I ricercatori di Yale identificano sei target di pubblico statunitensi per la messaggistica sui cambiamenti climatici

Il pensiero degli americani sul cambiamento climatico si è spostato verso una maggiore urgenza.

Febbraio 15, 2022
Di Brittany Artwohl

Notizie recenti

L'impatto globale di cambiamento climatico gli sforzi di mitigazione sono insufficienti se non vengono comunicati efficacemente al pubblico.

Ci sono infatti sei diverse Americhe all'interno dell'America, e ognuna risponde in modi completamente diversi, per ragioni molto diverse.- Anthony Leiserowitz, direttore del Progetto Yale sui cambiamenti climatici

Nell'ambito dei loro rapporti semestrali sulla percezione del cambiamento climatico, i ricercatori della Yale University hanno identificato sei destinatari negli Stati Uniti con risposte uniche al cambiamento climatico.

Sono stati identificati come Le sei Americhe del riscaldamento globale, in quanto rappresentano le categorie di interesse dei cittadini aumento delle emissioni di gas serra e il riscaldamento della temperatura ambiente.

Vedi anche:Perché gli Stati Uniti sono in ritardo rispetto ad altre nazioni occidentali sulla questione della tassa sul carbonio?

Le categorie Sei Americhe vanno da allarmato, o "Gli americani che sono molto preoccupati per il riscaldamento globale e stanno prendendo provvedimenti”, con sprezzante. Questi americani "pensare che il riscaldamento globale sia inesistente, non una minaccia o una vera e propria bufala”. Nel mezzo sono preoccupati, cauti, disimpegnati e dubbiosi.

Guardando indietro ai dati raccolti dallo studio, i ricercatori lo hanno scoperto la maggior parte delle persone lo sono ora "allarmato " rispetto a "interessati” come lo erano solo pochi anni fa.

pubblicità

Dal 2013 al 2015, il gruppo più numeroso delle Sei Americhe riflette una comprensione collettiva che l'impatto del cambiamento climatico è reale. Il numero di persone che si identificano come caute, dubbiose o sprezzanti si sta riducendo.

Anthony Leiserowitz, direttore dello Yale Project on Climate Change e autore di Global Warming's Six Americas, ha affermato che gli americani "non parlare con una sola voce. Ci sono infatti sei diverse Americhe all'interno dell'America, e ognuna risponde in modi completamente diversi, per ragioni molto diverse”.

I dati del progetto servono come base per il quadro delle Sei Americhe per affrontare i singoli stati degli Stati Uniti, i governi locali e il governo federale.

Oltre a fornire istituzioni accademiche, organizzazioni ambientali, imprese, gruppi di fede, medici e scienziati, i ricercatori sostengono che queste informazioni sono vitali per i media per raggiungere il pubblico target e rivolgersi agli americani in ogni categoria del problema del cambiamento climatico.

Patricia Espinosa, segretario esecutivo della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), si è detta fiduciosa ma sollecita un senso di unità per affrontare l'emergenza climatica.

"Siamo nulla vicino all'accordo di Parigi obiettivo di 1.5 ºC entro la fine del secolo", ha detto.

Incoraggiando gli americani a dare l'esempio che altri paesi possono seguire, ha concluso: "Le trasformazioni profonde richiedono decisioni che devono essere prese ora perché le trasformazioni stesse richiedono del tempo".



Olive Oil Times Video Serie

Advertisement

pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti