehlivan – capo wrestler – e la prestigiosa cintura d'oro e il premio in denaro della competizione.

"Il mio sogno si è avverato", ha detto Şimşek ai media locali. "Quando lavori sodo, Dio premia i tuoi sforzi”.

Sulla strada per la finale, il 26enne ha sconfitto alcuni dei favoriti del torneo, tra cui due volte campione Orhan Okul, 2017 campione Ismail Balaban, Menderes Saltik e Tanju Gemici. Taş ha affrontato una corsa altrettanto impegnativa fino alla finale.

Vedi anche:I produttori turchi raggiungono nuove vette nella competizione mondiale

I media locali hanno riferito che entrambi i lottatori sono stati accolti con entusiasmo dal pubblico e hanno risposto eseguendo una tradizionale routine pre-partita coreografata nota come overture.

Considerati perdenti all'inizio della competizione, entrambi i lottatori hanno iniziato il round finale con cautela e, dopo 40 minuti, nessuno dei due è stato in grado di avere la meglio sull'altro.

pubblicità

Una volta scaduto il tempo, la partita è andata ai tempi supplementari, dove ogni lottatore ha guadagnato punti per diverse mosse tecniche. Infine, nel 59th minuto, Şimşek ha colto Taş alla sprovvista vincendo la partita.

Şimşek ha dedicato la vittoria ai suoi genitori della città costiera di Antalya, patria di molti altri campioni negli ultimi dieci anni.

"Quest'anno, i nostri giovani lottatori hanno preso d'assalto Edirne", ha scritto su Facebook Recep Gürkan, il sindaco della città. "Mi congratulo con entrambi i nostri lottatori che hanno scritto i loro nomi nella storia con lettere d'oro e auguro loro successo".

Un record di 2,475 lottatori si è riversato a Edirne, nel nord-ovest della Turchia, per competere, dove gli atleti a torso nudo che indossavano i tradizionali pantaloni di pelle conosciuti come kıspet coprirsi di olio d'oliva e cimentarsi con i loro avversari su un campo in erba finché uno di loro non viene sbattuto sulla schiena. Per tre giorni, i lottatori combattono in coppia finché solo uno rimane in piedi.

Si stima che durante l'evento vengano utilizzate due tonnellate di olio d'oliva. I lottatori si immergono nell'olio d'oliva per rendere più difficile per i loro avversari avere una presa salda su di loro. Alcuni affermano anche che l'applicazione di olio fresco tra i combattimenti aiuta a lenire le loro ferite.

L'evento di quest'anno ha suscitato particolare interesse da parte del pubblico turco. Il campione in carica Ali Gürbüz stava gareggiando per vincere il suo terzo titolo consecutivo, che lo avrebbe reso un eterno detentore della cintura d'oro. Tuttavia, non è stato all'altezza, perdendo contro Secondo classificato 2016 Mehmet Yeşil all'inizio.

Gli organizzatori hanno anche revocato le restrizioni al pubblico imposte per frenare la diffusione del Pandemia di covid-19, che è stato in parte attribuito all'aumento delle presenze.

Mentre molti pensavano che l'edizione di quest'anno di Kırkpınar sarebbe stata un ritorno alla normalità, l'evento è stato caratterizzato da molti drammi.

A parte i molteplici sconvolgimenti causati dai due finalisti, gli animi si sono infiammati all'inizio quando gli arbitri hanno eliminato il campione 2005 e 2018 e Secondo classificato 2019 Şaban Yılmaz per gioco scorretto. L'ex campione infuriato si è precipitato nella tribuna degli arbitri e ha dovuto essere calmato e allontanato dalla polizia locale.

Kırkpınar è ampiamente considerato l'evento sportivo più antico del mondo ed è stato riconosciuto nel 2010 nell'elenco del patrimonio culturale immateriale dell'umanità dell'UNESCO. Le sue origini risalgono al 1357 quando un gruppo di soldati ottomani si fermò nei pressi dell'odierna Edirne.

Per passare il tempo, 40 soldati decisero di lottare in coppia. Dopo che gli altri si erano fermati, gli ultimi due hanno lottato nella notte e sono stati trovati morti la mattina successiva.

Non c'era un vincitore, ma da allora l'evento si tiene ogni anno, tranne nel 2020 quando Kırkpınar è stato cancellato in risposta alla rapida diffusione del Covid-19 in Turchia.

"Mi congratulo di cuore con tutti i nostri lottatori che sudano nel campo sacro", ha detto Gürkan. "Spero di incontrarvi tutti al 662nd Kırkpınar nel 2023 sui 100th anniversario della nostra repubblica”.

Questo è un articolo delle ultime notizie. Ricontrolla per aggiornamenti.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti