Incontra un produttore pluripremiato che promuove oli greci a Berlino

Amadeus Tzamouranis sta mettendo in contatto i consumatori tedeschi con olive oil proriduttori a Kalamata.

Clara Marie Paul (dietro a sinistra), Amadeus Tzamouranis (dietro al centro) e Simone Artale (davanti) sono le forze trainanti del Thalassa.
Ottobre 27, 2022
Di Daniel Dawson
Clara Marie Paul (dietro a sinistra), Amadeus Tzamouranis (dietro al centro) e Simone Artale (davanti) sono le forze trainanti del Thalassa.

Notizie recenti

Il burro è stato a lungo il grasso commestibile preferito in Germania, con il paese più popoloso dell'Unione Europea e la più grande economia tra i leader mondiali nella produzione e consumo di burro.

Però, i consumo di olio d'oliva e cultura hanno lentamente preso piede in Germania. Secondo il Consiglio oleicolo internazionale, i tedeschi hanno consumato 76,900 tonnellate di olio d'oliva nella campagna 2021/22, un aumento del 25% rispetto a un decennio fa e un aumento di sette volte rispetto a 30 anni fa.

In Germania ci sono molti oli d'oliva, ma il problema è che non sai chi c'è dietro il marchio… Volevamo costruire un ponte direttamente dalla Grecia alla Germania.- Amadeus Tzamouranis, amministratore delegato, Thalassa

Mentre molto olio d'oliva in Germania viene acquistato nei supermercati, Amadeus Tzamouranis sta lavorando per creare una connessione più intima tra tedeschi e olio extravergine d'oliva.

L'amministratore delegato di Thalassa (la parola greca per 'il mare'), che produce il marchi OEL pluripremiati, è nato e cresciuto a Berlino, ma ha trascorso le sue estati nell'azienda olivicola di famiglia a Kalamata, nella penisola del Peloponneso.

Vedi anche:Profili del produttore

"Ho sempre avuto un profondo legame con la Grecia”, ha detto Olive Oil Times. "Sebbene conoscessi l'olio d'oliva, non ho mai avuto l'intensa esperienza di essere sul campo, raccogliere le olive, portarle al frantoio e vedere come viene prodotto l'olio.

Mentre l'olio d'oliva era una parte onnipresente della sua infanzia, Tzamouranis ha detto che la sua prima esperienza intima è arrivata dopo aver ricevuto una chiamata da suo zio nel 2015 chiedendogli di venire ad aiutare con la raccolta.

pubblicità

Tzamouranis acconsentì e prese in prestito il furgone di un amico per guidare da Berlino all'Italia meridionale prima di attraversare il Peloponneso su un traghetto di 24 ore.

Il suo piano originale era quello di portare alcuni dipinti a suo padre, un artista che ospitava una mostra, e medicine che non erano disponibili nella comunità. Tzamouranis ha anche acquistato parte dell'olio d'oliva di suo zio da riportare in Germania e condividere con amici e familiari.

"Avevo questo furgone pieno di dipinti, medicine e tutte queste cose, e non avevo l'idea di farne un affare”, ha detto. "La mia idea era solo quella di divertirmi".

Tuttavia, questo è cambiato quando ha portato il appena raccolto olio extravergine di oliva non filtrato ritorno in Germania.

profili-i-migliori-oli-d'oliva-incontrano-un-produttore-premiato-promozione-di-oli-greci-a-berlino-oil-times

Tzamouranis ha detto che l'olio d'oliva non filtrato era un parente sconosciuto a Berlino, ma si è rivelato popolare.

"Ne ho dati alcuni ai miei amici e sono rimasti sbalorditi", ha detto. "Quando arriva fresco, come due settimane di vita, la maggior parte delle persone in Germania non conosce questo tipo di gusto perché normalmente l'olio d'oliva viene conservato e quindi filtrato prima di essere imbottigliato".

Ben presto uno dei suoi amici, che in seguito divenne suo socio in affari, gli consigliò di sfruttare i suoi contatti nell'industria alimentare tedesca - Tzamouranis aveva trascorso anni lavorando come cuoco nei ristoranti di Berlino - e di avviare un'attività importando l'olio di suo zio per riempire il vuoto di olio extravergine di oliva fresco e biologico.

"In Germania ci sono molti oli d'oliva, ma il problema è che non sai chi c'è dietro il marchio. Non c'è alcun collegamento con il produttore", ha detto. "Abbiamo deciso di creare un marchio da Berlino: OEL Berlin. Volevamo costruire un ponte direttamente dalla Grecia alla Germania”.

Ci sono sempre stati forti legami tra i due paesi, con i dati del censimento del 2021 che indicano che più di 450,000 greci vivono in Germania, il nono gruppo di nazionalità straniera nel paese.

Un 2019 a parte rapporto di Insete Intelligence ha rilevato che i tedeschi costituiscono la quota maggiore di turisti in Grecia, con oltre quattro milioni di visitatori ogni anno, quasi il 13% del totale dei turisti, generando un fatturato medio di quasi 3 milioni di euro all'anno.

"Molte persone qui in Germania hanno una passione in generale per la Grecia", ha detto Tzamouranis.

Nonostante questi stretti legami culturali, ha aggiunto che molti tedeschi credevano al vecchio cliché che l'olio d'oliva di alta qualità provenisse solo dall'Italia e si proponevano di cambiarlo.

In un primo momento, ha importato l'olio d'oliva part-time, lavorando in parallelo fino ad altri tre lavori. Dopo due anni, risparmiò abbastanza per acquistare un piccolo boschetto in Grecia e tornò a Kalamata per padroneggiare l'arte della olive oil produzione.

profili-i-migliori-oli-d'oliva-incontrano-un-produttore-premiato-promozione-di-oli-greci-a-berlino-oil-times

L'olio d'oliva è da tempo un affare di famiglia per Tzamouranis, con esperienze formative che si svolgono nell'oliveto con i suoi nonni.

"Volevo imparare tutto", ha detto. "Volevo essere lì e non essere solo qualcuno che compra olio d'oliva e lo rivende.

Tuttavia, presto scoprì che non poteva produrre abbastanza del proprio olio d'oliva per soddisfare la domanda, così andò da Ilias Stavropoulos, che aveva trasformato a lungo le sue olive, e collaborò con il mugnaio biologico certificato di 30 anni.

Ora, Thalassa, il nome OEL recentemente rinominato, produce 100,000 litri di olio extra vergine di oliva biologico ogni anno, insieme a una gamma di altri prodotti a base di olive.

"Stiamo cercando di dare alle persone una comprensione di ciò che è necessario fare per produrre un buon olio d'oliva ", ha affermato Tzamouranis, aggiungendo che molte catene di supermercati vendono olio d'oliva da € 4 a € 5, prezzi a cui non potrebbe mai permettersi di vendere il suo oli.

Tzamouranis crede che l'olio extra vergine di oliva, il modo in cui lo produce, sia un prodotto boutique e artigianale che deve essere commercializzato e venduto come tale. A tal fine, lavora a stretto contatto con i supermercati biologici e i negozi di specialità alimentari di Berlino.

Lavorare nel contesto di un rivenditore che già attrae una parte più significativa di clienti attenti alla salute ha aiutato Tzamouranis a educare i consumatori sul benefici alla salute di olio d'oliva e come usarlo in cucina.

"Ci sono molti clienti che hanno iniziato a usare l'olio d'oliva solo per le insalate ", ha affermato. "In Germania, c'è una cultura diversa su come usare l'olio d'oliva".

Come in molti altri paesi non produttori di olio d'oliva, Tzamouranis ha parlato di miti friggere con olio d'oliva abbondano, così come le idee sbagliate cucinare con olio d'oliva. Tuttavia, ha aggiunto che questo sta lentamente cambiando.

"Sto cercando di trovare modi per ispirare le persone su come utilizzare olio d'oliva con ricette, "Ha detto. "Sta cambiando un po'. Le persone sono più consapevoli che un buon olio d'oliva deve costare almeno € 15. "

La consapevolezza che la produzione di prodotti di qualità richiede investimenti sostanziali non è arrivata un momento troppo presto.

profili-i-migliori-oli-d'oliva-incontrano-un-produttore-premiato-promozione-di-oli-greci-a-berlino-oil-times

La raccolta dovrebbe iniziare a novembre e Tzamouranis prevede una buona resa.

Sebbene Tzamouranis non preveda di iniziare la raccolta fino a novembre, le interruzioni della catena di approvvigionamento e l'inflazione hanno creato un ambiente imprenditoriale difficile.

Ha detto che il prezzo delle lattine in cui conserva e vende il suo olio d'oliva aveva "è esploso", e anche i costi di trasporto e spedizione dalla Grecia alla Germania erano aumentati in modo significativo.

Inoltre, i suoi soliti fornitori di latta gli hanno chiesto di acquistare un minimo di 100,000 unità alla volta, molto più di quanto richiedesse per ogni raccolto.

"Abbiamo costi più elevati, ma non possiamo trasferire questi costi al consumatore perché se lo facciamo, chi comprerà il nostro olio d'oliva ", ha affermato. "Questo è il problema che abbiamo, quindi in qualche modo dobbiamo trovare il modo di affrontarlo".

L'azienda aveva lavorato per trovare modi creativi per aggiungere valore all'olio extra vergine di oliva prima che emergessero le attuali difficoltà macroeconomiche.

Un modo in cui l'azienda lo fa è stato concentrarsi sul design della latta. Tzamouranis ha affermato che l'aggiunta della dimensione artistica al prodotto ha aiutato l'azienda a vendere gli oli nei concept store.

profili-i-migliori-oli-d'oliva-incontrano-un-produttore-premiato-promozione-di-oli-greci-a-berlino-oil-times

"Cerchiamo sempre di concentrarci non solo sulla qualità, ma anche sull'aspetto", ha affermato. "Vogliamo persone che acquistano i nostri prodotti perché apprezzano il nostro design”.

Tzamouranis ha aggiunto che l'attenzione al design aumenta il fascino dell'acquisto di olio d'oliva come regalo. "L'olio d'oliva è sempre un buon regalo perché ne hai sempre bisogno", ha detto. "Lo usi sempre, soprattutto se ha un bell'aspetto.

L'azienda presenta anche i suoi oli d'oliva a una serie di concorsi, incluso il 2022 NYIOOC World Olive Oil Competition, dove il suo marchio OEL Zoe, un delicato Koroneiki biologico proveniente dal centenario e alberi millenari, ha ottenuto un Gold Award.

Alla fine, Tzamouranis non ci crede ogni singolo produttore sta producendo il miglior olio d'oliva del mondo. Tuttavia, pensa che dimostrare la tua qualità fornisca valore ai clienti, che è la componente principale dell'azienda.

"Non direi che sto producendo il miglior olio d'oliva perché molte persone producono buoni oli d'oliva ", ha concluso Tzamouranis. "Sto cercando di essere autentico in quello che sto facendo e sto cercando di dare alle persone ciò che meritano".


pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti