Incontra la coppia pionieristica che ha introdotto la coltivazione dell'olivo in un'isola greca

Quando Tassis e Rena Laskaridis si stabilirono a Lemno 15 anni fa, c'erano pochi ulivi in ​​giro.
Ktima Olon (Foto: Nikos Karanikolas)
Giu. 29, 2022
Costas Vasilopoulos

Notizie recenti

Quando Tassis e Rena Laskaridis si sono trasferiti da Atene nell'isola di Lemno nell'Egeo settentrionale nel 2007, sono rimasti sorpresi dal numero di ulivi che crescevano sull'isola.

Pur non avendo precedenti esperienze in agricoltura (Tassis era un architetto in pensione e Rena, un'insegnante di francese) decisero di utilizzare la loro terra per avviare il primo uliveto di Lemno.

"All'epoca non c'erano praticamente ulivi sull'isola ed eravamo curiosi di vedere se Lemno potesse produrre olio d'oliva di qualità ", ha detto Rena Olive Oil Times. "Abbiamo piantato 300 ulivi e il risultato è stato sorprendentemente soddisfacente”.

Oggi, la coppia produce olio d'oliva nel frantoio di proprietà che hanno costruito a Lemno da olive raccolte a mano nella loro fattoria vicino al villaggio di Kontias.

Vedi anche:Profili del produttore

"Ci stiamo espandendo e attualmente coltiviamo 1,850 ulivi nella nostra fattoria Ktima Olon ", ha affermato Laskaridis. "Produciamo un biologico di prima qualità, raccolto in anticipo e non filtrato olio extravergine d'oliva. "

"La raccolta viene eseguita a mano in ottobre e lavoriamo le olive in poche ore ", ha aggiunto. "L'attrezzatura specializzata che utilizziamo fornisce un olio limpido, privo di impurità, quindi non è necessario sottoporlo filtrazione. "

"Commercializziamo il nostro olio in Grecia, principalmente ad Atene e Salonicco, e localmente sull'isola", ha continuato. "Esportiamo anche in Finlandia e stiamo attualmente negoziando per iniziare a esportare in Francia e Regno Unito".

profili-produzione-incontra-la-coppia-pionieristica-che-ha-introdotto-l'olivicoltura-a-un-isola-greca-olive-times

Tassis e Rena Laskaridis

Laskaridis ha detto che l'olio d'oliva di Ktima Olon è ricco polifenoli, recante un'indicazione sulla salute conforme al Regolamento UE 432/2012 requisiti.

Il regolamento specifica che gli oli d'oliva contenenti una certa quantità di polifenoli – almeno 5 milligrammi per 20 grammi di olio d'oliva – possono contribuire alla protezione dei lipidi nel sangue dallo stress ossidativo.

Tuttavia, la cultivar Throumbolia della fattoria, che la coppia usava per completare gli alberi Koroneiki, Adramytini e Manaki che avevano inizialmente piantato, si è rivelata un vero punto di svolta.

"Gli alberi di Throumbolia si sono rivelati molto produttivi a Lemno, al pari degli alberi di Koroneiki", ha detto Laskaridis. "Le olive di questa cultivar contengono dal 20 al 28 per cento di olio con eccellenti caratteristiche organolettiche.

Yiorgos Kostelenos, un agronomo specializzato in varietà di olive greche del Peloponneso che ha fornito alla coppia Laskaridis gli alberi per il loro uliveto, ha affermato che Throumbolia è una cultivar prominente, adatta alle condizioni meteorologiche prevalenti nel Mar Egeo.

profili-produzione-incontra-la-coppia-pionieristica-che-ha-introdotto-l'olivicoltura-a-un-isola-greca-olive-times

L'oliveto di Ktima Olon

"La trombolia è endemica delle isole dell'Egeo", ha detto Kostelenos Olive Oil Times. "L'olio estratto dalle olive Throumbolia è ricco di composti fenolici, specie quelli che esistono in minor quantità in altre cultivar come la Oleokoronale. "

"Tuttavia, le olive della varietà sono inclini Mosca della frutta infezione", ha aggiunto. "Pertanto, i forti venti etesiani che colpiscono continuamente le isole dell'arcipelago creano l'habitat perfetto per gli alberi di Trombolia perché mantengono bassi i livelli di umidità e impediscono al parassita di moltiplicarsi".

"C'è un albero di Trombolia di 6,000 anni a Naxos, proprio al centro del Mar Egeo, che porta ancora frutti", ha continuato Kostelenos.

profili-produzione-incontra-la-coppia-pionieristica-che-ha-introdotto-l'olivicoltura-a-un-isola-greca-olive-times

Tassis Laskaridis con i visitatori al mulino

Avendo trovato un terreno solido nell'olivicoltura, Ktima Olon si è evoluta in un vero e proprio agriturismo che accetta visitatori che desiderano provare il fascino di soggiornare in una fattoria e conoscere gli ulivi e l'olio d'oliva.

Oltre agli ulivi, i proprietari coltivano vari altri tipi di frutta e verdura nella loro fattoria. Allevano anche un piccolo numero di animali domestici per ottenere il latte per i formaggi tradizionali di Lemno che producono, il Melichloro e il Kalathaki.

Tassis e Rena Laskaridis consigliano ai loro ospiti di aggiungere ai pasti un paio di cucchiai di olio extravergine di oliva di Ktima Olon per assaporarne il sapore fruttato e beneficiare delle sue proprietà nutritive.

"Consigliamo di consumarlo crudo al mattino, sulle insalate, oppure con verdure bollite e grigliate e carne arrosto”, hanno detto. "Il retrogusto leggermente amaro che potresti percepire è il risultato della bassa acidità dell'olio e un leggero bruciore alla gola è causato dai composti benefici nel nostro olio d'oliva. "

Il successo dell'impresa di olio d'oliva della coppia Laskaridis ha anche motivato altri agricoltori dell'isola a passare all'olivicoltura. Rena Laskaridis stima che attualmente a Lemno siano coltivati ​​circa 70,000 ulivi.

"Siamo entusiasti di vedere Lemno tra i territori produttori di olio d'oliva della Grecia ", ha concluso la coppia. "Il nostro sogno è riuscire a mantenere e migliorare [la nostra fattoria] e allo stesso tempo entrare più fortemente nei mercati dell'olio d'oliva".



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti