I ricercatori indagano sui collegamenti tra l'adesione a MedDiet e il saluto orale

Gli effetti antimicrobici e antinfiammatori della dieta mediterranea e il suo ruolo nel mantenimento dei microrganismi benefici sono collegati a risultati positivi sulla salute orale.
Di Simon Roots
Maggio. 1, 2024 16:58 UTC

A rivedere l'articolo pubblicato sul Journal of Oral Microbiology ha catalogato le influenze positive del Dieta mediterranea sulla salute orale.

I ricercatori hanno scoperto che l'adesione alla dieta mediterranea "è legato alla prevenzione di numerosi processi patologici metabolici e cronico-degenerativi, tra cui le malattie del cavo orale” e che la dieta "può rappresentare un potenziale attore nel collegamento tra microbioma orale e malattie orali”.

Il microbioma orale è il secondo microbioma più grande e diversificato dopo quello intestinale. Composto da circa 700 specie di microrganismi, è un sistema complesso il cui equilibrio è vulnerabile ai cambiamenti di composizione.

Vedi anche:Saluti Notizia

Questo sistema comprende batteri, funghi, virus, archaea (organismi unicellulari come i metanogeni) e protozoi (organismi unicellulari come i metanogeni) Entamoeba gengivale).

Secondo i Centri statunitensi per il controllo delle malattie (CDC), esiste una forte correlazione tra le malattie orali, in particolare la parodontite, e le malattie sistemiche croniche.

L’organizzazione fa riferimento a diversi studi che riportano che le persone con parodontite (malattia infiammatoria delle gengive) sono a maggior rischio di ictus ischemico o emorragico.

Il CDC ha inoltre scoperto che la perdita dei denti è un altro fattore di rischio significativo per l’ictus e che la malattia parodontale aumenta significativamente il rischio di malattia polmonare ostruttiva cronica.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità rileva inoltre che la scarsa salute orale è una causa regolare di polmonite negli anziani.

Gli autori notano che la cavità orale funge da serbatoio di Staphylococcus aureus, un batterio che, sebbene normalmente innocuo, può diventare un patogeno opportunistico causando infezioni respiratorie e sinusali.

È anche una delle principali cause di morte tra i ceppi patogeni resistenti agli antimicrobici e agli antibiotici come l’MRSA, un ceppo di Staphylococcus aureus.

La ricerca lo ha dimostrato polifenoli hanno effetti antimicrobici sui patogeni orali come Staphylococcus aureus e Porphyromonas gingivalis, un batterio legato a numerose malattie, tra cui la parodontite, Il morbo di Alzheimer e artrite reumatoide.

Tra i pazienti solitamente inclini a parodontite grave, l’adesione alla dieta mediterranea era correlata positivamente con abitudini orali più sane, tra cui un aumento del numero dei denti e una migliore rimozione della placca dentale.

La dieta mediterranea contiene numerosi elementi ricchi di polifenoli: olio extravergine d'oliva, che contiene oleocanthal, oleuropeina ed idrossitirosolo; noci, che contengono proantocianidine; frutta, verdura, vino rosso ed erbe aromatiche, che contengono composti come naringenina, apigenina e kaempferolo; e molti altri.

La dieta mediterranea è anche ricca di fibre, che hanno dimostrato di promuovere l’eubiosi orale, uno stato di equilibrio in cui dominano le specie microbiche benefiche.

Gli autori fanno riferimento a tre studi in particolare quando discutono le prove a sostegno dell'ipotesi effetti positivi della dieta mediterranea su pazienti con infiammazione parodontale rispetto alla dieta di tipo occidentale.

Il primo, pubblicato nel 2022, ha dimostrato una significativa diminuzione del sanguinamento parodontale e dell’infiammazione superficiale nei pazienti con infiammazione parodontale dopo aver seguito la dieta mediterranea per sei mesi.

Questi risultati contrastano notevolmente con gli studi del 2005 e del 2019, che hanno mostrato un aumento della risposta infiammatoria gengivale nelle persone che seguivano una dieta di tipo occidentale caratterizzata dall’elevato consumo di cereali e zuccheri raffinati.

I ricercatori hanno concluso l’articolo di revisione sottolineando la necessità di studiare ulteriormente il legame tra aderenza alla dieta mediterranea, malattie orali e microbioma orale.

Hanno inoltre invitato i dentisti a essere più proattivi nel diffondere informazioni su come la dieta influisce sulla salute orale.

"Il dentista svolge un ruolo fondamentale nel promuovere e diffondere tra la popolazione corrette abitudini alimentari basate su scelte alimentari sane che, insieme allo stile di vita, possono migliorare significativamente lo stato di salute generale e orale”, hanno concluso.


pubblicità
pubblicità

Articoli Correlati