`Med Diet potrebbe ridurre i fattori di stress prenatali e migliorare i risultati sulla salute dei bambini - Olive Oil Times

Med Diet potrebbe ridurre i fattori di stress prenatali e migliorare i risultati sulla salute dei bambini

Di Paolo DeAndreis
14 dicembre 2022 15:16 UTC

Una ricerca recentemente pubblicata su Current Developments in Nutrition ha confermato che dall'adesione al programma potrebbero derivare benefici significativi Dieta Mediterranea durante la gravidanza. Ha anche scoperto come una tale scelta potrebbe migliorare i risultati di salute nei bambini piccoli di diverse etnie.

Secondo lo studio, il passaggio alla dieta mediterranea durante la gravidanza può ridurre la probabilità che la madre sviluppi un disturbo dell'umore depressivo o l'obesità pre-gravidanza. Inoltre, la dieta mediterranea potrebbe anche ridurre obesità nei bambini.

L'obiettivo del progetto era quello di indagare su come la dieta mediterranea potrebbe influire sui fattori di stress psicosociali e fisiologici associati gravidanza. Questi spesso causano condizioni infiammatorie che potrebbero creare futuri problemi di salute sia per la madre che per il bambino.

Vedi anche:Health News

Gli autori del documento hanno utilizzato un campione di popolazione statunitense per indagare i benefici per la salute segnalati del Dieta Mediterranea nei paesi mediterranei e non.

"In particolare, un modello alimentare di tipo mediterraneo è stato associato a una serie di esiti positivi per la salute, tra cui livelli più bassi di malattie cardiovascolari, cancro, e infiammazione e maggiore longevità ", hanno scritto.

I ricercatori hanno spiegato che ne soffre circa una donna su dieci in età riproduttiva depressione, con il 29% delle donne in gravidanza obese. Queste condizioni sono state correlate con l'obesità infantile, problemi di sviluppo neurologico infantile e malattie croniche sia per la madre che per il bambino più avanti nella vita.

Lo studio ha coinvolto 929 diadi madre-figlio del Newborn Epigenetic Study (NEST), uno studio prospettico di coorte. L'epigenetica studia l'interazione delle espressioni geniche con l'ambiente e il comportamento di una persona. Ai partecipanti NEST sono stati presentati questionari sulla frequenza alimentare per valutare il loro diabitudini etarie e la correlazione tra quelle abitudini e gli esiti di salute.

I ricercatori hanno notato che altri studi basati su NEST hanno dimostrato che le abitudini alimentari materne influenzano il comportamento della prole fino a 24 mesi dopo la nascita e suggeriscono un legame con i meccanismi epigenetici.

"Abbiamo mirato a valutare le relazioni tra l'adesione materna alla dieta mediterranea (MDA) e gli esiti materni e della prole durante il primo decennio di vita in afroamericani, ispanici e bianchi ", hanno scritto gli scienziati.

"Poiché esistono disparità razziali/etniche nei risultati di interesse, abbiamo valutato le associazioni con la dieta per razza", hanno aggiunto, accennando ai molti fili di indagine. I ricercatori hanno esaminato l'incidenza di depressione, obesità pre-gravidanza e aumento di peso gestazionale nelle madri. Peso alla nascita e l'aumento di peso nella prima infanzia sono stati i dati raccolti dai bambini.

Delle 929 diadi, le 341 donne nere/afroamericane e 225 ispaniche erano in media più giovani delle 317 partecipanti bianche. Anche le donne nere/afroamericane e ispaniche avevano maggiori probabilità di essere obese prima della gravidanza.

"La prevalenza dei sintomi depressivi è stata complessivamente del 26% e anche le donne nere/afroamericane hanno riportato un livello più elevato di sintomi depressivi rispetto alle donne bianche e ispaniche ", hanno osservato i ricercatori nei loro risultati.

Circa il 49% del campione ha guadagnato più peso di quanto raccomandato durante la gravidanza.

Tuttavia, i ricercatori hanno scoperto che l'adesione a una dieta mediterranea era associata a un minor rischio di obesità pre-gravidanza, anche se non sembrava avere un impatto sull'aumento di peso gestazionale. Tra le diverse etnie, le donne ispaniche si sono divertite di più effetto protettivo della Dieta Mediterranea contro la depressione. Per tutte le donne, una migliore aderenza alla Dieta Mediterranea si è tradotta in migliori risultati.

Gli autori dello studio hanno notato che i loro risultati hanno mostrato associazioni positive tra l'adesione alla dieta mediterranea dal concepimento e il peso pre-gravidanza inferiore, la depressione inferiore e il miglioramento dei risultati peso-altezza nei bambini di età compresa tra i tre e gli otto anni. Tuttavia, tali effetti variano notevolmente tra i etnie coinvolti.

"Questi dati supportano i dati degli studi clinici europei che suggeriscono che la dieta in stile mediterraneo è forse una potente strada per prevenire gli esiti prenatali e postnatali prenatali materni e della prole avversi, tra cui l'umore depressivo prenatale e l'obesità infantile, che colpiscono in modo sproporzionato i neri e gli afroamericani. Nel nostro studio, la MDA differiva nettamente per razza/etnia, con madri bianche non ispaniche che riportavano la MDA più alta e madri nere non ispaniche che riportavano la MDA più bassa. Le nette differenze nell'MDA per razza/etnia mostrano la necessità di interventi per sostenere un'alimentazione sana tra le popolazioni di colore negli Stati Uniti ", hanno scritto i ricercatori.

Nella loro conclusione, gli scienziati hanno scritto come aderire a una dieta mediterranea fin dalle prime fasi della gravidanza "sembra trasmettere benefici per la salute psicosociale e fisiologica alle madri e ai loro bambini non ancora nati, sebbene esistano disparità razziali/etniche nell'assunzione dietetica. Le disparità razziali/etniche osservate in modello dietetico sono radicate nelle disuguaglianze relative ai determinanti sociali della salute”. Hanno anche richiesto studi più approfonditi che coprano campioni più ampi ed eterogenei della popolazione.

"Dati i numerosi vantaggi dell'adesione a un modello dietetico in stile mediterraneo, sono necessari interventi che affrontino questi problemi, oltre a studi sui meccanismi e sulle differenze razziali/etniche nei risultati", hanno concluso.



pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti