L'Italia si prepara a vendere 800 fattorie a giovani agricoltori

L'Italia mira a rivitalizzare il suo settore agricolo che invecchia fornendo finanziamenti ai giovani agricoltori per l'acquisto di terreni.
Marzo 21, 2022
Paolo De Andreis

Notizie recenti

Gli agricoltori italiani possono acquistare migliaia di ettari di terra in tutta Italia grazie a una nuova iniziativa della Banca delle Terre.

L'iniziativa è stata coordinata dall'Istituto di Servizi per il Mercato Agroalimentare (Ismea), che offre finanziamenti speciali agli interessati di età inferiore ai 41 anni per offrire opportunità a una nuova generazione di agricoltori.

La disponibilità di capitali sufficienti è l'ostacolo maggiore all'avvio di un'impresa agricola, ancor di più per quei giovani agricoltori che non hanno una storia familiare di agricoltori.- Fabrizio Filippi, presidente, Coldiretti Toscana

La metà dei 19,800 ettari messi in vendita dalla banca sono seminativi, il 22 per cento sono pascoli e il resto comprende boschi, agrumeti, vigneti e frutteti.

Sono in vendita anche decine di uliveti. La maggior parte delle 827 potenziali nuove aziende agricole si trovano in Sicilia (33 per cento) e Puglia (9 per cento). Nel frattempo, l'11% della terra disponibile si trova a Toscana.

Vedi anche:Ripristino degli ulivi abbandonati a casa di Leonardo da Vinci

Gli interessati possono andare online e visualizzare tutti i terreni disponibili, le loro caratteristiche agronomiche e vedere quali colture possono essere coltivate lì. Le proposte di acquisto possono essere fatte anche sul sito web. I giovani agricoltori potranno pagare la terra in rate periodiche fino a 30 anni.

Ismea ha spiegato che 403 degli 827 lotti sono in vendita per la prima volta. Gli altri sono stati messi in vendita negli anni precedenti e ora possono essere acquistati con sconti fino al 25 e 35 percento.

pubblicità

"Come la maggior parte dei Paesi dell'Unione Europea, anche l'Italia sta vivendo un problema di ricambio generazionale nelle campagne", ha detto Giorgio Venceslai, responsabile dell'ufficio per i servizi alle imprese di Ismea Olive Oil Times.

Secondo i dati Eurostat, la maggior parte degli agricoltori italiani è vicina alla pensione. In Europa, il 34 per cento degli agricoltori si avvicina all'età pensionabile. Nel frattempo, Venceslai ha affermato che solo l'11% degli agricoltori europei ha meno di 40 anni.

"In molti casi non è prevedibile una successione familiare”, ha affermato Venceslai. "Il numero di giovani agricoltori che entrano nel settore agricolo è aumentato negli ultimi anni, ma sembra ancora insufficiente per sostituire le generazioni più anziane”.

Quando si parla di oliveti, gli ultimi dati Ismea lo dimostrano meno del cinque per cento delle aziende olivicole specializzate in Italia sono gestite da coltivatori di età inferiore ai 40 anni. La cifra sale all'-% nel settore agricolo più ampio.

Secondo l'indice di invecchiamento utilizzato dall'Ismea, per ogni giovane olivicoltore in Italia sono 11 sopra i 65 anni. Gran parte dei terreni ceduti nella nuova iniziativa ha proprietari che sono già pensionati e non li gestiscono attivamente .

Guardando all'intero settore agricolo italiano, Ismea afferma che i giovani agricoltori gestiscono meno dell'otto per cento di tutte le aziende agricole.

"Uno degli ostacoli più rilevanti nell'accesso a questo mercato è il finanziamento dell'acquisto di terreni", ha affermato Venceslai. "L'Italia è uno dei paesi europei con i prezzi di acquisto e affitto più alti per i terreni agricoli.

"La Bank of the Land di Ismea mira ad aiutare le nuove generazioni a superare questi ostacoli, consentendo loro di acquistare il terreno a rate per il 100 per cento del valore totale del lotto”, ha aggiunto. "Mira inoltre a raccogliere risorse economiche che Ismea utilizzerà per offrire loro agevolazioni».

Le associazioni agricole hanno accolto con favore la nuova iniziativa in molte regioni italiane.

"La disponibilità di capitali sufficienti è il più grande ostacolo all'avvio di un'azienda agricola, ancor di più per quei giovani agricoltori che non hanno una storia familiare di agricoltori”, ha affermato Fabrizio Filippi, presidente di Coldiretti Toscana.

"Partire dal nulla, senza terreni agricoli, rende le cose ancora più difficili”, ha aggiunto. "Con la nuova iniziativa Ismea potrebbero nascere 43 nuove aziende agricole nella nostra regione”.

Coldiretti Puglia ha affermato che l'innovazione e la capacità di espansione sono tratti comuni per le aziende agricole gestite da agricoltori più giovani.

Secondo l'associazione, il reddito totale di queste fattorie è del 75% superiore alla media e tendono anche ad avere il 50% di dipendenti in più. Anche le dimensioni delle loro fattorie sono del 54% più grandi della media.

Lo ha detto Benedetta Liberace, responsabile della Young Coldiretti Enterprise in Puglia, la nuova iniziativa Ismea "è un'opportunità” poiché il prezzo per i terreni agricoli nella regione lo è "su livelli anche superiori a quelli di Germania o Francia”.

Liberace ha notato come un ettaro di uliveto nella regione sia ora venduto per € 20,000 a € 25,000.

Quando è stata lanciata la precedente edizione dell'iniziativa Banca di Terra, Filippo Gallinella, presidente della commissione agricoltura della Camera dei Deputati, ha dichiarato: "una nuova generazione di agricoltori è assolutamente necessaria per l'agricoltura italiana».

"Abbiamo bisogno di loro per ridurre lo spreco di troppi acri incolti sparsi per il paese”, ha aggiunto. "Ne abbiamo bisogno anche per rivitalizzare il tessuto socio-economico di molte aree rurali che in pochi decenni rischiano lo spopolamento”.

Negli ultimi anni, il Bank of Land lo ha reso possibile vendere più di 13,000 ettari per 349 progetti. Quest'anno le proposte di acquisto saranno accettate fino al 5 giugno.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti