NYIOOC Vince Waylay Economic Woes for Producers in Southern Cone

I produttori sudamericani di Argentina, Cile e Uruguay si sono uniti per ottenere il maggior numero di premi per la regione dal 2019.

Foto: Colinas de Garzón
Giu. 22, 2022
Di Daniel Dawson
Foto: Colinas de Garzón

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2022 NYIOOC World Olive Oil Competition.


I produttori del Southern Cone - composto da Argentina, Cile e Uruguay - si sono uniti per vincere 14 premi al 2022 NYIOOC World Olive Oil Competition, il totale più alto della regione dal 2019.

La metà dei premi - tre Gold e quattro Silver Awards - sono stati guadagnati da quattro produttori cileni. Nel frattempo, due produttori argentini si sono uniti per vincere due Gold Awards e un Silver Award. Alla fine, tre produttori uruguaiani sono usciti dalla competizione con due Gold Awards e un Silver Award combinati.

pubblicità
Con questi anni post-pandemici e le difficoltà economiche che sta attraversando il nostro Paese, continuare a produrre oli di qualità con riconoscimenti internazionali ci rende orgogliosi.- Patricia Calderón, direttrice, Establecimiento Olivum

Mentre la prolungata siccità Argentina nordoccidentale e Valle centrale del Cile ha avuto un impatto sui raccolti del 2022 nei due maggiori paesi produttori di olio d'oliva dell'America Latina, l'Uruguay godeva di condizioni più favorevoli.

Tuttavia, i produttori di tutti e tre i paesi hanno dovuto affrontare sfide legate alla congestione delle catene di approvvigionamento globali e all'aumento dei costi di produzione. Questi sono stati particolarmente sentiti in Argentina, dove l'inflazione annua è salita al 58% e i costi energetici sono aumentati notevolmente.

Vedi anche:I migliori oli d'oliva dall'Argentina

"Con questi anni post-pandemia e le difficoltà economiche che sta attraversando il nostro Paese, continuare a produrre oli di qualità con riconoscimenti internazionali ci rende orgogliosi e ci dà la forza per continuare a impegnarci”, Patricia Calderón, direttrice di Stabilimento Olivum, Ha detto Olive Oil Times.

I produttori hanno vinto un Silver Award per una miscela media durante la loro quarta apparizione al concorso, in cui hanno vinto sei premi.

"Alla Establecimiento Olivum produciamo oli di qualità premium”, ha affermato Calderón. "Per questo sono essenziali la qualità della frutta in azienda, la raccolta anticipata e la macinazione immediata con un rigoroso controllo della temperatura”.

concorsi-produzione-sudamerica-i-migliori-oli-nyiooc-vince-waylay-guai-economici-per-i-produttori-di-tempi-di-olio-d'oliva-di-cono-meridionale

Oliveti a Establecimiento Olivum

Situato nella provincia nord-occidentale di San Juan, gli uliveti di Olivum si estendono per oltre 1,000 ettari ai piedi delle Ande. Il microclima unico della San Juan Valley produce le olive di alta qualità di Olivum e offre molte sfide durante la raccolta.

"Definire il momento giusto per il raccolto è sempre una sfida", ha affermato Calderón. "Le gelate che promettevano di essere anticipate ci hanno costretto a essere molto efficienti per finire il raccolto prima che arrivassero".

"Essere premiati in un concorso così prestigioso e con una giuria di degustazione così riconosciuta conferma la qualità che pretendiamo di raggiungere nella nostra produzione", ha aggiunto.

Sulla costa orientale del Southern Cone, la più grande dell'Uruguay olive oil producer ha celebrato il suo secondo premio consecutivo al 2022 NYIOOC, vincendo l'Oro per una miscela delicata.

concorsi-produzione-sudamerica-i-migliori-oli-nyiooc-vince-waylay-guai-economici-per-i-produttori-di-tempi-di-olio-d'oliva-di-cono-meridionale

Gli uliveti di Olivares de Rocha (Foto: San Antonio Studio)

"Siamo molto orgogliosi e onorati del riconoscimento", María José Morín, marketing manager di Agroland e Nuevo Manatial, che produce Olivares de Rocha, Ha detto Olive Oil Times. "Confidiamo che questi premi ci aiuteranno a conquistare nuovi mercati".

Secondo Morín, Agroland produce oltre il 40 percento di tutto l'olio d'oliva in Uruguay e sta trovando un distributore negli Stati Uniti. Morín ha citato questo come uno dei motivi per cui l'azienda ha deciso di partecipare per prima alla competizione l'anno scorso.

"Pertanto, siamo i principali stakeholder nel continuare a posizionare l'Uruguay come una delle migliori qualità olio extravergine d'oliva produttori nel mondo”, ha detto. "Questo premio può avere un impatto sul riconoscimento dell'Uruguay come origine anche per l'olio extra vergine di oliva".

Vedi anche:I migliori oli d'oliva dall'Uruguay

Morín ha attribuito l'impegno dell'azienda per la qualità anziché per la quantità e le tecniche di produzione sostenibili come due ragioni del suo successo.

"Ci prendiamo la massima cura delle nostre colture e dell'ambiente circostante", ha affermato. "Siamo all'interno del primo parco eolico in Uruguay e l'energia è autoprodotta al 100%, oltre a prenderci cura delle nostre risorse idriche".

"La qualità è prioritaria rispetto alla quantità", ha aggiunto Morín. "Il processo è meticoloso ed è monitorato dal nostro laboratorio. La cosa fondamentale è che l'intero team umano coinvolto abbia una passione per il prodotto”.

Nonostante quest'anno abbia un clima più cooperativo rispetto agli anni precedenti, Morín ha affermato che l'adattamento al cambiamento climatico dell'Uruguay è rimasta la sfida più significativa.

Víctor Rodríguez, direttore generale dell'olio d'oliva di Agroland, che produce Colinas de Garzon, un altro NYIOOC vincitore dell'Uruguay, ha affermato che gli alti livelli di umidità durante tutto l'anno rendono più difficile la produzione di olio d'oliva di qualità costantemente elevata.

concorsi-produzione-sudamerica-i-migliori-oli-nyiooc-vince-waylay-guai-economici-per-i-produttori-di-tempi-di-olio-d'oliva-di-cono-meridionale

Foto: Colinas de Garzón

"L'Uruguay è un paese con molta umidità, e questo porta a molto monitoraggio sanitario (proliferazione delle malattie) oltre a mantenere lo stesso profilo sensoriale anno dopo anno in ciascuno dei nostri oli extra vergini di oliva ", ha detto Olive Oil Times.

Colinas de Garzón ha vinto un Gold e Silver Award per un paio di miscele medie. Rodríguez ha affermato che vincere la competizione ha aiutato il marchio e il profilo degli oli d'oliva uruguaiani sulla scena mondiale.

"Questo è un concorso di grande importanza a livello mondiale e ottenere questi risultati ci dà una lettera di presentazione al mondo che è molto buona”, ha affermato.

Dall'altra parte del cono meridionale, i produttori cileni hanno registrato il terzo maggior numero di premi in nove anni al concorso.

concorsi-produzione-sudamerica-i-migliori-oli-nyiooc-vince-waylay-guai-economici-per-i-produttori-di-tempi-di-olio-d'oliva-di-cono-meridionale

Foto: Agricola Pobeña

Di quelli, Agricola Pobeña ha vinto due Gold Awards e un Silver Award. José Manuel Reyes, il responsabile dello sviluppo dell'azienda, è d'accordo successo costante nel concorso promuove gli oli cileni sulla scena internazionale.

"I risultati confermano il buon lavoro che è stato fatto", ha detto Olive Oil Times. "Il Cile è un produttore di alta qualità e questo è riconosciuto in tutto il mondo. Motiva tutti i produttori a continuare a portare l'olio d'oliva cileno in cima. "

Vedi anche:I migliori oli d'oliva dal Cile

Durante il raccolto, Reyes ha affermato che la siccità in corso in Cile è stata una delle maggiori sfide per l'azienda. La mancanza di pioggia nel 2021 ha costretto l'azienda a ridurre l'irrigazione fino al 50% per alcune varietà.

Tuttavia, ciò non ha impedito al produttore del marchio Alonso Olive Oil di estendere la sua storia di successi nella competizione.

"Siamo riusciti a essere coerenti nel nostro lavoro nel corso degli anni, producendo oli d'oliva di qualità ", ha affermato Reyes. "Non è un caso che la nostra Coratina abbia ottenuto Gold Awards in ciascuno degli ultimi cinque anni”.

Olivo del Sur, uno dei più grandi del Cile olive oil producers, ha anche continuato la sua eredità di NYIOOC successo, vincendo un Silver Award.

concorsi-produzione-sudamerica-i-migliori-oli-nyiooc-vince-waylay-guai-economici-per-i-produttori-di-tempi-di-olio-d'oliva-di-cono-meridionale

Foto: Olivos del Sur

"Non siamo qui per i premi, ma sono fantastici", ha detto Claudio Lovazzano, responsabile marketing dell'aziendo olive oil Times circa il terzo premio consecutivo per il suo marchio O-Live & Co, una miscela media.

Per Olivos del Sur, l'aumento dei costi di produzione e i problemi in corso nella catena di approvvigionamento globale hanno rappresentato le sfide più significative.

Tuttavia, Lovazzano ha attribuito anni di investimenti in infrastrutture e conoscenze per la gestione dell'acqua al motivo per cui la siccità ha un impatto minore sull'azienda rispetto ad altri produttori cileni.

"Le enormi dimensioni dei nostri boschi, un processo integrato dalla fattoria alla bottiglia e la nostra passione nel produrre solo la massima qualità di olio extra vergine di oliva con un profondo rispetto per l'ambiente è ciò che rende Olisur diverso ", ha concluso Lovazaano. "Lo facciamo ogni giorno e ci aspettiamo di farlo per molto tempo”.


pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti