L'Unione Europea espande il territorio del Monte de Etna DOP in Sicilia

L'espansione significa che la produzione potenziale di olio extravergine di oliva Monte de Etna DOP potrebbe raddoppiare.

Monte Etna
Giu. 5, 2022
Di Paolo DeAndreis
Monte Etna

Notizie recenti

L'Unione Europea ha ampliato il territorio della DOP Monte Etna in Sicilia, consentendo a più coltivatori, mugnai e imbottigliatori di etichettare i propri olio extravergine d'oliva con l'indicatore geografico.

In precedenza, solo 18 comuni siciliani situati sul versante occidentale del vulcano attivo più alto d'Europa potevano beneficiare del Denominazione d'origine protetta certificazione.

Il nostro olio extravergine di oliva è figlio di un territorio meravigliosamente instabile. L'Etna è un vulcano attivo e che avvolge l'olivicoltura in sensazioni e biodiversità assolutamente uniche.- Giosué Catania, presidente Consorzio Monte Etna DOP

"Ci sono voluti quasi 10 anni perché la certificazione includesse l'intero territorio di altri 25 comuni sul versante orientale dell'Etna", ha detto Giosué Catania, presidente del Consorzio Monte Etna DOP Olive Oil Times.

Secondo il consorzio, la nuova disciplina amplia la potenziale area di produzione del Monte Etna DOP da 750,000 ulivi su 5,500 ettari a oltre un milione su 7,300 ettari. Di conseguenza, il numero di aziende e produttori potenzialmente interessati dal cambiamento passerà da 4,500 a circa 5,800.

Vedi anche:Valore di DOP e IGP Olive Oil Produzione Gocce in Italia

"Se parliamo del potenziale extravergine DOP olive oil proriduzione, stimiamo che con le nuove regole potrebbe raggiungere tra 1.5 e 1.8 milioni di litri e un fatturato complessivo compreso tra 15 e 17 milioni di euro", ha affermato Catania.

Mentre la zona DOP è ora notevolmente più ampia, non tutte le aziende agricole e le aziende saranno necessariamente interessate a seguire i passaggi necessari per ottenere la certificazione Mont Etna DOP.

pubblicità

"Secondo i vecchi criteri, abbiamo 46 membri nella filiera con circa 200 ettari di area di produzione certificata e oltre 45,000 litri di produzione certificata DOP”, ha affermato Catania.

Una delle sfide che i produttori della zona DOP Monte Etna hanno dovuto affrontare quando hanno cercato di aderire ai vecchi criteri o di mantenere il loro status di produttori certificati DOP è stata cambiamento climatico, che ha influito sui livelli di acidità dei loro oli extravergini di oliva.

Più precisamente presenta un'acidità media linoleica e linolenica leggermente aumentata. Tale fenomeno è espressamente citato dal nuovo disciplinare approvato dall'UE.

"Questi due indicatori devono essere modificati perché un numero crescente di partite di olio dell'area coperta dalla Denominazione di Origine Protetta Monte Etna non hanno ottenuto la certificazione negli ultimi anni a causa di un contenuto di acido linoleico e acido linolenico superiore ai valori attuali stabilito nelle specifiche del prodotto", ha scritto l'UE.

business-europa-produzione-unione-europea-espande-monte-de-etna-dp-territorio-in-sicilia-oliveto-times

La raccolta delle olive per l'olio d'oliva Monte Etna DOP in Sicilia

"Gli studi dimostrano che questo è legato all'aumento delle temperature medie e al calo significativo delle precipitazioni che si è verificato negli ultimi anni, alterando il profilo di acidità dell'olio del Monte Etna", hanno aggiunto.

Pertanto, i livelli massimi di entrambi gli acidi sono stati innalzati con le nuove regole. Di conseguenza, l'acidità linoleica accettabile è aumentata da un massimo del 10% al 13.5% e quella linolenica dallo 0.8% allo 0.9%.

"Naturalmente, non influisce in alcun modo sulla qualità dell'olio extra vergine di oliva risultante ed entrambi i livelli sono molto inferiori a quelli che si trovano in molti altri disciplinari DOP ", ha affermato Catania.

La conseguenza più rilevante di tali cambiamenti è l'opportunità che offrono a più produttori locali di aggiungere valore ai loro oli extravergini di oliva e commercializzarli come Monte Etna DOP.

Il Monte Etna DOP è un olio extravergine di oliva ottenuto principalmente dalla varietà Nocellara Etnea, che deve costituire almeno il 65 per cento del volume totale, secondo il disciplinare DOP.

Vedi anche:La Grecia registra quattro oli d'oliva DOP e IGP come proprietà intellettuale

Tra le caratteristiche più interessanti di questi alberi ci sono le loro rese superiori alla media e la possibilità di coltivarle ad altitudini più elevate.

"Viviamo in un territorio montuoso e ciò significa coltivare olive a 900 o anche 1,000 metri sul livello del mare in un clima mediterraneo soleggiato, ventilato e adeguato, che si aggiunge all'identità di questo prodotto ", ha affermato Catania.

"Il nostro olio extra vergine di oliva è figlio di un territorio meravigliosamente instabile”, ha aggiunto. "L'Etna è un vulcano attivo e che avvolge l'olivicoltura in sensazioni e biodiversità del tutto uniche”.

Catania ha aggiunto come l'olivicoltura in un ambiente così difficile sia considerato un esempio di "agricoltura eroica", un termine coniato per descrivere l'agricoltura in aree in cui la terra è troppo ripida o troppo remota per l'assistenza meccanica.

Tali caratteristiche incidono sui costi di produzione e sulle rese, ma contribuiscono anche all'identità unica degli oli extravergini di oliva locali. È un territorio caratterizzato da alberi secolari, pendii scoscesi e muretti in pietra lavica.

"L'olivicoltura è una presenza costante qui da generazioni. Gli ulivi sono un patrimonio che va oltre la produzione di olio d'oliva, poiché appartengono al territorio e al suo paesaggio ", ha affermato Catania.

"Antichi miti certificano tale eredità, come il Ciclope Polifemo, una personificazione dell'Etna, il cui occhio intriso di fuoco viene accecato da un tronco d'ulivo maneggiato da Ulisse, che aveva anche dormito su un letto di legno d'ulivo", ha aggiunto. "Fenici e Greci introdussero gli ulivi e gli antichi romani importarono l'olio d'oliva da questa terra riconoscendone l'alta qualità.

Insieme alla storia e alla tradizione, Catania ha aggiunto quell'extravergine olive oil proprodotto alle pendici dell'Etna ha un profilo organolettico unico.

"È un olio extra vergine di oliva fruttato con sentori di erbe aromatiche, carciofo e pomodoro verde, arricchito da un'armonia di note amare e pungenti”, ha detto Catania. "È un olio extravergine di oliva delicato, un prodotto che può esprimere il meglio di sé se utilizzato con il pesce e con il pesce Dieta mediterranea Alimenti."

"Grazie alle regole aggiornate, stimiamo che a partire da questa stagione valuteremo una forte crescita dei volumi di produzione certificata, dal 70 al 100 per cento rispetto all'anno precedente”, ha concluso. "Il Monte Etna DOP sta attraversando un passaggio evolutivo che ci consentirà di tutelare il prodotto e promuoverlo sul mercato”.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti