`Bruxelles aumenta la pressione su Washington per far cadere le tariffe delle olive nere - Olive Oil Times

Bruxelles aumenta la pressione su Washington per far cadere le tariffe delle olive nere

Febbraio 9, 2022
Ephantus Mukundi

Notizie recenti

La Commissione Europea sta esercitando pressioni sugli Stati Uniti per rimuovere il tariffe imposte su spagnolo maturo oliva da tavola importazioni nel 2018.

La pressione di Bruxelles su Washington arriva sulla scia dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) Sentenza novembre 2021 che ha detto che le tariffe anti-sovvenzioni erano illegali. Tuttavia, l'organizzazione ha stabilito che le tariffe antidumping separate potrebbero rimanere.

Stiamo esercitando molta pressione sugli Stati Uniti affinché eliminino le tariffe il più rapidamente possibile e mettano in conformità la loro legislazione con la risoluzione dell'OMC.- John Clarke, Direttore degli Affari Internazionali, Direzione Generale dell'Agricoltura

Nonostante la sentenza, gli Stati Uniti non sembrano desiderosi di seguire gli ordini dell'OMC, con molti produttori di olive e i loro alleati in California che chiedono agli Stati Uniti di resistere alla sentenza.

Adrián Vázquez, un membro del Parlamento europeo (eurodeputato) per il partito di centrodestra Ciudadanos e portavoce della commissione per l'agricoltura, ha affermato che la commissione dovrebbe essere decisa con gli Stati Uniti per assicurarsi che il paese rispetti la sentenza dell'OMC.

"La commissione dice che gli concederà un tempo ragionevole, ma il settore e le famiglie aspettano da quattro anni”, ha affermato. "Hanno perso soldi e molte fattorie hanno chiuso. La cosa ragionevole è non dare più tempo. Hanno detto che si conformeranno il 19 gennaio e dobbiamo iniziare a fare pressione ora".

pubblicità

Facendo eco a Vázquez, la commissione ha affermato che non avrebbe altra scelta che adottare misure severe contro gli Stati Uniti in caso di ritardi nell'aumento delle tariffe.

"Stiamo esercitando molta pressione sugli Stati Uniti per eliminare le tariffe il più rapidamente possibile e rendere la loro legislazione conforme alla risoluzione dell'OMC", ha detto John Clarke, direttore degli affari internazionali della direzione generale dell'Agricoltura all'Agricoltura Commissione del Parlamento Europeo.

Nel frattempo, mentre infuria la battaglia per la rimozione delle tariffe, l'Associazione spagnola degli esportatori e produttori di olive da tavola (Asemesa) stima che i produttori di olive nere in Spagna abbiano perso oltre 150 milioni di euro dal 1991.

Nonostante queste perdite, la commissione ha escluso di risarcire i produttori spagnoli di olive nere.

Il segretario generale di Asemesa, Antonio de Mora, ha affermato che gli olivicoltori neri hanno subito pesanti perdite. Ha insistito sul fatto che la sua priorità è rimuovere le tariffe e tornare alla normalità.

Inizialmente, l'UE temeva che una sentenza favorevole agli Stati Uniti avrebbe incoraggiato Washington a sfidare l'intera politica di sussidi agricoli nell'ambito del blocco Politica agricola comune.

Secondo Clara Aguilera, un eurodeputato del Partito Socialista dei Lavoratori Spagnolo (PSOE) di centrosinistra: "È stata una guerra commerciale fin dal primo minuto e il danno è fatto. Commercialmente, le aziende hanno perso posizione e qualcuno dovrebbe risarcirle".



Advertisement

pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti