I produttori portoghesi evidenziano la qualità come pietra angolare degli sforzi promozionali

Dopo aver ottenuto il secondo raccolto più grande di sempre, i produttori portoghesi hanno celebrato risultati impressionanti all'evento World Olive Oil Competition.

I produttori portoghesi hanno coronato un raccolto eccezionale con 30 premi al NYIOOC. (Foto: Acushla)
Di Daniel Dawson
7 luglio 2024 23:34 UTC
515
I produttori portoghesi hanno coronato un raccolto eccezionale con 30 premi al NYIOOC. (Foto: Acushla)

Dopo aver celebrato il paese secondo raccolto più grande Nella campagna 2023/24, i produttori portoghesi prevedono un altro buon raccolto nel 2024/25.

La produzione portoghese di olio d'oliva ha raggiunto le 157,600 tonnellate, superando del 17% la media quinquennale e scendendo di meno di 50,000 tonnellate rispetto al livello previsto. record alto 206,200 tonnellate registrate nel 2021/22.

Questi premi evidenziano l'eccezionale qualità e artigianalità che i produttori portoghesi portano in tavola. Aiutano ad elevare la reputazione dell'olio d'oliva portoghese sulla scena globale.- Julio Alves, fondatore, Quinta dos Olmais

Tuttavia, i benefici di un raccolto eccezionale non si sono diffusi uniformemente in tutto il paese iberico. Mentre l'Alentejo, la più grande regione olivicola con un margine significativo, ha goduto di una resa fruttuosa, i produttori del nord hanno registrato raccolti inferiori alla media.

Nonostante le loro sfide, compreso l'impatto della regione siccità senza precedenti dal 2022 al 2023, aumento dei costi di produzione e la carenza di manodopera, i produttori portoghesi hanno comunque mantenuto livelli di qualità pluripremiati.

Vedi anche:Il miglior olio extra vergine di oliva dal Portogallo

I produttori del terzo produttore europeo (che ha superato la Grecia per la prima volta) si sono uniti per guadagnare 30 premi su 56 partecipanti al 2024 NYIOOC World Olive Oil Competition.

Tra i maggiori vincitori del paese c'era Casa di Santo Amarò, che ha vinto cinque premi al concorso.

"Questi tre Gold Awards e due Silver Awards sono il risultato di un enorme sforzo da parte di tutto il team della Casa de Santo Amaro, che lavora quotidianamente per rendere possibile questo riconoscimento”, ha affermato il comproprietario António Pavão. "Credo che questi premi siano molto importanti per la nostra azienda e abbiano un impatto importante sulla notorietà di tutti gli oli d'oliva portoghesi ".

i-migliori-concorsi-di-olio-d'oliva-produzione-europa-i-produttori-portoghesi-evidenziano-la-qualità-come-pietra-fondamentale-degli-sforzi-promozionali-tempi-dell'olio-d'oliva

António Pavão ha detto il successo al NYIOOC eleva il profilo del Portogallo come produttore di olio d'oliva sulla scena mondiale. (Foto: Casa di Santo Amaro)

A differenza di molti altri produttori in tutto il paese, Pavão ha affermato che la Casa de Santo Amaro ha subito un significativo calo della produzione nel 2023/24, simile a quello subito nel 2022/23.

"Ma, con tutto l'impegno, la dedizione e la professionalità del team, siamo riusciti a raccogliere olive fresche e sane e a produrle immediatamente. oli extra vergine di oliva di enorme qualità nel nostro stabilimento”, ha affermato.

"Ci sono stati enormi cali di produzione negli ultimi due raccolti e i costi di produzione sono praticamente raddoppiati perché i costi dei materiali sussidiari sono aumentati molto a causa di un'inflazione insolita", ha aggiunto Pavão. "Sfortunatamente, questa è una situazione generale in tutti i paesi produttori d’Europa”.

Altrove, nelle regioni storiche di Trás-os-Montes e Alto Duoro, i produttori hanno visto i loro premi come il lieto fine di un altro raccolto difficile.

Situato al confine con la Spagna, acushla ha ottenuto un Silver Award per una miscela biologica di media intensità, il quinto riconoscimento dell'azienda nel Concorso Mondiale in sei anni.

"Sappiamo che produciamo uno dei migliori oli d'oliva biologici al mondo, ma ricevere questa convalida da enti riconosciuti a livello internazionale è un onore, soprattutto nel mercato americano ", ha affermato Clara Paredes Castro, direttore marketing senior.

Oltre a avvantaggiare l'azienda, Paredes ha affermato che questi premi contribuiscono al profilo internazionale del Portogallo come produttore di olio d'oliva di alta qualità.

i-migliori-concorsi-di-olio-d'oliva-produzione-europa-i-produttori-portoghesi-evidenziano-la-qualità-come-pietra-fondamentale-degli-sforzi-promozionali-tempi-dell'olio-d'oliva

Il terreno montuoso di Trás-os-Montes pone sfide durante tutta la raccolta, ma il terroir è la base della qualità unica della regione. (Foto: Acushla)

"Crediamo che ci sia una crescente percezione che il Portogallo sia un paese dove le persone mangiano molto bene e dove si producono prodotti di alta qualità come olio d'oliva, vino e formaggio", ha affermato.

A differenza di Casa de Santo Amaro, Paredes ha affermato che Acushla ha registrato un raccolto leggermente migliore nell'anno in corso rispetto a quello precedente, ma la resa è stata ancora inferiore ai raccolti precedenti.

pubblicità
pubblicità

"La qualità del frutto è rimasta molto elevata, ma estrarne l'olio è stato più impegnativo", ha affermato.

Paredes ha citato la morfologia di Trás-os-Montes come una sfida costante per la produzione di olio d'oliva di alta qualità.

"Tuttavia, questo è anche uno dei fattori critici di successo per la qualità del nostro olio d'oliva ", ha affermato. "La nostra produzione quest'anno è stata inferiore alle aspettative perché abbiamo scelto di raccogliere il frutto quando era ancora molto verde, il che riduce la resa in olio ma garantisce la freschezza e la qualità che desideriamo”.

"Altre sfide comuni includono cambiamento climatico, fenomeni meteorologici e aumento dei costi delle materie prime a causa di eventi globali come le guerre”, ha aggiunto Paredes.

A circa 85 chilometri a nord di Acushla, un'altra pianta perenne NYIOOC anche vincitore ha celebrato un Silver Award.

"Vincere un altro premio al NYIOOC è stata un'esperienza esaltante per noi", ha affermato Julio Alves, il fondatore di Quinta dos Olmais. "Questo riconoscimento non solo convalida il nostro duro lavoro, ma ci ispira anche a lottare continuamente per l’eccellenza”.

i-migliori-concorsi-di-olio-d'oliva-produzione-europa-i-produttori-portoghesi-evidenziano-la-qualità-come-pietra-fondamentale-degli-sforzi-promozionali-tempi-dell'olio-d'oliva

Julio Alves afferma che le condizioni sono mature per un altro buon raccolto e spera che il clima estivo aiuti il ​​suo caso. (Foto: Quinta dos Olmais)

Quinta dos Olmais ha ottenuto sette premi dal 2016, il che, secondo Alves, dimostra l'impegno dell'azienda nei confronti della qualità fin dall'inizio.

"Questi premi hanno notevolmente rafforzato la credibilità e la reputazione del nostro marchio sul mercato”, ha affermato. "Ci hanno fornito una piattaforma per mostrare la nostra dedizione alla qualità e ci hanno aiutato a guadagnare la fiducia e la lealtà dei consumatori”.

Oltre ad aiutare il marchio, Alves concorda sul fatto che i premi aumentano anche il riconoscimento dell'olio extra vergine di oliva portoghese all'estero.

"Questi premi evidenziano l’eccezionale qualità e artigianalità che i produttori portoghesi portano in tavola”, ha affermato. "Aiutano ad elevare la reputazione dell'olio d'oliva portoghese sulla scena globale, presentandolo come un prodotto che compete con i migliori al mondo.

Nel frattempo, Miguel Azevedo Remédio, direttore commerciale di Casa Agricola Roboredo Madera (CARM), che ha celebrato il terzo premio Gold consecutivo per una miscela mediamente biologica, ha affermato che la vincita dei premi del World Competition costituisce un punto di riferimento di qualità per l'intero settore.

Vedi anche:CARM celebra il gusto regionale con oli d'oliva e vini di alta gamma

Mentre il produttore con sede a Douro Superior ha affermato di aver notato un leggero aumento in termini di quantità, Remédio ha affermato di aver aumentato significativamente la qualità.

"Per CARM, [il premio] significa che continuiamo sulla strada giusta e che il duro lavoro che abbiamo dedicato al raccolto dell'anno scorso è stato ripagato”, ha affermato. "Aiuta molto a continuare a costruire un'immagine di qualità, sia per il CARM che per gli oli d'oliva portoghesi.

"Le principali sfide che affrontiamo sono legate alla mancanza d’acqua e alla difficoltà di trovare persone che lavorino la terra”, ha affermato. "Per quanto riguarda l’ultimo raccolto, non possiamo lamentarci molto delle precipitazioni, ma il lavoro umano resta una questione importante”.

i-migliori-concorsi-di-olio-d'oliva-produzione-europa-i-produttori-portoghesi-evidenziano-la-qualità-come-pietra-fondamentale-degli-sforzi-promozionali-tempi-dell'olio-d'oliva

Nonostante un finale d’oro per il 2023/24, i produttori dietro CARM hanno affermato che la siccità e la mancanza di lavoratori rappresentano sfide continue. (Foto: CARM)

Dall'altra parte del Portogallo, nella regione meridionale dell'Algarve, i produttori sono indietro Viveiros Monterosa calibrato vincendo un paio di Silver Awards al NYIOOC.

"Vincere questi premi è molto significativo e riconosce la nostra dedizione e il nostro lavoro nella produzione di oli di alta qualità negli ultimi 20 anni", hanno affermato il capo delle operazioni Pedro Esperança e il direttore commerciale António Duarte.

"Negli ultimi anni, i produttori portoghesi hanno fatto un grande sforzo per promuovere la qualità dei loro oli sul mercato interno", hanno aggiunto. "Poiché si tratta del più grande concorso internazionale di olio extra vergine di oliva, vincere un premio pone i produttori portoghesi tra i migliori oli di altri paesi, e questo aiuta a cambiare il modo in cui i consumatori vedono il prodotto.

Dopo un raccolto eccezionale nel 2023/24, l'azienda prevede un leggero calo della produzione nel prossimo raccolto poiché molti alberi entrano in una fase di 'off-year' nel ciclo naturale di alternanza dell'olivo.

Più a nord, Sociedade Agricola Ouro Vegetal (SAOV) è stato un altro dei maggiori vincitori del paese.

L'azienda, che Serralha detto in precedenza Olive Oil Times rappresenta circa il due per cento della produzione di olio d'oliva del paese, ha vinto due Gold Awards e tre Silver Awards per la sua gamma di monovarietali locali, una miscela e un Picual.

"Nel corso degli anni, il concorso si è dimostrato una risorsa preziosa e un ottimo strumento di marketing per SAOV e il nostro partner Veronica Foods, che fornisce una rete di rivenditori di olio d'oliva nordamericani ", ha affermato Alberto Serralha, amministratore delegato dell'azienda. "Le medaglie evidenziano l’eccellenza e forniscono garanzia di qualità al consumatore”.

Serralha ha affermato che l'azienda ha registrato un aumento della produzione del 50% rispetto alla campagna 2022/23, ma il raccolto è stato ancora inferiore alla media.

"A causa della maturazione anticipata, abbiamo iniziato la raccolta a fine settembre e abbiamo dovuto affrontare condizioni meteorologiche difficili, tra cui temperature elevate e pioggia persistente", ha affermato.

"Il nostro utilizzo della gramolatura ad alto vuoto consente la correzione istantanea della temperatura della pasta, un passo decisivo per ottenere un’elevata qualità in condizioni così avverse”, ha aggiunto Serralha. "La nostra decisione di iniziare la raccolta così presto ci ha aiutato a completare il raccolto senza essere colpiti da malattie dei frutti".

Guardando avanti alla campagna 2024/25, Serralha ha affermato che la situazione sembra promettente per SAOV.

"Le aspettative sono molto favorevoli in termini di dimensioni del raccolto e condizioni climatiche", ha affermato. "Siamo ottimisti e non vediamo l’ora di iniziare la stagione”.

Altri produttori in tutto il Portogallo hanno condiviso i suoi sentimenti.

i-migliori-concorsi-di-olio-d'oliva-produzione-europa-i-produttori-portoghesi-evidenziano-la-qualità-come-pietra-fondamentale-degli-sforzi-promozionali-tempi-dell'olio-d'oliva

La maggior parte dei produttori prevede un altro raccolto superiore alla media nel 2024/25, ma aspetta di vedere se il clima collaborerà. (Foto: Quinta dos Olmais)

"Guardando al prossimo raccolto, siamo ottimisti sulla situazione attuale", ha aggiunto Alves. "Abbiamo monitorato diligentemente la salute e lo sviluppo dei nostri ulivi e le condizioni sono state favorevoli ".

Tuttavia, ha avvertito che c'è ancora molta strada da fare prima che la raccolta inizi all'inizio di ottobre, e molte cose potrebbero ancora cambiare.

"Naturalmente rimaniamo vigili sull’andamento meteorologico”, ha affermato. "La nostra preparazione e dedizione ci danno fiducia mentre ci avviciniamo alla stagione del raccolto, ma, come sempre, speriamo solo che il tempo non ci metta in difficoltà prima del raccolto."

Paredes ha condiviso il senso di cautela di Alves, citando anche le condizioni meteorologiche insolite come un fattore che stempera l'ottimismo dell'azienda in vista del raccolto.

"Il Portogallo sta vivendo un clima insolito con molta umidità, cosa non tipica di questa stagione", ha detto. "Nelle prossime settimane sono previste ondate di caldo che potrebbero colpire il frutto arrestando il processo di produzione dell'olio. Dobbiamo aspettare e sperare per il meglio. Per ora, sembra molto simile all’anno scorso”.


Condividi questo articolo

pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati