`Il cane da guardia del Regno Unito approva l'affermazione `` Meno grassi saturi dell'olio d'oliva '' di Unilever - Olive Oil Times

Il cane da guardia del Regno Unito paga il reclamo "meno grassi saturi rispetto all'olio d'oliva" di Unilever

Agosto 21, 2012
Julie Butler

Notizie recenti

Fornisce annunci che affermano che l'olio da cucina Flora Cuisine di Unilever fornisce "Il 45 percento in meno di grassi saturi rispetto all'olio d'oliva "può rimanere in onda dopo che i risultati del watchdog pubblicitario nel Regno Unito non sono suscettibili di fuorviare gli spettatori.

Il prodotto - una miscela di oli di girasole, lino e colza - è promosso come cuore salutare per friggere, arrostire e cuocere al forno.

Gli spot mostrano il presentatore televisivo inglese Vernon Kay e mostrano sua madre Gladys che versa l'olio in una padella. Lui dice "Che cos'è? "E lei risponde, "Flora Cuisine, 45% in meno di grassi saturi rispetto all'olio d'oliva. "

In una decisione pubblicata il 15 agosto, la Advertising Standards Authority (ASA) ha affermato che uno spettatore aveva contestato se l'affermazione sui grassi saturi fosse fuorviante e il confronto difettoso.

Ma l'ASA ha respinto il reclamo "perché ritenevamo che i consumatori avrebbero sostituito la quantità di olio d'oliva che usavano abitualmente con la stessa quantità di Flora Cuisine e perché il risultato finale sarebbe stato che il passaggio dall'olio di oliva a Flora Cuisine avrebbe comunque ridotto il contenuto di grassi saturi del 45 percento in generale ”.

In una sentenza separata pubblicata l'8 agosto, l'ASA ha affrontato le preoccupazioni di sei denuncianti sulla stessa affermazione di grassi saturi inferiori e la madre ha detto a suo figlio "Mi prendo cura del tuo ticker ”.

pubblicità

I denuncianti ritenevano erroneamente che queste affermazioni implicassero che Flora Cuisine avesse benefici per la salute del cuore che l'olio d'oliva non lo faceva e pertanto erano fuorvianti e incapaci di essere comprovati.

Ma il loro caso non è stato accolto dall'ASA per ragioni tra cui il contenuto di acidi grassi Omega 3 di Flora Cuisine e il ruolo nel ridurre l'assunzione di grassi saturi "ha contribuito al normale funzionamento del cuore. "

Nella sua scoperta, l'ASA ha incluso informazioni dalla risposta di Unilever, incluso quello che la società ha affermato essere uno studio approfondito del contenuto di grassi saturi in un'ampia gamma di olive oil procondotti nel Regno Unito.

"Hanno fornito la documentazione che ha dimostrato che il contenuto di grassi saturi più basso di qualsiasi concorrente olive oil procondotto esaminato conteneva 13 g di grassi saturi per 100 ml, rispetto a Flora Cuisine che conteneva 7 g per 100 ml.

L'ASA ha inoltre rilevato nella sua constatazione che, ai sensi del regolamento (UE) n. 432/2012 della Commissione europea, indicazioni sulla salute non specifiche - come l'annuncio "Mi occupo del tuo ticker "- deve essere accompagnato da un reclamo specifico autorizzato dal 14 dicembre.

Le pubblicità hanno scatenato il dibattito dei consumatori sul merito dei diversi oli con domande e commenti in forum e blog, tra cui quelli di "il diario degli amanti del cibo ”dove si sottolinea che tra i fattori a favore dell'olio d'oliva vi sono i suoi antiossidanti, come l'idrossitirosolo, e una percentuale maggiore di grassi monoinsaturi.

Nel frattempo, l'organizzazione che consiglia la CE sulle indicazioni sulla salute alimentare, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA), ha recentemente rivalutato la sua precedente scoperta secondo cui le prove fornite non erano sufficienti per stabilire una relazione di causa ed effetto tra il consumo di polifenoli dell'olio d'oliva (standardizzato dal contenuto di idrossitirosolo e suoi derivati) e il mantenimento delle normali concentrazioni di colesterolo HDL nel sangue.

In un parere pubblicato il 7 agosto, il gruppo di esperti scientifici sui prodotti dietetici, l'alimentazione e le allergie dell'EFSA ha dichiarato "non sono stati presentati dati che richiederebbero una riconsiderazione. "

"Nell'ambito di un'ulteriore valutazione sono stati forniti nove interventi sull'uomo e quattro studi sugli animali. Il gruppo di esperti scientifici osserva che nessuno di questi studi ha permesso di trarre conclusioni per la fondatezza scientifica dell'indicazione a causa del fatto che il contenuto di idrossitirosolo o suoi derivati ​​(ad esempio complesso oleuropeinico) negli oli di oliva somministrati negli studi non è stato riportato, che gli studi hanno mostrato importanti limiti metodologici e che i risultati degli studi sui ratti non possono essere estrapolati all'uomo a causa delle differenze nel metabolismo lipidico tra queste due specie. "



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti