Gli operatori sanitari in Francia approvano l'adozione diffusa di Nutri-Score

I fornitori di servizi sanitari in Francia hanno chiesto al governo federale di fare pressioni sulla Commissione europea a sostegno dell'adozione diffusa del controverso sistema di etichettatura frontale.
Gennaio 18, 2022
Paolo De Andreis

Notizie recenti

In un nuovo sforzo per promuovere l'adozione diffusa di punteggio Nutri, decine di enti sanitari pubblici e privati ​​hanno approvato un lettera aperta al governo francese che sostiene il sistema di etichettatura front-of-pack (FOPL).

I firmatari, tra cui la Società francese di epatologia (AFEF) e la Società francese di sanità pubblica (SFSP), sostengono che Nutri-Score è necessario per frenare le considerevoli sfide sanitarie del paese.

Nutri-Score si è rivelato uno strumento molto utile per sensibilizzare l'opinione pubblica al corretto consumo, grazie alla sua facilità di interpretazione.- Autori, lettera aperta

"La mobilitazione anti-Nutri-Score di grandi gruppi industriali ha purtroppo trovato il sostegno di diversi figure politiche, a dispetto delle grandi sfide di salute pubblica con cui la Francia si trova sempre più confrontata, come l'obesità, i tumori, malattia cardiovascolare, diabete”, si legge nella lettera.

Vedi anche:La Commissione europea annuncia una consultazione pubblica sull'etichettatura degli alimenti

I firmatari ritengono che le critiche a Nutri-Score potrebbero ostacolare le sue possibilità di essere selezionato dalla Commissione Europea come il FOPL paneuropeo, che Bruxelles annuncerà entro la fine dell'anno.

Nutri-Score è stato adottato in Francia nel 2017. Da allora, il FOPL a cinque colori/lettere si è diffuso in molti altri paesi europei, tra cui Germania e Svizzera.

Nutri-Score valuta gli alimenti utilizzando il loro contenuto nutritivo principale, come sodio, zucchero, calorie e grassi, per 100 grammi o 100 millilitri. Ogni alimento riceve un punteggio che va dal più sano "Verde A” ai meno sani "Rosso E."

business-europe-health-professionisti-in-francia-endorse-wide-adoption-of-nutriscore-oil-times

L'algoritmo di classificazione di Nutri-Score è stato accolto con scetticismo in molti paesi europei, la maggior parte in particolare l'Italia. Hanno anche i produttori di specialità locali espresso le loro preoccupazioni sul punteggio Nutri.

I produttori associazione dietro Roquefort formaggio in Francia chiamato il logo "semplicistico." Hanno sostenuto che punisce ingiustamente le specialità tradizionali protette dall'Unione Europea sotto forma di Denominazioni di origine protette e Indicazioni geografiche protette.

"I prodotti alimentari industriali ultra-lavorati che contengono conservanti ottengono una A o una B [sulla scala del punteggio Nutri] mentre i prodotti locali molto naturali sono stigmatizzati [con una D o una E]", ha affermato Sébastien Vignette, segretario generale della confederazione Roquefort.

Il termoprotettore associazioni di produttori dietro Parmigiano Reggiano e Grana Padano DOP italiani in Italia e anche diverse aziende alimentari spagnole hanno fatto eco a preoccupazioni simili.

La nuova mobilitazione per sostenere l'adozione di Nutri-Score segue a appello simile presentata lo scorso dicembre da oltre 1,000 operatori sanitari.

"La campagna lanciata contro il Nutri-Score dai produttori di Roquefort, seguiti da quelli di Rocamadour, Maroilles e molti altri formaggi e salumi, si basa sull'immagine emblematica di cui godono questi prodotti nella gastronomia francese, il loro ancoraggio territoriale e il loro lato tradizionale ”, hanno affermato gli operatori sanitari.

"Implicano che queste proprietà, tutte degne di considerazione, darebbero loro qualità che le renderebbero inattaccabili in termini di composizione nutrizionale", hanno aggiunto.

Vedi anche:Copertura Nutri-Score

Secondo gli operatori sanitari, Nutri-Score "soddisfa un duplice obiettivo: a meglio informare consumatori sulla qualità nutrizionale degli alimenti e consentire loro di confrontare [prodotti alimentari] tra loro; incoraggiare i produttori a migliorare la composizione dei loro prodotti”.

"La scelta del logo è stata fatta dal governo sulla base di un lavoro scientifico riconosciuto”, hanno aggiunto. "Dal 2017, il suo effetto positivo è stato documentato da una nuova ricerca”.

Secondo il parere degli operatori sanitari, "Nutri-Score ha dimostrato di essere molto strumento utile per sensibilizzare l'opinione pubblica al corretto consumo, grazie alla sua facilità di interpretazione, che semplifica la lettura dei valori nutrizionali propri dei diversi alimenti”.

"La Francia, quindi, dispone di uno strumento di salute pubblica che, in linea con altre misure di salute pubblica, può consentire di incidere sullo stato nutrizionale e sulla salute dei nostri concittadini", hanno concluso.



pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti