Le piogge determineranno il prossimo raccolto in Croazia

La pioggia o la sua mancanza decideranno come andrà la stagione olivicola in Croazia e se i prezzi del petrolio aumenteranno.

Vito Ptenjača
Settembre 6, 2022
di Nedjeljko Jusup
Vito Ptenjača

Notizie recenti

Sarà la pioggia a decidere come sarà la stagione olivicola in Croazia e se prezzi dell'olio d'oliva sorgerà.

La pioggia almeno un mese prima della raccolta salverà i frutti rimanenti. Tuttavia, è già troppo tardi in alcuni luoghi in cui le olive sono cadute dai rami a causa della siccità a lungo termine.

Stiamo ricevendo segnalazioni secondo cui le olive si sono avvizzite a causa della siccità a lungo termine e, laddove non c'è abbastanza terreno per trattenere l'umidità, hanno già iniziato a cadere.- Lodran Ljubenkov, presidente, Associazione Cooperativa della Dalmazia

"Le olive sono diventate nere e sono cadute ", ha affermato Vito Prtenjača, un olivicoltore di Polača, nella Dalmazia settentrionale. "A causa della siccità, le fosse non sono diventate legnose, segno che l'accumulo di olio non è nemmeno iniziato".

Il primo ostacolo alla fase di raccolta di quest'anno è arrivato durante la fioritura e la concimazione quando si sono verificate temperature estremamente elevate.

Vedi anche:Aggiornamenti del raccolto 2022

Non ci sono state piogge abbondanti da febbraio nella stragrande maggioranza delle aree olivicole della Croazia, che si estendono lungo il mare Adriatico da Savudrija in Istria a Prevlaka nell'estremo sud della Dalmazia. C'erano ancora meno precipitazioni sulle isole costiere.

"La siccità è tale che è un miracolo come gli ulivi riescano a sopravvivere ", ha affermato Ivo Lučić, un olivicoltore di Hvar.

pubblicità

L'isola, che vanta 250,000 ulivi, ha ricevuto 113.3 litri di pioggia per metro quadrato. La maggior parte di questo è caduto principalmente in inverno e all'inizio della primavera.

La pioggia era assente anche per la festa dell'Assunta, festa cristiana del 15 agosto. Negli anni precedenti, la data segnava solitamente la fine della calura estiva e annunciava l'arrivo dell'autunno.

"La siccità continua. I frutti stanno cadendo ", si lamentano gli olivicoltori. È il più difficile per coloro i cui uliveti si trovano su terreni poveri e scheletrici, soprattutto quelli senza irrigazione.

Lodran Ljubenkov, presidente dell'Associazione cooperativa della Dalmazia, ha confermato che la siccità sta causando molti problemi ai coltivatori locali.

"Stiamo ricevendo segnalazioni secondo cui le olive si sono avvizzite a causa della siccità a lungo termine e dove non c'è abbastanza terreno per trattenere l'umidità, hanno già iniziato a cadere ", ha detto. "Dove c'è terreno negli uliveti, quegli alberi perderanno i loro frutti in altre due settimane".

affari-europa-produzione-le-piogge-decideranno-il-prossimo-raccolto-in-croazia-tempi-di-olio-d-oliva

I frutti si seccano e cadono (Foto: Marijan Tomac)

Di conseguenza, gli olivicoltori guardano con impazienza il cielo. Se piove nelle prossime settimane, i frutti si riprenderanno.

Inoltre, non ci sono state segnalazioni significative di malattie o parassiti, quindi la qualità dell'olio potrebbe essere superiore alla media.

Vedi anche:L'olivicoltore croato innova per superare la siccità, i parassiti

I produttori si aspettano anche un aumento dei prezzi dell'olio d'oliva, in parte a causa del drammatico aumento dei costi degli agenti protettivi, fertilizzanti, carburante e imballaggi. Inoltre, è previsto un aumento del prezzo della molitura delle olive.

"Nel frattempo, il prezzo dell'elettricità per i trasformatori è aumentato fino al 500 percento”, ha affermato Željko Vrsaljko, proprietario di un frantoio a Nadin.

Fino ad ora, olio extravergine d'oliva è stato venduto in Croazia da HRK 100 (€ 13.30) a HRK 150 (€ 19.95) al litro.

Secondo molti, il prezzo aumenterà almeno dal 30 al 50 percento. Il pluripremiato olivicoltore Ivica Vlatković pensa anche che i prezzi dell'olio d'oliva aumenteranno, ma ha aggiunto che l'aumento esatto dipenderà dalla domanda e dall'offerta.

"Sul mercato dell'olio d'oliva, ora ci sono oli che raggiungono prezzi fino a 1,000 HRK (€ 133) al litro ", ha affermato. "Di norma, tali oli sono di prima qualità in piccole bottiglie da 1,000 millilitri confezionate in un imballaggio eccellente e servite a persone che apprezzano gli oli di qualità e sono pronte a pagarle”.

"Hai anche oli sul mercato confezionati in bottiglie di plastica che costano 80 HRK (10.65 €) al litro e troveranno acquirenti", ha aggiunto Vlatković. "Di conseguenza, i prezzi sono stati variabili fino ad ora e lo saranno d'ora in poi".

È fondamentale per gli olivicoltori che la pioggia arrivi il prima possibile. In tal caso, i frutti si riprenderanno e si riempiranno di olio in pochi mesi, portando sollievo alla maggior parte degli olivicoltori croati.

Se ciò accade, il 2022 sarà stata una solida stagione olivicola. Gli uliveti coprono circa 20,000 ettari in Croazia, producendo circa 29,000 tonnellate di olive. Da questi, i produttori possono spremere circa 3.75 milioni di litri di olio d'oliva.

Questo non è ancora sufficiente per soddisfare il fabbisogno interno di olio d'oliva, ma, come si dice in Dalmazia, "qualcosa è meglio di niente."


pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti