Una dieta a base di foglie di olivo potrebbe migliorare il formaggio di pecora

Una nuova ricerca rivela che l'aggiunta di foglie di olivo alla dieta di una pecora si traduce in un formaggio più sano.

Di Paolo DeAndreis
3 gennaio 2023 17:19 UTC

Aggiunta foglie di ulivo alla dieta delle pecore potrebbe migliorare la loro salute, aumentare la sostenibilità del catena alimentare e creare un formaggio di migliore qualità. Le qualità antiossidanti delle foglie di olivo sembrano migrare al formaggio prodotto con il latte di pecora. L'aggiunta di foglie di olivo potrebbe anche migliorare il profilo grasso del formaggio.

Secondo uno studio pubblicato sull'International Dairy Journal, l'aggiunta di un'alimentazione composta dal 28% di foglie di olivo alla dieta quotidiana di una pecora potrebbe produrre un formaggio più sano del normale che i consumatori apprezzano. Il gruppo di ricercatori italiani ha condotto lo studio manipolando la dieta delle pecore per trenta giorni.

Venti pecore Comisana multipare a metà lattazione sono state divise in un gruppo di controllo e un gruppo di foglie. Entrambi i gruppi pascolavano insieme. Durante le due mungiture giornaliere, al gruppo delle foglie veniva somministrato un concentrato contenente foglie di olivo essiccate mentre il gruppo di controllo mangiava il solito concentrato pellettato.

I risultati hanno mostrato che il formaggio prodotto dal gruppo delle foglie conteneva una percentuale maggiore di acidi grassi sani mentre grassi saturi le percentuali erano significativamente inferiori rispetto al gruppo di controllo. È interessante notare che anche la produzione di latte del gruppo delle foglie era maggiore rispetto al gruppo di controllo.

Vedi anche:Health News

Secondo i ricercatori, il formaggio del gruppo delle foglie aveva anche più contenuto di grassi del formaggio. Il suo profilo, tuttavia, mostrava livelli più elevati di acidi grassi monoinsaturi.

L'aumento degli acidi grassi polinsaturi n-3 nel formaggio del gruppo delle foglie ha ridotto il aterogenico e indici trombogenici e aumento della perossidabilità ma non del contenuto di idroperossidi. Mentre vitamine e colesterolo non differivano tra i gruppi, i ricercatori hanno trovato diverse concentrazioni di antiossidanti nel formaggio risultante.

notizie-sulla-salute-una-dieta-a-base-di-foglie-di-ulivo-potrebbe-migliorare-i-tempi-del-formaggio-di-pecora-dell-olio-d-oliva

Dopo un periodo di riposo di 60 giorni, un panel non addestrato di consumatori è stato chiesto di valutare il formaggio di entrambi i gruppi. I membri del panel non hanno notato differenze rilevanti durante la loro prima degustazione alla cieca. Dopo essere stato informato del organolettica caratteristiche del formaggio del gruppo foglie, il panel ne ha indicato un apprezzamento maggiore rispetto al formaggio del gruppo di controllo.

Presentando la loro ricerca, gli scienziati hanno notato come entrambi olivicoltura e la pastorizia sono attività importanti nel bacino del Mediterraneo. Circa il 98 percento dell'olio d'oliva e il 46 percento di latte di pecora provengono dalla zona.

Un numero crescente di foglie di olivo viene scartato durante trasformazione dell'olivo ogni anno. È stato dimostrato che la meccanizzazione dell'operazione di raccolta crea un aumento di dieci volte delle foglie di olivo biomassa.

Inoltre, i ricercatori hanno notato che le foglie di olivo sono un alimento adatto per le pecore e hanno spiegato che il processo di incorporazione delle foglie di olivo nel mangime per pecore è abbastanza semplice. Come bonus aggiuntivo, le foglie sono portatrici di composti bioattivi cruciali, come fenoli, tocoferoli e carotenoidi.

"I risultati presentati in questo studio hanno indicato che l'inclusione delle foglie di olivo nella dieta delle pecore al pascolo in allattamento ha migliorato la resa, la capacità antiossidante e il profilo degli acidi grassi in un formaggio modello ", hanno scritto i ricercatori nella loro conclusione.

"Inoltre, il test sui consumatori ha rivelato che la soddisfazione generale è aumentata dopo una degustazione informata solo per il formaggio sperimentale ", hanno scritto.

"Pertanto, i nostri risultati suggeriscono che l'uso di prodotti agroindustriali sottoprodotti, oltre a rappresentare un'interessante strategia per migliorare la qualità dei prodotti animali e la sostenibilità della catena alimentare, potrebbe essere una valida strategia per aggiungere valore ai prodotti alimentari di origine animale", hanno concluso.



Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti