`L'Argentina potrebbe ospitare la quarta banca del germoplasma d'oliva del Consiglio oleicolo - Olive Oil Times

L'Argentina potrebbe ospitare la quarta banca del germoplasma d'oliva del Consiglio oleicolo

Può. 4, 2022
Paolo De Andreis

Notizie recenti

La banca nazionale argentina del germoplasma dell'oliva è un passo avanti verso l'assunzione dello status di banca mondiale del germoplasma dell'oliva all'interno della rete istituita dal Consiglio oleicolo internazionale (IOC).

Una tale istituzione globale, la prima per il Sud America, faciliterebbe e accelererebbe gli investimenti nell'olivicoltura nel paese e nel continente, hanno affermato i suoi promotori durante una serie di incontri in Argentina tra i delegati del CIO e le autorità locali.

Le banche del germoplasma svolgono un ruolo fondamentale nella protezione dell'integrità genetica di cultivar di olive e promuovere la biodiversità, sostenendo anche la ricerca e l'agricoltura.

Oggi, una rete di 20 banche nazionali del germoplasma dell'oliva è affiliata alla rete del CIO, che è anche collegata alle tre attuali banche internazionali situate a Córdoba, in Spagna, a Marrakech, in Marocco e a Izmir, in Turchia.

Vedi anche:I ricercatori lavorano per identificare le varietà di olive che meglio si adattano alle temperature più elevate

Con le sue cultivar di olivo, laboratori, serre, campi ed esperti specializzati, l'istituzione argentina è candidata per la quarta istituzione mondiale del germoplasma dell'olivo.

La banca argentina comprende tre nuclei di diverse età, genetica e tipologia, che si estendono su 15 ettari. Contiene più di 100 varietà di olive attualmente coltivate per l'olio d'oliva e olive da tavola.

pubblicità

"È la più grande e importante collezione di olive delle Americhe ", ha detto Carlos A Parera, direttore nazionale dell'Istituto nazionale di tecnologia agricola (INTA). Olive Oil Times.

Parera ha osservato come la banca ospiti anche quasi 200 adesioni rappresentative del bacino del Mediterraneo, con più di 1,000 alberi.

Il nucleo originario della banca, denominato "Dante Floreal Marsico”, è stata creata dalla National Olive Growing Corporation alla fine degli anni '1940.

"Faceva parte del National Network of Experimental Variety Trials", ha detto Parera. "Il suo obiettivo principale era svolgere attività di sperimentazione e ricerca volte ad analizzare l'idoneità ecologica ed economica delle diverse aree olivicole in Argentina".

Oggi questo nucleo si estende su sei ettari. "Questi ulivi sono stati piantati nella nostra provincia per quasi un secolo, il che costituisce una vera eredità per il nostro paese poiché il legame tra questi ulivi ancestrali e il territorio è estremamente stretto ", ha affermato Parera.

Nel 2015 esperti e ricercatori argentini hanno iniziato ad ampliare la banca istituzionale del germoplasma, il nucleo noto come "INTA Expone” e ha aggiunto nuove varietà non presenti nel nucleo originario su una superficie di circa mezzo ettaro.

"Nel 2019 sono proseguite le attività di espansione, incorporando nuove varietà in un sistema di impianto più intensivo, per continuare a incorporare e valutare il maggior numero possibile di varietà di olive provenienti da tutti i paesi olivicoli in tutto il mondo ", ha affermato Parera. Oggi questo nucleo si estende su una superficie di otto ettari.

Parera ha anche sottolineato come in quello stesso anno, 2018, la collezione nazionale di olive sia stata dichiarata patrimonio culturale e naturale della provincia di San Juan. Quella provincia, situata nella parte centro-occidentale del paese, è una delle zone olivicole più importanti dell'Argentina.

I promotori della creazione della quarta banca mondiale del germoplasma del CIO in Argentina hanno sottolineato il Ruolo significativo che potrebbe giocare in un momento che è sempre più difficile per gli olivicoltori a causa di cambiamento climatico.

In questo contesto, Parera ha affermato che la distanza dalle altre banche e l'espansione dell'olivicoltura potrebbero richiedere una nuova istituzione nell'emisfero occidentale a beneficio di tutti i paesi della regione.

"In questo senso, l'olivicoltura argentina, come in molti altri paesi dell'emisfero australe, si sviluppa all'interno di ambienti soggetti a temperature e andamento piovoso differenti da quelli del Mediterraneo, il che porta ad assumere un comportamento agronomico e fisiologico differenziale in queste nuove coltivazioni aree", ha detto Parera.

Secondo INTA, in uno scenario del genere, le risorse genetiche devono essere protette e devono essere avviati nuovi studi "per valutare sistematicamente la plasticità fenotipica delle cultivar esistenti nel nostro paese e potenziali nuovi genotipi o varietà di olive ", ha affermato Parera.

"Questo ci consentirà di determinare le varietà di olivo più resistenti ", ha aggiunto. "Pertanto, sia il settore tecnico che quello produttivo devono iniziare a rivalutare questo patrimonio olivicolo e riflettere su vari aspetti della coltura, come l'adattabilità a nuove regioni, la gestione distintiva e l'uso delle diverse risorse, l'acqua, ad esempio, la produzione e la commercializzazione differenziata di prodotti”.

I colloqui tra il CIO e le autorità locali hanno anche confermato che la cultivar di olivo locale, Arauco, sarà inserita nel prossimo aggiornamento della Catalogo mondiale delle varietà di olive.

Fino alla fine degli anni '1990, l'Arauco è stata la cultivar di olive più coltivata del paese a causa del suo alto contenuto di olio e dell'elevata composizione polifenolica.

"Arauco ha caratteristiche redditizie per la produzione commerciale di oli d'oliva vergini, soprattutto perché ha una composizione di acidi grassi ben bilanciata e un alto contenuto di composti antiossidanti ", ha affermato Parera. "La nostra banca del germoplasma possiede l'unica collezione nazionale di Arauco, con diversi cloni di questa cultivar".

Arauco è anche la cultivar principale in cui deve essere presente olio extravergine d'oliva prodotti nella provincia di Mendoza per rientrare nelle disposizioni dell' prima Indicazione Geografica Protetta (IGP) attribuito ad un olio argentino.

Durante i colloqui, il CIO e le autorità argentine hanno anche discusso dell'adozione delle definizioni del CIO per l'olio d'oliva nel Mercosur, un'area di mercato comune che comprende Argentina, Brasile, Paraguay e Uruguay.

Il CIO prevede inoltre di rendere l'Argentina l'ospite per l'edizione dell'emisfero australe del suo concorso annuale di olio d'oliva Mario Solinas.

In quegli incontri, INTA ha affermato che l'olivicoltura in Argentina è cambiata nel corso degli anni, poiché gli agricoltori hanno aggiunto sempre più oliveti moderni a quelli tradizionali.

"Questi nuovi uliveti derivano da grandi investimenti, il che significa che l'area media di piantagione di ogni azienda agricola è ampia ", ha affermato Parera. "Tali piantagioni di olivi sono sviluppate, in larga misura, sotto i concetti di meccanizzazione, fertilizzazione e fornitura misurata e controllata di acqua per l'irrigazione, poche varietà, tra gli altri aspetti. "

Secondo i dati del CIO, l'Argentina ha visto il suo olive oil produzione crescere notevolmente nell'ultimo decennio. La produzione media dal 2011/12 al 2021/22 ha raggiunto le 32,000 tonnellate, rispetto alle 17,700 tonnellate registrate nel decennio precedente.

"Il successo futuro di questa attività dipenderà dal mantenimento di questi due settori, aumentando la produzione e il domestico consumo di olio d'oliva”, ha detto Parera. "Una visione strategica che mira a mantenere le basi produttive, ma in grado di rispondere adeguatamente a nuove sfide come i cambiamenti climatici, la scarsità d'acqua, le malattie emergenti, la sostenibilità, le migliori condizioni di lavoro e la qualità dei prodotti, tra le altre”.

A questo proposito, è importante evidenziare i compiti di conservazione e valorizzazione delle risorse genetiche di olivicoltura", Ha aggiunto. "In un'agricoltura con drammatici cambiamenti globali, avere un ampio spettro varietale ci consente di rispondere in modo rapido ed efficiente a tali cambiamenti".



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti