Il figlio di produttori di vino pionieristici dell'Oregon apre la strada all'olio d'oliva

Il proprietario dell'unico frantoio commerciale dello stato riflette sulle sfide della produzione di olio d'oliva pluripremiato in Oregon.
Foto: Kelsey Chance, Good Chance Creative.
Novembre 29, 2021
Daniel Dawson

Notizie recenti

Raccolta delle olive 2021 in Oregon sta per iniziare e il produttore più premiato dello stato è già nei boschi a raccogliere i suoi alberi.

Paul Durant, il proprietario di Frantoio Durant, prevede di produrre circa 500 galloni (2,200 litri) di olio extra vergine di oliva dai suoi uliveti nella Willamette Valley settentrionale, a circa 40 chilometri a sud-ovest di Portland.

Ho davvero imparato che la magia accade... in quella fase di rilassamento. È lì che hai quell'intersezione di fruttato, amaro e piccante, volendo che tutti e tre siano armoniosamente in equilibrio.- Paul Durant, proprietario, Durant Olive Mill

Rinomati da tempo come produttori di vino, Durant ei suoi genitori hanno iniziato a piantare ulivi nel 2005. Da allora, Durant ha evoluto la sua attività nell'unico frantoio commerciale dello stato.

Vedi anche:Profili del produttore

"I miei genitori sono stati tra i primi a fare la viticoltura per il clima fresco nella Willamette Valley settentrionale", ha detto Durant Olive Oil Times. "Poi abbiamo avviato un vivaio commerciale alla fine degli anni '1990 dove abbiamo propagato e venduto piante. Attraverso quel processo, mia madre ha iniziato a vendere alcune piante speciali che erano ulivi e si è interessata molto a loro ".

"Avevamo del terreno sulla proprietà che non era favorevole all'uva, quindi abbiamo pensato di inserire qualche migliaio di alberi e iniziare a vedere cosa succede", ha aggiunto.

pubblicità

Al tempo, olive oil produzione era sconosciuto in Oregon e solo iniziando a mettere radici in California.

"Siamo cresciuti con i californiani, per così dire", ha detto Durant. "Abbiamo piantato molti alberi sbagliati e abbiamo avuto delle esperienze di apprendimento davvero buone attraverso prove ed errori. Ma era davvero pensato per essere un supplemento e un vero complemento al lato vino dell'operazione”.

Nel 2008, la famiglia Durant ha deciso di iniziare a molire le olive, quindi ha acquistato il frantoio più piccolo possibile da Alfa Laval, che da allora ha aggiornato, e ha trascorso due stagioni a raccogliere le olive con l'aiuto di un mugnaio italiano.

"Duccio Morozzo della Rocca è stato molto determinante non solo nel mostrarci i meccanismi di come produrre l'olio d'oliva, ma soprattutto sugli aspetti sensoriali del processo di macinazione che possono davvero migliorarlo ", ha affermato Durant.

All'epoca, Durant lavorava a tempo pieno come ingegnere meccanico e si prendeva qualche settimana ogni autunno per venire a dare una mano con il raccolto. Tuttavia, quando i suoi genitori si avvicinarono all'età della pensione e presero in considerazione la vendita della fattoria, decise di cambiare carriera.

Entro l'anno agricolo 2010/11, Durant era un olivicoltore a tempo pieno. Insieme alla raccolta e alla macinazione delle proprie olive, ha iniziato ad acquistare olive dalla California settentrionale, creando oli extra vergini di oliva esclusivamente coltivati ​​in California e miscele di olive californiane e dell'Oregon.

business-nord-america-profili-produzione-figlio-di-pionieri-produttori-vinicoli-oregoniani-divaga-una-traccia-per-l-olio-di-oliva-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Kelsey Chance, Good Chance Creative

Durant produce principalmente olio d'oliva dai suoi alberi di Arbequina, ma prevede di spostare la produzione maggiormente verso Frantoio, Leccino, Pendolino, Picual e Nocerella, che fanno tutti meglio nel clima unico dell'Oregon e forniscono raccolti più consistenti.

Attribuisce parte del suo successo come produttore: Durant Olive Mill ha vinto 16 premi al NYIOOC World Olive Oil Competition oltre sette anni - al suo background in ingegneria meccanica. Tuttavia, ha anche avuto molto tempo per sperimentare, il che lo ha anche aiutato ad affinare il suo metodo.

"Ho davvero imparato che la magia accade, in termini di sapore dell'olio d'oliva, in quella fase di distensione ", ha detto Durant. "È lì che hai quell'intersezione di fruttato, amaro e piccante, volendo che tutti e tre siano armoniosamente in equilibrio".

"Ho imparato come trattare quel processo attraverso la malassazione e lasciare che la separazione sia il più semplice possibile, dove non devo manipolare molto le cose", ha aggiunto.

Oltre a diventare un mugnaio migliore, Durant crede anche di essere migliorato nell'assaggiare gli oli d'oliva al momento della trasformazione e nel proiettare come il sapore si evolverà nel tempo.

business-nord-america-profili-produzione-figlio-di-pionieri-produttori-vinicoli-oregoniani-divaga-una-traccia-per-l-olio-di-oliva-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Kelsey Chance, Good Chance Creative

"Anche con la vinificazione, quando assaggi quel succo all'inizio del processo, stai cercando di proiettare come sarà lungo la strada ed è la stessa cosa con l'olio d'oliva ", ha detto. "È così vibrante alla fine del processo di fresatura, ma dopo averlo filtrato, quali sono i componenti che ci saranno perché ovviamente saranno più smorzati.

Mentre Durant sta appena iniziando la sua raccolta di olive, ha già trasformato le olive che acquista dalla California e, per la prima volta, dall'Oregon meridionale. Nel complesso, spera di produrre fino a 10,000 galloni (45,500 litri) di olio d'oliva, ma non sa quanto si avvicinerà a questa cifra a causa dell'imprevedibilità del raccolto attuale.

"È stato un raccolto impegnativo finora quest'anno”, ha detto. "È stato piuttosto selvaggio. I raccolti sono lontani e questa sarà la storia del raccolto".

Durant attribuisce questi livelli di imprevedibilità a tutta la pioggia e al clima umido della California settentrionale di recente.

"Laggiù c'è stato un diluvio di pioggia e tutte le nostre olive sono raccolte meccanicamente in modo che non potessero far entrare i raccoglitori sul terreno soffice ", ha detto. "In un paio di siti da cui ottengo la frutta, hanno raccolto un terzo delle loro precipitazioni annuali in due giorni".

business-nord-america-profili-produzione-figlio-di-pionieri-produttori-vinicoli-oregoniani-divaga-una-traccia-per-l-olio-di-oliva-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Kelsey Chance, Good Chance Creative

"È un grosso guaio”, ha aggiunto Durant. "La frutta si è davvero gonfiata con l'acqua, quindi c'è molto peso d'acqua in queste olive... Compro la frutta a tonnellate, quindi sto comprando molta acqua in questo momento perché la frutta è così satura.

Fortunatamente per lui, le olive Durant provenienti dall'Oregon sono arrivate in condizioni leggermente migliori.

"Non so se gli alberi sono più abituati a stare in condizioni di terreno saturo, quindi non pompano davvero acqua", ha detto. "Ma finora quello che ho fatto per altre persone è stato tipico. Proprio intorno alla gamma bassa di 30 galloni per tonnellata, il che è abbastanza buono.

Per Durant, l'opportunità di acquistare olive dal sud dell'Oregon è stato un momento spartiacque. Insieme ai piani per aprire un secondo mulino commerciale nello stato, spera che questo sia un segno che olive oil produzione sarà continua a mettere radici.

Per quanto riguarda la propria operazione, Durant ha visto la domanda di un picco di olio d'oliva di provenienza locale durante il Pandemia di covid-19.

"La nostra sala di degustazione è stata chiusa per la maggior parte delle 18 settimane nel 2020", ha affermato. "Le nostre vendite di vino sono diminuite, ma i nostri ulivi sono diventati molto importanti per l'azienda".

business-nord-america-profili-produzione-figlio-di-pionieri-produttori-vinicoli-oregoniani-divaga-una-traccia-per-l-olio-di-oliva-i-tempi-dell'olio-d'oliva

Foto: Kelsey Chance, Good Chance Creative

Una delle principali fonti di reddito di Durant deriva da un grosso contratto che ha per 3,000 galloni (13,600 litri). In generale, le vendite dei negozi di alimentari rappresentano il 40 percento di ciò che rimane e il restante 60 percento delle vendite proviene dalle visite alla sua fattoria e online, che hanno visto un aumento di quattro volte nel 2020 rispetto al 2019.

Durant ha sottolineato che vincere premi di qualità è stato immensamente utile per far crescere il suo marchio e ottenere il riconoscimento del nome sugli scaffali dei supermercati, il che a sua volta porta il traffico pedonale alla fattoria e il traffico online al sito web.

"Essendo dove stiamo procurando frutta o dovendo portarla qui, penso che ci siano domande su come stiamo mantenendo quella freschezza ", ha detto. "La convalida di terze parti è davvero fondamentale per i consumatori. Possiamo dire che è fantastico. Possono dire che ha un ottimo sapore, ma questo gruppo di esperti l'ha assaggiato e ha davvero messo quel sigillo di approvazione su di esso. Abbiamo ognuno di quelli [NYIOOC] premi ben visibili nella nostra sala di degustazione.”

Durant sta già pianificando di entrare nel 2022 NYIOOC ed è ottimista sul fatto che sarà in grado di aggiungere qualche altro premio alla sua sala di degustazione.

"Entreremo di sicuro. Sono davvero contento dell'Arbequina che stiamo sfornando in questo momento”, ha detto. "È sempre interessante. È un olio d'oliva così delicato, ma è davvero delizioso. Ho creato una missione che ha sempre avuto un ottimo sapore".

"Sto ricevendo anche altri oli successivi", ha concluso. "Non ho ancora macinato il Koroneiki, che è uno dei miei oli d'oliva preferiti, ma non lo prenderò fino a dopo Ringraziamento. Sarà un'esperienza molto interessante macinare così tardi e vedere come si evolvono i sapori".


Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti