Gli agricoltori stanno affrontando il brusco della siccità in peggioramento del Portogallo

Gli esperti avvertono che l'assenza di precipitazioni significative nei prossimi mesi degraderà la qualità dell'acqua e solleciterà le colture dipendenti dall'irrigazione, compresi alcuni oliveti.
Algarve, Portogallo
Febbraio 7, 2022
Paolo De Andreis

Notizie recenti

Il Portogallo sta affrontando una delle peggiori siccità degli ultimi 20 anni. Il bestiame e l'agricoltura sono stati gravemente colpiti.

Gli agricoltori affermano che la prolungata assenza di precipitazioni significative in tutto il paese sta mettendo a dura prova l'umidità del suolo e probabilmente influenzerà una serie di colture.

Il problema della siccità non si limita al mondo rurale e agli agricoltori. La siccità colpirà tutti noi. Le carenze iniziano in agricoltura, ma ci sarà un giorno in cui raggiungeranno i nostri rubinetti nelle nostre case.- Eduardo Oliveira e Sousa, presidente, Confederazione portoghese degli agricoltori

Gli esperti avvertono che la diminuzione dei livelli d'acqua nei bacini idrici del paese diminuirà la disponibilità di acqua e la qualità dell'acqua. Anche la secchezza e le temperature più alte del solito lo sono esacerbare gli incendi, che sono tradizionalmente molto rari durante l'inverno.

"Lo scenario non cambierà presto", ha detto Rui Cortes, professore di ricerca agroambientale e biologica presso l'Università di Trás-os-Montes e Alto Douro Olive Oil Times.

Vedi anche:Fino a 27 milioni in Spagna devono affrontare la carenza di acqua entro il 2050, avverte il ministro

In un bollettino, l'Istituto portoghese del mare e dell'atmosfera (IPMA) ha confermato che la situazione potrebbe peggiorare a febbraio e interessare più aree del Paese.

I ricercatori stimano che il 54% del Portogallo stia già attraversando una siccità moderata, il 34% una grave siccità e il resto stia vivendo una siccità estrema.

pubblicità

"Eravamo abituati a vedere molte più precipitazioni nella zona settentrionale del paese, almeno cinque o sei volte quelle che stiamo vedendo ora", ha detto Cortes. "Non è ancora così grave come nel 1996 o nel 2005, ma è destinata a peggiorare”.

"Potrebbe facilmente diventare l'anno più secco mai registrato", ha aggiunto. "In questi ultimi tre mesi le precipitazioni sono state pari al 17 per cento della media. Al momento, non ci sono problemi immediati con l'approvvigionamento idrico per la popolazione urbana. L'intero Paese, non solo il sud, soffre per la mancanza di acqua».

I terreni agricoli dipendenti dall'irrigazione sono tra i settori più colpiti nel paese, compreso il Portogallo in rapida espansione alta densità e super-alta densità uliveti

Gli agricoltori e le istituzioni portoghesi hanno passato anni investire nello sviluppo del settore oleario in termini di produzione, tecnologia e superficie.

"È una situazione sorprendente se pensiamo all'olio d'oliva ", ha affermato Cortes. "Stiamo avendo un stagione molto produttiva, ci sono così tante olive che alcuni produttori portoghesi si rivolgono in Spagna per lavorare le loro olive. In questo scenario, la scarsità d'acqua avrà probabilmente un impatto sulla prossima stagione".

Nel sud, dove la scarsità d'acqua ha colpito maggiormente gli agricoltori dipendenti dall'irrigazione, gli esperti avvertono che colture come mandorle, vigneti e olivi saranno tutte interessate dalla ridotta disponibilità di acqua. I livelli d'acqua dei principali bacini idrici della regione stanno diminuendo rapidamente.

"Il governo sta ora agendo per ridurre la presenza di biomassa ittica in quelle acque perché man mano che i livelli scendono, l'eccesso di pesce risultante influirà sulla qualità dell'acqua", ha affermato Cortes.

Secondo un rapporto pubblicato da Correio da Manha, i livelli delle dighe da nord a sud sono sorprendentemente bassi, con un calo del 50% o più della loro capacità complessiva.

Una valutazione dell'agenzia APA, che monitora le risorse idriche del Paese, mostra che 14 non raggiungono il 40 per cento dei loro normali livelli operativi. Anche l'indagine sulla presenza di acque sotterranee ha mostrato livelli inferiori al normale.

Rogério Ferreira, capo della Direzione generale dell'agricoltura e dello sviluppo rurale (DGADR), ha dichiarato all'agenzia di stampa di Lusa che la situazione è monitorata da vicino.

Piani di emergenza vengono anche implementati per le località più colpite, come l'Alentejo sudorientale, a molto rilevante zona agricola nel sud e l'Algarve, la regione più meridionale del paese.

Secondo la DGADR, l'obiettivo delle attuali operazioni è fornire acqua agli agricoltori. Allo stesso tempo, si stanno discutendo piani per mitigare gli effetti della siccità e investire nel parziale riutilizzo delle acque reflue per le esigenze agricole.

"Per far fronte alla situazione, importanti volumi di acqua vengono deviati dai serbatoi più grandi a quelli più piccoli, il che aumenta anche i costi per gli agricoltori", ha affermato Cortes.

In una nota, la Confederazione degli agricoltori (PAC) ha descritto la situazione come "estremo” e ha chiesto l'intervento del governo.

"Tutta l'attività invernale è compromessa e si evolve in una situazione di estrema gravità per quanto riguarda il bestiame e le colture autunnali e invernali”, Eduardo Oliveira e Sousa, presidente della PAC, ha detto all'agenzia di stampa Lusa.

CAP ha avvertito che il caldo inverno ha causato l'ingresso prematuro di molte piante "fase di attività fotosintetica espressiva”, insolita per la stagione. In questa fase di crescita, piante e alberi cercano l'umidità, di cui potrebbe non essere sufficiente.

"Lo scenario è molto preoccupante", hanno detto Oliveira e Sousa. "Sono sorpreso che non ci sia stato alcun messaggio ufficiale rivolto al pubblico di non sprecare l'acqua in alcun modo. Il problema della siccità non si limita al mondo rurale e agli agricoltori. La siccità colpirà tutti noi. Le carenze iniziano in agricoltura, ma ci sarà un giorno in cui raggiungeranno i nostri rubinetti nelle nostre case”.

Gli agricoltori ora sperano nelle piogge primaverili, che, nel caso delle piante dormienti come gli alberi da frutto, potrebbero portare un po' di sollievo. Tuttavia, se non arriva la pioggia, le conseguenze della siccità avranno un impatto su tutte le colture e sui prezzi dei prodotti.

I piani attuali potrebbero non essere sufficienti per mitigare la situazione, avvertono gli esperti. Cortes ha affermato che molti progetti governativi in ​​corso mirano ad espandere l'agricoltura dipendente dall'irrigazione, inclusi uliveti, vigneti e mandorle.

"Tali progetti sono già in una fase avanzata di sviluppo. Si trovano principalmente nel bacino centrale del paese e comprendono la costruzione di 15 dighe su piccola scala per aumentare il potenziale di irrigazione”, ha affermato.

"Quelle colture sono molto esigenti in termini di acqua", ha aggiunto Cortes. "Nello scenario attuale, stiamo lavorando per espandere le colture dipendenti dall'irrigazione. Quindi i piani di riutilizzo dell'acqua potrebbero avere solo effetti residui".

"Quando piove, si concentra sempre di più in brevi periodi. Di conseguenza, le conseguenze potrebbero essere inondazioni e perdita di suolo, un contributo importante all'erosione", ha concluso. "Negli ultimi 20 anni non abbiamo avuto un solo anno piovoso”.



Olive Oil Times Video Serie

Advertisement

pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti