Serra da Mantiqueira: Regione Pioneer per l'EVOO del Brasile

Un paio di anni prima del volgere del secolo una manciata di contadini brasiliani sgomberò campi e piantò piccole aree di ulivi. I risultati furono impressionanti e la Serra da Mantiqueira divenne il nuovo olio d'oliva brasiliano.

Gennaio 12, 2017
Di Jun Cola

Notizie recenti

Il Minas Gerais, uno stato nel sud-est del Brasile, una volta ha vissuto un'impetuosa corsa all'oro che è durata dal periodo coloniale portoghese fino a ben dopo che il Brasile aveva ottenuto la sua indipendenza.

Sebbene lo scambio di potere fosse avvolto da contraddizioni, l'estrazione dell'oro continuò ad arricchire la nuova monarchia costituzionale e aggiungere opulenza a città storiche come Ouro Preto, Congonhas e São João del-Rei.

Numerose chiese che esibiscono stili barocchi unici nella regione sono state progettate e, spesso, scolpite da un architetto storpio noto come Aleijadinho (Antônio Francisco Lisboa). Sebbene le chiese siano ancora in piedi oggi, come la Igreja de São Francisco de Assis de Ouro Preto e il Santuário do Bom Jesus de Matosinhos, Minas Gerais, i giorni della corsa all'oro appartengono al passato.

Al giorno d'oggi, nascosto nella piccola città meridionale di Andradas, una manciata di olivicoltori si sono riuniti nella Serra da Mantiqueira per estrarre il ritrovato Brasile liquido oro - olio extra vergine di oliva.

Negli 1950 la coltivazione dell'olivo del Brasile ha messo radici, non nella Serra da Mantqueira ma nelle aree rurali che circondano le città di Campos do Jordão (San Paolo) e Uruguaiana (Rio Grande do Sul). Il progetto non ha prodotto nient'altro che una crescita eccessiva di erbe infestanti e cespuglio secco. La società di ricerca agricola Minas Gerais (EPAMIG) ha recuperato gli ultimi semi di olivo rimasti e condotto ricerche per identificare un locale adeguato per la coltivazione delle olive. È stata selezionata Serra da Mantiqueira.

pubblicità

Un paio di anni prima della fine del secolo, una manciata di contadini disboscò i campi e piantò piccole aree di ulivi. I risultati sono stati impressionanti e Serra da Mantiqueira è diventata la nuova regione dell'olio d'oliva del Brasile.

Serra da Mantiqueira detiene un modesto 8,000 ulivi lungo il suo paesaggio di colline a cascata. È solo il quinto raccolto commerciale della regione di olio extravergine di oliva, un prodotto locale che può tuttavia superare i grandi marchi importati per la sua pronta consegna sul mercato e la freschezza.

Piccole ma precise macchine per l'estrazione importate dall'Italia svolgono il compito di convertire le olive appena raccolte in oro liquido extra vergine. "Quest'anno abbiamo imparato come modificare davvero la macchina e la produttività è aumentata molto. Ciò ha contribuito a compensare le difficoltà del raccolto di quest'anno che è stato notevolmente compromesso dall'eccesso di pioggia e da un inverno molto più caldo ", ha spiegato Carla Retuci, produttore di Borriello Olive Oil.

Attualmente, a Serra da Mantiqueira vengono prodotti più di 15 marchi di olio extra vergine di oliva artigianali con l'aiuto della tecnologia sviluppata da Empresa de Pesquisa Agropecuária de Minas Gerais (EPAMIG).

Sette anni dopo il primo test di estrazione dell'olio d'oliva nella regione, vengono ora prodotti circa 25,000 litri di olio d'oliva ogni anno, rendendo la Serra da Mantiqueira un piccolo ma crescente epicentro della fiorente industria dell'olio d'oliva del Brasile.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti