I produttori turchi raggiungono nuove vette nella competizione mondiale

Un record di 65 premi ha collocato la Turchia tra i principali paesi produttori al più grande concorso mondiale di qualità dell'olio d'oliva.

Vendemmia a Gaia Oliva
Giu. 10, 2022
Di Costas Vasilopoulos
Vendemmia a Gaia Oliva

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2022 NYIOOC World Olive Oil Competition.


Con l'affluenza più alta di sempre, il turco olive oil proproduttori, imbottigliatori ed esportatori hanno brillato alla decima edizione del NYIOOC World Olive Oil Competition.

Guadagnando un totale di 65 premi (34 d'oro e 31 d'argento) da 116 partecipanti, i partecipanti turchi hanno superato di gran lunga conteggio dello scorso anno di 44 premi.

Questa terra ospita una grande varietà di olive e sappiamo, per accedere alle caratteristiche nascoste, abbiamo bisogno di protocolli di produzione di qualità e puntare all'eccellenza.- Birsen Pehlivan, esperto e consulente turco di olio d'oliva

I partecipanti dalla Turchia hanno aumentato il numero di iscrizioni e premi guadagnati negli ultimi anni nella competizione, migliorando significativamente la loro posizione tra il resto dei contendenti anno dopo anno.

Birsen Pehlivan, un esperto turco di olio d'oliva, ha identificato il continuo miglioramento dei produttori turchi in olive oil produzione come motivo della loro forte esibizione e dei loro successi nel più grande concorso di qualità del mondo.

Vedi anche:I migliori oli d'oliva dalla Turchia

"Gli oli d'oliva turchi partecipano al concorso a tassi crescenti ogni anno, ottenendo anche premi a un ritmo crescente ", ha detto Pehlivan Olive Oil Times.

"I produttori in Turchia hanno scoperto rapidamente come produrre olio d'oliva di alta qualità negli ultimi cinque anni ", ha aggiunto. "Questa terra ospita un'enorme varietà di olive e sappiamo che, per accedere alle caratteristiche nascoste, abbiamo bisogno di protocolli di produzione di qualità e puntare all'eccellenza".

pubblicità

Pehlivan gestisce una rete online composta dalla maggior parte del paese olive oil producers, offrendo loro guida e consulenza di esperti. "Negli ultimi due anni, ho parlato con loro [i produttori] del NYIOOC e l'importanza di questa competizione", ha detto. "Li ho anche guidati nella loro decisione di candidarsi”.

"Organizziamo workshop con i produttori e li ho educati alla qualità olive oil proriduzione”, ha aggiunto Pehlivan. "Sono molto orgoglioso di essere chiamato 'Insegnante Birsen' di olive oil proproduttori in Turchia”.

Il paese ha goduto di un resa quasi record di 227,500 tonnellate di olio d'oliva nella campagna 2021/22, secondo i dati pubblicati dal Consiglio oleicolo internazionale.

Le proiezioni iniziali di una resa di olio d'oliva ancora più elevata superiore a 235,000 tonnellate non sono state realizzate. Tuttavia, il totale della produzione dell'anno è il secondo più alto per il paese dopo le 287,000 tonnellate prodotte nel 2017/18.

La stagione della raccolta è stata comunque tutt'altro che facile per i produttori turchi.

In agosto, decine di incendi spazzato attraverso diversi territori produttori di olio d'oliva nel sud-ovest del paese, distruggendo migliaia di ulivi, e le fluttuazioni meteorologiche hanno sicuramente avuto il loro tributo sul paese olive oil produzione.

Inoltre, un divieto di esportazione di diversi prodotti agricoli, compreso l'olio d'oliva sfuso, imposto dal governo turco a marzo per stabilizzare il turbamento del mercato interno olive oil proproduttori ed esportatori interrompendo le loro attività e le loro entrate.

africa-medio-oriente-concorsi-produzione-i-migliori-oli-d'oliva-produttori-turchi-raggiungere-nuove-vette-nel-concorso-mondiale-tempi-di-olio-d-oliva

La vendemmia a Davari Gida Tarim

Fatti Darvari Gida Tarim da Çanakkale nel nord-ovest del paese, il primo produttore turco a vincere quattro premi (due Gold e due Silver Awards) a NYIOOC quest'anno, le sfide durante la raccolta e la produzione fanno sempre parte del lavoro.

"Parlando di pressione e difficoltà, la raccolta è sempre un momento che ha una sorta di valore immutabile", ha detto il comproprietario Cem Erdilek Olive Oil Times. "È il culmine stesso dell'accumulo della massa critica di produzione necessaria per rimanere sul mercato e il punto critico nel determinare le qualità e le caratteristiche principali delle olive".

Affacciato sul maestoso Stretto dei Dardanelli, Darvari Gida Tarim sta attualmente assaporando la gloria del multiplo NYIOOC riconoscimenti che ha raccolto nel concorso di quest'anno.

"Due Gold e due Silver Awards sono chiaramente una fonte di buon vecchio orgoglio professionale", ha affermato Erdilek. "Stiamo migliorando, e NYIOOC è come una cassa di risonanza che abbiamo il privilegio di considerare come un'estensione del nostro team".

Darvari partecipa al concorso di olio d'oliva più prestigioso del mondo dal 2019, all'inizio senza raggiungere il podio ma alla fine diventando trionfante in quello che si è rivelato un processo fall-and-learning.

"I risultati provenienti da NYIOOC [nel 2019 e nel 2020] sono stati una specie di disastro", ha detto Erdilek. "Sono stati proprio questi fallimenti che ci hanno fatto ascoltare. Ci sono voluti due anni per capire come migliorare, e questo ha comportato cambiamenti nella configurazione e nel comportamento della nostra produzione. Il feedback che abbiamo ricevuto quest'anno è stato fantastico".

Erdilek ha anche affermato che la prossima stagione di raccolta è un po' un mistero. Ha aggiunto, tuttavia, che finora le prospettive per l'azienda sembrano promettenti.

"Darvari ha già stabilito un punto di riferimento con le etichette bizantine e ottomane", ha affermato. "I nostri alberi sono ora in piena fioritura, è uno spettacolo bellissimo e ci sentiamo fiduciosi nel nostro percorso professionale”.

Un vasto uliveto di 80,000 ulivi coltivati ​​con cura e un mix di tradizione con moderne tecniche di produzione fatto rientrare Gaia Oliva un altro grande vincitore tra i produttori turchi al concorso con un mirabile bottino di quattro premi da tutte e quattro le sue opere.

africa-medio-oriente-concorsi-produzione-i-migliori-oli-d'oliva-produttori-turchi-raggiungere-nuove-vette-nel-concorso-mondiale-tempi-di-olio-d-oliva

Petru Prundeanu e Cem Erdilek di Davari

"Quest'anno [al NYIOOC] era anche meglio", ha detto il proprietario Tuba Yilmaz Olive Oil Times. "In 2021, abbiamo ha vinto un Gold e un Silver Award e quest'anno, i nostri quattro prodotti hanno ricevuto due Gold e due Silver Awards. [La concorrenza] eleva la nostra reputazione globale a nuovi livelli".

Gaia Oliva ha ricevuto un Gold Award per il suo monovarietale Premium Memecik Early Harvest e un altro Gold per la sua miscela migliore da olio d'oliva miscelato. Inoltre, due Silver Awards sono stati assegnati dal NYIOOC giuria dell'azienda Premium Ayvalik Early Harvest e della miscela Farmer's Choice.

Yilmaz, un'imprenditrice che sognava di creare un marchio di olio d'oliva sano e delizioso per sé e per i suoi cari, ha sottolineato che la sua azienda lavora sempre per migliorare la qualità dei suoi prodotti.

Ha anche notato che emergono continuamente sfide per il settore, inclusa la mancanza di dipendenti qualificati, e ha individuato l'inquinamento industriale come la minaccia più imminente per il settore dell'olio d'oliva in Turchia.

"Siamo saldi nella nostra lotta contro l'inquinamento ambientale, ma i residui industriali si stanno avvicinando sempre di più agli alberi che amiamo coltivare", ha affermato. "Questo è un grande pericolo non solo per la nostra produzione pulita ma anche per il mondo intero. Più rispettiamo Gaia, Madre Natura, più frutti preziosi riceviamo”.

africa-medio-oriente-concorsi-produzione-i-migliori-oli-d'oliva-produttori-turchi-raggiungere-nuove-vette-nel-concorso-mondiale-tempi-di-olio-d-oliva

Foto: Gaia Oliva

Un altro produttore turco premiato, Anaforti dalla storica penisola di Gallipoli, ha vinto un Gold Award per il suo omonimo olio extravergine d'oliva, un monovarietale Ayvalik medio con aromi fruttati e amarezza equilibrata mirata "stili di vita sani e patiti del gusto”.

"Siamo estremamente orgogliosi del riconoscimento dato dal NYIOOC, il più prestigioso concorso di olio d'oliva ", ha detto il proprietario Tolga Erguven Olive Oil Times.

L'azienda produce il suo olio extravergine di oliva in quantità limitate e in un unico lotto, rimanendo sempre fedele ai suoi valori di sostenibilità ed efficienza delle risorse.

"In ogni fase delle nostre operazioni, dagli uliveti fino alle bottiglie, aderiamo alle pratiche di sostenibilità che il nostro marchio rappresenta e dove il valore che riteniamo sia creato per la comunità locale e l'ambiente ", ha affermato Erguven.

"Questa è una proposta di investimento a lungo termine che ripagherà per le generazioni future", ha concluso.


pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti