Gli oli d'oliva turchi vincono il plauso nella competizione mondiale

Dopo un raccolto fuori anno complicato dalla pandemia di Covid-19 e dai cambiamenti climatici, i produttori turchi hanno celebrato 44 premi record.

Ferzan Batum (a destra), proprietario di Palamidas.
Giu. 15, 2021
di Wasim Shahzad
Ferzan Batum (a destra), proprietario di Palamidas.

Notizie recenti

Parte della nostra continuazione copertura speciale di 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition.


I produttori turchi hanno goduto di un anno record al 2021 NYIOOC World Olive Oil Competition, guadagnando 44 premi da 91 voci.

I produttori della quarta nazione produttrice di olio d'oliva al mondo (nel 2020) hanno portato a casa 18 Gold Awards, legati a il record dell'anno scorso, e 26 Silver Awards, più di quanto avevano totalizzato dall'inizio della competizione nel 2013.

Crediamo che i premi nel NYIOOC sono molto importanti per dare visibilità ai nostri prodotti. Dimostrano anche che la nostra qualità continua ogni anno.- Bahar Alan, proprietario, NovaVera

Il bottino record di premi di quest'anno arriva dopo una stagione di raccolta impegnativa in cui il maltempo ha aggravato un anno spento abbassare la produzione a qualcosa tra le 180,000 tonnellate e le 210,000 tonnellate. Tuttavia, i produttori di tutto il paese hanno detto Olive Oil Times che si aspettano che la produzione continui a crescere.

Una recente divieto di esportazione di olio d'oliva sfuso, che rimarrà in vigore fino a ottobre, ha anche spostato l'attenzione di molti produttori sugli oli d'oliva confezionati singolarmente. Premi dal NYIOOC sono visti come uno dei modi migliori per aiutare i produttori a differenziare i loro prodotti in un mercato affollato.

Vedi anche:I migliori oli d'oliva dalla Turchia

Tra i maggiori vincitori – NovaVera, Hermus, Safitad e Genius Olive Oil – c'erano quelli che avevano vinto in precedenza al più prestigioso concorso mondiale di qualità dell'olio d'oliva.

"Ermo è entrato in NYIOOC dall'inizio della competizione", ha detto Ali Zihnioglu, il proprietario dell'aziendo olive oil Times. Il produttore ha vinto un Gold e tre Silver Awards quest'anno.

"Siamo sempre orgogliosi dei nostri prodotti perché abbiamo mantenuto la nostra qualità", ha aggiunto. "Inoltre, il nostro olio proviene direttamente dai nostri frutteti attentamente controllati”.

Un altro vincitore, Palamida, ha vinto due Gold Awards nel suo primo tentativo al World Olive Oil Competition.

"Vincere due Gold Awards ci ha fatto sentire molto ispirati per il nostro futuro e ci ha mostrato che siamo sulla strada giusta per produrre un prodotto unico e di alta qualità", ha detto Ferzan Batum, il proprietario dell'azienda. Olive Oil Times.

I produttori dietro Safitad ha anche vinto due premi a quest'anno NYIOOC, portando a casa un Gold e Silver Award. L'anno scorso, l'azienda ha vinto un solo Silver Award, ha affermato Mehmet Taki, il proprietario dell'azienda.

Nel frattempo, terzo vincitore Nova Vera è anche emerso come uno dei produttori turchi più promettenti.

Il suo marchio Trilye Early Harvest ha vinto un Gold Award per il terzo anno consecutivo, mentre tre degli altri oli dell'azienda hanno vinto ciascuno un Silver Award.

"Questo è il nostro terzo anno in NYIOOC", ha detto Bahar Alan, il proprietario dell'aziendo olive oil Times. "Siamo stati felici di saperlo dai quattro campioni che abbiamo inviato. NovaVera Trilye ha ottenuto il Gold Award (come sempre) e i nostri Ayvalik, Yamalak e Organic sono stati premiati con l'argento.

Fondata da Alan nel 2018, NovaVera è specializzata nella produzione di varietà locali di olio d'oliva turche. Il produttore ha anche aggiunto una componente di emancipazione femminile al suo marchio cambiando le etichette sulle sue bottiglie. Le nuove etichette sono state create da una pittrice turca e illustrano i ritratti di donne.

Secondo Alan, queste illustrazioni rappresentano le caratteristiche uniche dell'olio d'oliva all'interno della bottiglia: delicato, forte, fruttato e vivido, tra gli altri.

"In un mondo di immagini idealizzate, vogliamo incoraggiare le donne a essere se stesse e ad abbracciare i propri tratti", ha detto. "Vogliamo anche sottolineare che le donne nella loro modalità creativa e produttiva possono produrre meraviglie. Essendo un marchio creato da un'imprenditrice, vogliamo ispirare tutte le donne a inseguire i propri sogni".

africa-medio-oriente-concorsi-profili-i-migliori-oli-d'oliva-turchi-oli-d'oliva-vincente-acclamato-nel-mondo-concorso-olive-times

La raccolta presso le fattorie di Safitad

Tra gli altri produttori vincitori della Turchia c'era Olio d'oliva geniale, che ha vinto di nuovo un Gold Award per il suo mezzo Arbequina.

Fondata da Tarkan Karakaya e Oguz Cakir, l'azienda ha anche partecipato ad altre cinque competizioni globali e ha vinto numerosi premi.

"Riteniamo che le olive di alta qualità siano il prerequisito per la produzione di olio d'oliva di alta qualità ", ha affermato Karakaya. "Produciamo olive di altissima qualità nel nostro uliveto. In qualità di titolari dell'azienda, seguiamo continuamente il processo in tutte le fasi; dalla piantagione dell'olivo all'imbottigliamento dell'olio d'oliva”.

"Inoltre, raccogliamo molto presto con l'apposita macchina da raccolta 'Gregoire 140' e, in un paio d'ore, iniziamo la nostra produzione al frantoio mantenendo gli standard di preparazione, pulizia e igiene”, ha aggiunto Cakir.

Secondo tutti i produttori vincitori, il raccolto del 2020 è arrivato con molte sfide, ma il 2021 sembra già un anno molto più fruttuoso.

africa-medio-oriente-concorsi-profili-i-migliori-oli-d'oliva-turchi-oli-d'oliva-vincente-acclamato-nel-mondo-concorso-olive-times

Gli uliveti di NovaVera ad Ayvalik, Turchia

"Quest'anno abbiamo prodotto 500 tonnellate di olive; la nostra produzione aumenta di circa il 30% ogni anno man mano che gli alberi nei nostri boschi invecchiano", ha detto Alan. "Quest'anno è stato un anno migliore in termini di temperatura, rispetto al 2020".

Anche Karakaya e Cakir si aspettano una resa di olive più elevata quest'anno e, si spera, anche una qualità migliore.

"Nel 2020, la quantità di raccolto è stata leggermente inferiore rispetto agli anni precedenti a causa dei cambiamenti climatici", hanno affermato. "Abbiamo prodotto 40,000 litri di olio d'oliva”.

Per quanto riguarda il Vendemmia 2021, hanno aggiunto, "siamo molto ottimisti e non vediamo l'ora di coltivare olive in maggiore quantità. Ci auguriamo che gli impatti di cambiamento climatico sarà meno severo e la nostra qualità e quantità saranno maggiori quest'anno e negli anni a venire".

Allo stesso modo, v, il proprietario di Hermus, ha affermato che il 2021 si preannunciava un anno migliore del 2020.

"L'anno scorso siamo stati colpiti dall'esposizione al troppo caldo durante il periodo della fioritura, come altri produttori, e quindi abbiamo prodotto 50,000 bottiglie", ha detto. "Quest'anno ci aspettiamo oltre 100,000 bottiglie".

Zihnioglu ha aggiunto che la produzione e la qualità delle olive dipendono da fattori naturali, in particolare dal clima.

"Produrre olio d'oliva premium è sempre una sfida perché se si commettono errori nella produzione, nella raccolta o nei tempi, non è mai possibile correggerlo ", ha affermato.

Secondo Taki, il proprietario di Safitad, il 2020 è stato un anno stressante a causa del Pandemia di covid-19 e un'estate molto secca, ma sono riusciti ad affrontare efficacemente le sfide.

africa-medio-oriente-concorsi-profili-i-migliori-oli-d'oliva-turchi-oli-d'oliva-vincente-acclamato-nel-mondo-concorso-olive-times

Raccolta delle olive nelle fattorie Safitad

Oltre a parlare delle sfide che l'industria dell'olio d'oliva deve affrontare, il proprietario di Palamidas ha affermato che il duro lavoro e la capacità di adattamento sono fondamentali per il successo.

"Sebbene Madre Natura sia imprevedibile e le crescenti anomalie meteorologiche dovute ai cambiamenti climatici mettano a dura prova il nostro lavoro, innoviamo costantemente per combattere i suoi effetti negativi", ha affermato Batum. "Abbiamo molto da imparare, ma finora siamo riusciti ad adattarci con successo all'ambiente che cambia. In effetti, il duro lavoro ripaga».

I produttori di tutta la Turchia hanno affermato che vincere premi al NYIOOC li aiuta a creare un'immagine positiva del marchio e ad aumentare i profili delle rispettive regioni. Fornisce inoltre loro molteplici opportunità di esportare i loro oli in tutto il mondo.

"Mi sento sempre orgoglioso di ricevere premi dal NYIOOC perché è la competizione più prestigiosa e famosa al mondo", ha detto Zihnioglu.

Taki ha aggiunto che vincere il Gold Award avrà un impatto significativo sul suo marchio, in particolare in termini di interesse per l'estero.

Allo stesso modo, Batum ha detto che vincendo due Gold Awards al NYIOOC nel loro primo tentativo è stato un momento di orgoglio per il suo marchio e dimostra che è adatto al riconoscimento internazionale.

africa-medio-oriente-concorsi-profili-i-migliori-oli-d'oliva-turchi-oli-d'oliva-vincente-acclamato-nel-mondo-concorso-olive-times

Raccolta negli oliveti Genius

Karakaya e Cakir hanno convenuto che vincere la più importante competizione per l'olio d'oliva è piacevole e premia il duro lavoro di un anno.

Alan ha detto che vincere così costantemente al consistently NYIOOC dà al suo marchio un vantaggio nel mercato competitivo delle esportazioni.

"Attualmente esportiamo i nostri prodotti negli Stati Uniti, in Europa e in Corea del Sud", ha affermato. "Crediamo che i nuovi premi nel in NYIOOC sono molto importanti per dare visibilità ai nostri prodotti. Dimostrano inoltre che la nostra qualità continua ogni anno e che puntiamo alla qualità non solo per un singolo prodotto, ma per l'intera linea di prodotti".


pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti