La Turchia annuncia un piano per promuovere l'agricoltura sostenibile

Il nuovo piano mira a promuovere l'agricoltura biologica, l'innovazione tecnologica, il riciclaggio e le energie rinnovabili poche settimane dopo che l'UE ha assunto un impegno simile.
Un antico olivo nel distretto di Sigacik / Seferihisar nella provincia di Izmir, Turchia
Agosto 2, 2021
Paolo De Andreis

Notizie recenti

Un approccio più verde alla produzione agricola è al centro di un nuovo piano di sviluppo sostenibile annunciato dal governo turco.

La più grande olio d'oliva biologico esportatore intende rinnovare in modo significativo i settori dell'agricoltura, dell'industria e dei trasporti del paese per ridurre il loro impatto sull'ambiente, garantendo al contempo la loro competitività in uno scenario internazionale in rapida evoluzione.

"Il piano d'azione per la riconciliazione verde è una tabella di marcia compatibile con le politiche di trasformazione in atto nelle economie mondiali, in particolare nell'UE- Mehmet Muş, ministro del commercio turco

La nuova strategia prevede decine di azioni come la promozione dell'agricoltura biologica, l'innovazione tecnologica, il riciclaggio e l'implementazione di fonti energetiche rinnovabili.

Il nuovo Green Reconciliation Action Plan annunciato da Ankara punta sulla sostenibilità. È stato presentato in risposta al Piano Fit-for-55, che la Commissione Europea ha recentemente introdotto, e il Green Deal europeo.

Vedi anche:Proprio quando il turismo dell'olio d'oliva era di tendenza in Turchia, la pandemia ha colpito

Sebbene il paese non sia membro dell'UE, Bruxelles stima che oltre il 42 percento di tutte le esportazioni turche vada verso i paesi dell'UE, che presto saranno vincolati da regole più severe sull'origine delle loro importazioni.

Il ministero del Commercio turco ha stimato che nel 2020 il valore totale delle esportazioni turche verso l'Unione europea ha superato i 120 miliardi di euro.

pubblicità

Per rimanere competitivi, "è essenziale creare un settore agricolo efficiente e altamente produttivo che sia ambientalmente e socialmente sostenibile", ha affermato il governo turco nel suo nuovo piano.

Secondo il ministero, la Turchia sarà tra i Paesi più colpiti da cambiamento climatico, in parte, a causa della sua posizione geografica.

Vedi anche:I migliori oli d'oliva dalla Turchia

Perciò, "è importante per il nostro Paese intraprendere azioni verso un'agricoltura sostenibile” e "saranno condotti studi per ridurre uso di pesticidi, antimicrobici e fertilizzanti chimici nel nostro Paese”.

Il piano specifica anche la necessità di rendere l'agricoltura biologica e i metodi biotecnici più popolari tra gli agricoltori poiché la domanda di prodotti biologici è in crescita, e questo "crea opportunità per lo sviluppo di una produzione agricola biologica sostenibile e rispettosa dell'ambiente”.

Secondo il piano, saranno inoltre svolte nuove attività di registrazione del consolidamento fondiario per sviluppare ulteriormente le aziende agricole e gli investimenti.

Il piano mira inoltre a creare le condizioni per il riutilizzo degli scarti e dei residui derivanti dalle attività agricole e allo stesso tempo sensibilizzare i consumatori sui cicli dei prodotti.

Mentre l'agricoltura svolge un ruolo fondamentale nell'economia turca, gli sforzi significativi previsti nel piano saranno dedicati al rinnovamento delle aree industriali, compresi i nuovi distretti verdi per l'innovazione e la sostenibilità, concentrandosi sulle strategie di energia rinnovabile, in particolare l'energia geotermica.

Una task force incentrata sulla massimizzazione dello sforzo riunirà ricercatori di enti pubblici e privati: università, produttori e aziende tecnologiche, tra gli altri.

Uno specifico database nazionale raccoglierà dati su materie prime, processi ed emissioni. Questi dati aiuteranno a definire l'ambito e le aree di intervento e allo stesso tempo ideare un sistema di etichettatura ambientale.

"Il piano d'azione per la riconciliazione verde è una tabella di marcia compatibile con le politiche di trasformazione che stanno avvenendo nelle economie mondiali, specialmente nell'UE”, ha affermato Mehmet Muş, ministro del commercio turco. "Incoraggia gli investimenti verdi, contribuisce alla trasformazione delle catene del valore globali e quindi sostiene la produzione a valore aggiunto”.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti