`Valore di DOP e IGP Olive Oil Produzione Gocce in Italia - Olive Oil Times

Valore di DOP e IGP Olive Oil Produzione Gocce in Italia

Febbraio 23, 2022
Paolo De Andreis

Notizie recenti

Prodotti italiani con a Denominazione d'origine protetta, Indicazione geografica protetta o la certificazione Specialità Tradizionale Garantita ha raggiunto un valore complessivo di 16.6 miliardi di euro nel 2020, secondo un rapporto dell'Istituto dei Servizi per il Mercato Agroalimentare (Ismea).

Queste DOP, IGP e GTS rappresentano il 19 per cento del valore totale della produzione agroalimentare italiana. Le tre certificazioni dell'Unione Europea sono conferite a cibi o bevande di alta qualità prodotti con metodi tradizionali in una determinata regione.

Secondo Ismea, nel 20 questi prodotti rappresentavano il 2020 per cento dell'export alimentare italiano, per un valore di 9.5 miliardi di euro. La produzione delle 841 DOP, IGP o GTS italiane impiega più di 200,000 persone. Sono inoltre 286 le associazioni dedite alla promozione e al sostegno di questi prodotti regionali di alta qualità.

Vedi anche:Il settore olivicolo italiano deve concentrarsi sulla qualità per il successo futuro, risultati del rapporto

Ismea ha affermato che il mercato DOP e IGP si è ridotto del due percento nel 2020, rispetto all'anno precedente. L'istituto ha attribuito la diminuzione a restrizioni messo in atto durante il Pandemia di covid-19.

"Questi risultati sono stati possibili grazie all'impegno di tutto il settore, con azioni di solidarietà, supporto agli operatori e nuove intese con i diversi soggetti di mercato”, scrivono gli analisti di Ismea.

pubblicità

"Sono dovuti anche al dialogo costante con le istituzioni che si sono mosse per tutelare un settore strategico attraverso misure specifiche, garantendo le filiere DOP e IGP e l'economia dei territori italiani”, hanno aggiunto.

Secondo il rapporto, il settore dell'olio d'oliva italiano è tra quelli più colpiti dal clima difficile e dalle condizioni del mercato.

I dati mostrano che il 49 italiano oli extra vergine di oliva con status di protezione UE impiegano più di 23,000 persone e generano un valore totale di 71 milioni di euro, che nel 2020 hanno rappresentato l'uno per cento del mercato italiano DOP, IGP e GTS. Questa cifra rappresenta un calo del 14 per cento rispetto all'anno precedente.

Secondo Ismea, gran parte del calo produttivo è dovuto alla DOP Terra di Bari in Puglia. I produttori della regione Terra di Bari DOP hanno ha affrontato diverse sfide, come il maltempo e la continua diffusione di Xylella fastidiosa.

Per queste condizioni, Terra di Bari DOP è stata dopo il Toscano IGP per valore di mercato nel 2020 e prima Sicilia IGP, Val di Mazara DOP e Riviera Ligure DOP.

Ismea ha inoltre rilevato come gli oli extravergine di oliva DOP e IGP rappresentino ancora solo un valore marginale sul totale olive oil produzione.

Tuttavia, il valore delle IGP è in crescita. Le esportazioni nel 2020 hanno superato i 52 milioni di euro, con il 38% della produzione IGP esportata. Toscana, Sicilia e Puglia rappresentano il 70 percento del valore complessivo degli oli extra vergini di oliva protetti dall'UE.

L'anno scorso, un rapporto separato di Ismea ha affermato che le esportazioni complessive di prodotti alimentari e bevande italiane hanno raggiunto i 52 miliardi di euro, con un aumento dell'11% rispetto al 2020.

Ciò ha portato il valore totale ben oltre i 43.6 miliardi di euro registrati nel 2020 e i 48 miliardi di euro segnalati l'anno prima.

Nel 2021 le importazioni agroalimentari italiane sono cresciute del 12 per cento rispetto al 2020 e hanno raggiunto i 48 miliardi di euro.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti