`Italiano Olive Oil Producer progetta una nuova struttura negli Stati Uniti - Olive Oil Times

Italiano Olive Oil Producer progetta una nuova struttura negli Stati Uniti

Marzo 31, 2022
Daniel Dawson

Notizie recenti

Certified Origins investirà 25 milioni di dollari per stabilire il suo primo impianto di produzione negli Stati Uniti in Virginia, secondo Glenn Youngkin, il governatore dello stato.

La struttura creerà 30 nuovi posti di lavoro e includerà operazioni di miscelazione, imbottigliamento, confezionamento e distribuzione dell'olio d'oliva.

Nacho Nuez, amministratore delegato dell'azienda, ha affermato che Certified Origins ha scelto la città portuale di Newport News, in Virginia, per ospitare il suo primo centro di produzione negli Stati Uniti grazie alla sua posizione centrale, "strutture portuali all'avanguardia e manodopera altamente qualificata.

Vedi anche:Notizie commerciali

I funzionari locali e statali si sono tutti detti entusiasti di ospitare l'azienda con sede in Toscana, che produce e mescola olio extravergine d'oliva dalla Grecia, dall'Italia e dalla Spagna per produrre il marchio Bellucci di olio d'oliva e altri marchi del distributore.

"Siamo entusiasti che Certified Origins abbia scelto Newport News come sede per costruire il loro primo impianto di produzione americano", ha affermato T. Montgomery Mason, senatore dello stato. "La penisola è un luogo attraente sia per lo sviluppo economico che per l'espansione commerciale, grazie alla nostra vicinanza al porto della Virginia, che rende la regione un luogo ideale per le importazioni e le esportazioni".

pubblicità

"Certified Origins si è fatto un nome sviluppando olio d'oliva di alta qualità, autentico e tracciabile e non vedo l'ora di dare il benvenuto al loro marchio nella nostra comunità ", ha aggiunto.

Nel 2018, la società ha annunciato che avrebbe collaborato con Oracle, la seconda azienda di software al mondo, per migliorare la tracciabilità della sua catena di approvvigionamento.

Utilizzando la blockchain di Oracle, la tecnologia alla base delle criptovalute e altre risorse digitali, Certified Origins ha affermato che i consumatori potrebbero tracciare le olive dai boschetti al frantoio e l'olio risultante dal frantoio all'impianto di imbottigliamento e, infine, agli scaffali dei supermercati.

"Aggiunge un ulteriore livello di trasparenza e informazione che è prezioso per i consumatori che cercano prodotti di qualità e ci aiuta a sostenere l'eccellenza delle piccole aziende agricole", ha affermato all'epoca Andrea Biagianti, Chief Information Officer di Certified Origins.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti