I conservazionisti sperano di replicare il successo del progetto sulla biodiversità nel nord-est della Spagna

SEO/BirdLife sta lavorando con gli agricoltori in Aragona per promuovere la biodiversità nei loro boschetti centenari e aggiungere valore alle loro varietà tradizionali.
Febbraio 8, 2022
Ephantus Mukundi

Notizie recenti

L'organizzazione benefica SEO/BirdLife e Caja Rural Foundation si sono unite per studiare gli uliveti centenari nella regione di Somontano, nel nord-est della Spagna.

L'obiettivo dello studio è sviluppare misure che promuovano la biodiversità negli uliveti secolari e aggiungano valore all'olio d'oliva prodotto tradizionalmente nella piccola regione di Aragona, noto soprattutto per i suoi vini.

In definitiva, SEO/BirdLife ha affermato che spera di sviluppare un programma nella regione simile a quello del Olivares vivo progetto in Andalusia, che ha registrato un aumento del 30 per cento della flora e della fauna negli oliveti che hanno adottato il modello.

Vedi anche:Il programma per la biodiversità riesce a ripristinare le specie negli oliveti

Somontano ha una lunga tradizione olivicola. Come in molte altre parti della Spagna, la maggior parte dei coltivatori della regione segue pratiche tradizionali, concentrandosi sulla qualità e sulle varietà locali anziché sul volume.

Attualmente, la regione ospita 3,719 ettari di uliveti pluviali mentre 226 ettari sono irrigui.

pubblicità

Poiché gli uliveti di Somontano sono colture tradizionali a bassa densità, la meccanizzazione delle aziende agricole è una vera sfida. Per rendere questi boschetti competitivi in ​​un mercato globale, è necessario fare affidamento sulla qualità e la differenziazione di elementi come le varietà tradizionali e il rispetto per la flora e la fauna naturali della regione.

Il progetto è stato doppiato 'Il miglioramento della biodiversità negli oliveti di Somontano' è iniziato lo scorso anno con la selezione di 10 aziende agricole per lo studio.

Durante questa fase del progetto, i ricercatori si sono concentrati sull'avifauna negli allevamenti poiché gli uccelli sono bioindicatori ideali dello stato dell'habitat. Hanno anche studiato la vegetazione, compresa la flora legnosa che cresce nei campi incolti, per scoprire gli effetti della semplificazione del paesaggio agrario e dell'uso dei pesticidi.

Una volta effettuata l'analisi dei bioindicatori tra cui piante, uccelli e insetti predatori di parassiti Al termine, probabilmente entro la fine dell'estate, il team proporrà misure pratiche da intraprendere per ripristinare gli oliveti e la loro biodiversità.

Questi passaggi includono il mantenimento della copertura vegetativa del suolo e l'installazione di luoghi funzionali per ospitare la fauna, come nidi per uccelli, hotel per insetti, fontanelle e stagni.

"Il miglioramento della biodiversità dell'area attraverso le azioni progettate da questo progetto aggiungerà un plus all'olio di Somontano, aumentando il valore aggiunto di questo prodotto, che ha già un'elevata qualità", ha affermato Luis Tirado, delegato SEO/BirdLife in Aragona .

"Abbiamo dimostrato che la conservazione della fauna selvatica negli uliveti non è solo redditizio per l'agricoltore ma anche una garanzia per il futuro poiché conserva il suolo e consente la riduzione dei pesticidi”, ha concluso.



Olive Oil Times Video Serie

Advertisement

pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti