Il pluripremiato olivicoltore diventa un modello per i giovani agricoltori

Danijala Lalin spera di sfruttare il suo successo al NYIOOC per costruire un marchio agricolo e ispirare altri giovani agricoltori a fare lo stesso.

Daniela Lalin
Può. 18, 2022
di Nedjeljko Jusup
Daniela Lalin

Notizie recenti

Dopo aver vinto il campionato per due anni consecutivi al concorso locale per giovani produttori a Mašković Han, Daniela Lalin di Pakoštane, Dalmazia, ha deciso di entrare nel 2022 NYIOOC World Olive Oil Competition.

"Dal momento che questa è la più grande recensione al mondo dei migliori oli, le nostre aspettative non erano alte", ha affermato.

Penso che sia importante avere un obiettivo e non mollare. Ci è voluto molto tempo.- Danijala Lalin, comproprietario, OPG Lalin

Tuttavia, i suoi risultati al concorso hanno superato le sue aspettative poiché la sua fattoria di famiglia ha vinto un Gold Award per il suo marchio Dalma Oleum Premium, un Levantinka.

"Essere tra i migliori nella competizione di 1,244 oli provenienti da 28 paesi è un grande risultato", ha detto Lalin Olive Oil Times.

Vedi anche:Profili del produttore

Ha sottolineato che questo è un successo congiunto della fattoria della famiglia Lalin, in particolare suo padre, Vinko, altrimenti un manager di successo, che ha piantato le prime olive per hobby nel 1992. Oggi, l'intera famiglia di Lalin, inclusa sua madre, Zdenka, e suo fratello, Marco, lavora nella fattoria.

profili-europa-produzione-il-miglior-olio-d-oliva-premiato-olivicoltore-diventa-un-modello-per-i-giovani-agricoltori-oiltimes

Vinko e Danijala Lalin

In diverse località lungo il lago di Vrana, il lago più grande della Croazia, l'OPG Lalin ha 300 alberi, 180 dei quali sono in piena fioritura. Predominano le varietà autoctone Oblica (70%) e Levantinka (15%), con alcune varietà importate come Leccino, Ascolana Tenera e Pendolino.

Lalin ha detto che la famiglia ha deciso di presentare il suo monovarietale Levantinka perché le olive erano state raccolte al momento perfetto.

pubblicità

"Mio padre ed io siamo stati negli uliveti tutti i giorni per non perderci il 'momento ottimale per il raccolto”, ha detto.

A causa delle condizioni climatiche, tutto è stato ritardato, così hanno deciso di iniziare la prima raccolta il 12 ottobre. Due giorni dopo, hanno raccolto le olive Levantinka, quando il rapporto tra fruttato e piccantezza nel frutto era più pronunciato.

I frutti appena raccolti, come al solito, sono stati lavorati nel frantoio Nadin, di proprietà di Željko Vrsaljko, che è anche un pluripremiato olivicoltore. Due giorni dopo, il 16 ottobre, la vendemmia era completata.

La famiglia ha raccolto circa 9,000 chilogrammi di frutta e prodotto circa 1,300 chilogrammi di olio, un risultato più che buono rispetto alla scorsa stagione. A causa di diverse circostanze sfavorevoli, la resa delle olive in Croazia è stata ridotta in media dal 50 al 70 percento.

La famiglia Lalin attribuì in parte il proprio successo al fatto di fornire agli alberi un'adeguata nutrizione e protezione mentre li annaffiava più volte durante l'estate secca con l'acqua del lago di Vrana.

"Senza irrigazione, non c'è successo", ha detto Lalin.

Oltre a coltivare olive, è anche insegnante in un asilo nido locale e proprietaria del negozio di souvenir Dalma Oleum.

Oltre agli oli in varie confezioni di varie dimensioni e agli oli d'oliva infusi con aglio, rosmarino e peperoncino, il negozio di souvenir offre le proprie grappe, liquori e vino da dessert tradizionale, Prošek, nonché prodotti locali di altre fattorie familiari.

Vedi anche:I migliori oli d'oliva dalla Croazia

Lalin non ha nascosto il suo piacere nel vincere al NYIOOC, ma ha detto che poteva sempre fare anche meglio.

"Stiamo espandendo la produzione", ha affermato. "Continueremo a coltivare nuove piantagioni. Abbiamo già ricevuto elogi per il nuovo design”.

Lalin ha detto che vuole creare un marchio locale che sarà riconoscibile nel prossimo futuro.

"Abbiamo iniziato con l'olio e continueremo con il nuovo design delle scatole dell'olio d'oliva ", ha affermato.

Insieme a loro olio extravergine d'oliva, la famiglia sta preparando nuove etichette per liquori e grappe fatte in casa (a base di erbe aromatiche, uva, fichi, noci, carruba, ciliegie), introducendo nuovi prodotti (tè, spezie, mandorle sotto zucchero, fichi secchi, marmellate) e creando regali Pacchetti.

L'obiettivo della famiglia è iniziare a costruire una presenza online, concentrandosi maggiormente sull'e-commerce e sul branding sui social media.

"È un processo lungo perché se vuoi fare qualcosa di buono, dovrebbe essere di buona qualità e dovresti avere tempo per quello", ha detto Lalin. "Dato che lavoro ancora come maestra d'asilo, penso che sia importante avere un obiettivo e non mollare. Ci è voluto molto tempo."

profili-europa-produzione-il-miglior-olio-d-oliva-premiato-olivicoltore-diventa-un-modello-per-i-giovani-agricoltori-oiltimes

Dopo aver vinto il premio con molti altri produttori dalmati al più grande concorso mondiale di qualità dell'olio d'oliva, Lalin è diventato un modello per altri giovani olivicoltori di Pakoštane.

Ci sono già più di 150,000 ulivi nel comune di Pakoštane e la maggior parte delle 1,700 famiglie che vivono qui possiede almeno alcuni ulivi. Altri produttori locali, tra cui Ante Vulino, ha anche vinto un Gold Award al NYIOOC.

"Ce ne saranno altri", ha detto Lalin. Pakoštane è adatto per il turismo e l'agricoltura. La città si trova al centro della costa adriatica lunga 1,000 chilometri ed è idealmente posizionata tra il Mare Adriatico e il Lago di Vrana.

Pakoštane è circondata da quattro parchi nazionali croati (Kornati, Krka, Paklenica e laghi di Plitvice) e due parchi naturali (Telašćica e Lago di Vrana). Il terreno e il clima sono ideali per la produzione di tutte le specialità mediterranee, in particolare le olive.


pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti