`Andalusia che istituisce il proprio consiglio oleicolo - Olive Oil Times

Andalusia che istituisce il proprio Consiglio delle olive

Marzo 20, 2012
Julie Butler

Notizie recenti


Il ministro della Presidenza e portavoce andaluso, Mar Moreno, ha annunciato la decisione del governo regionale di approvare la formazione del Consiglio delle olive andaluso.

È in corso una revisione del settore dell'olio d'oliva andaluso con leggi ora in vigore per istituire un consiglio oleicolo andaluso e un piano strategico di sei anni per il settore a pochi mesi dal completamento.

Oggi il governo regionale dell'Andalusia ha annunciato (marzo 20) di aver approvato il regolamento necessario per istituire il consiglio dei membri 26, che includerà rappresentanti del governo, dell'industria e dei gruppi di consumatori, esperti e uomini d'affari.

Il sindacato agrario Asaja, che avrà un seggio nel consiglio, ha criticato la composizione, affermando che solo il 26 per cento dei membri sarebbe composto da rappresentanti dell'industria e questo era insufficiente.

Tra i primi compiti del consiglio sarà quello di consigliare su come promuovere lo sviluppo sostenibile e migliorare la commercializzazione e la qualità dell'olio d'oliva.

In un comunicato stampa, il governo ha affermato che il consiglio avrebbe anche il potere di pubblicare consigli vincolanti in relazione al piano di gestione del settore, che lo scorso settembre avrebbe richiesto circa un anno per lo sviluppo.

pubblicità

Il piano prevede due poli principali: migliorare la competitività e promuovere la sostenibilità.

Come parte del primo, fornirà misure per modernizzare le aziende agricole tradizionali e incoraggiare l'uso di sistemi di termovalorizzazione, stimolare la ricerca e lo sviluppo e la formazione e, cosa forse più importante, ridurre l'elevato grado di frammentazione dal lato della produzione.

Per fornire un settore più sostenibile, si promettono politiche per aiutare a mantenere i livelli di reddito dei produttori, per aumentare la diversificazione sia nelle aziende agricole che negli impianti di trasformazione e per aiutare il settore a diventare più verde con una maggiore produzione biologica e un uso più efficiente dell'acqua.

All'inizio di questo mese, il governo regionale ha anche annunciato di aver guidato l'istituzione di un forum delle regioni europee dell'olio d'oliva per fare pressioni congiunte per proteggere i loro interessi.

Nel frattempo, il commissario europeo per l'agricoltura Dacian Cioloş sta anche lavorando a un piano per affrontare i problemi nell'industria europea dell'olio d'oliva.

"La Commissione sta preparando un'analisi del settore e speriamo di poter iniziare a discutere idee concrete per affrontare alcune questioni strutturali nei prossimi mesi ", ha affermato Cioloş la scorsa settimana.

Il settore dell'olio d'oliva spagnolo è a un importante crocevia con i prezzi alla produzione bloccati al minimo in quanto dovrà affrontare probabili tagli alle sovvenzioni CE. Mentre la produzione è ai massimi storici, l'attuale siccità crea problemi per il prossimo raccolto.



Olive Oil Times Video Serie
pubblicità

Articoli Correlati

Feedback / suggerimenti